Quanti giorni in Nepal

Sebbene geograficamente compatto, il terreno montuoso del Nepal e le strade sconnesse lo fanno sembrare un paese molto più grande di quello che è. Aggiungete a questo un mix di diverse culture, paesaggi ed ecosistemi e potreste facilmente passare diverse settimane ad esplorare questa bellissima destinazione. Ma quanti giorni servono per visitare il Nepal? Non c’è una risposta univoca a questa domanda in quanto dipende da tanti fattori, in primis i vostri interessi e quali sono le attività che vi spingono in questo paese. Infatti la permanenza minima consigliata è di tre giorni, un tempo sufficiente a godersi i luoghi principali del Nepal, ma se avete intenzione di completare uno dei famosi percorsi di trekking del paese in genere sono necessarie almeno 2 settimane.

Tre o quattro gioni in Nepal

In tre o quattro giorni, un tempo molto limitato per visitare il Nepal, potete comunque visitare le maggiori attrazioni della capitale Kathmandu e apprezzarne il ricco patrimonio culturale. Dato che Kathmandu ospita l’unico aeroporto internazionale nel paese, è meglio limitarsi all’esplorazione della città e dei dintorni se non si ha troppo tempo, senza cercare di fare troppe cose. Se volete spingervi un po’ più lontano e ammirare alcune montagne è possibile prendere parte ad un tour guidato della valle di Kathmandu, che include Nagarkot, Bhaktapur e Changu Narayan.

Va sottolineato però che molti credono che il vero Nepal si trovi al di fuori della frenetica capitale, tra colline, montagne, fiumi e lussureggianti terreni agricoli, foreste e giungle.

Da cinque a sette giorni in Nepal

Un periodo di circa una settimana consente di vivere qualche emozione in più e fare qualche breve trekking nei dintorni della città di Pokhara, punto di accesso al Circuito dell’Annapurna, famoso sentiero escursionistico sull’Himalaya. Naturalmente il tempo non è sufficiente per questo percorso ma è possibile camminare su sentieri più brevi oppure rilassarsi sul lago facendo canottaggio e altre attività. In alternativa potete restare nei pressi di Kathmandu visitando ad esempio il Chitwan National Park dove osservare animali e passeggiare nella natura.

Dieci giorni in Nepal

In dieci giorni avete un ottimo compromesso e potrete vedere diversi luoghi senza correre troppo. Potete godervi una combinazione dei luoghi che vi ho citato in precendenza, oppure optare per altri sentieri di trekking più o meno lunghi. Con 10 giorni diventa possibile anche una visita nella regione dell’Everest: anche se non sarete in grado di camminare fino al campo base, ci sono ottime opzioni per percorso di 5-7 giorni.

Due settimane in Nepal

Se siete appassionati di natura e trekking, due settimane sono il periodo ideale per visitare questo paese e cimentarvi in diverse attività: con due settimane potete davvero avere un’idea della diversità del Nepal. Dopo aver visitato Kathmandu e Pokhara, potete dirigervi verso il Chitwan National Park per avvistare la fauna selvatica. In alternativa, fate una gita al Parco Nazionale Bardia, meno frequentato, nell’estremo ovest del paese oppure, se siete spiriti avventurosi potete fare campeggio, kayak, rafting e altri sport. Due settimane sono anche abbastanza tempo per un trekking più impegnativo nella regione dell’Everest ad esempio nella valle di Nar Phu o nel Dhorpatan.

Tre o più settimane in Nepal

Per vivere davvero il meglio del Nepal, pianificate da tre a quattro settimane. In tre o più settimane potete combinare una qualsiasi delle attività culturali e avventurose sopra menzionate con un trekking di media durata. I più sportivi potrebbero decidere di intraprendere il trekking di 23 giorni dalla valle dell’Arun al campo base dell’Everest, che offre una vista meravigliosa su questa montagna.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).