Ore di luce in Islanda

Data la sua vicinanza al circolo polare artico, uno dei protagonisti principali delle vacanze in Islanda è la luce: la posizione geografica di questo Paese fa sì che le estati siano caratterizzate da giornate lunghissime, con una notte praticamente inesistente, ed inverni dove invece il buio regna sovrano, svelando però fenomeni atmosferici suggestivi come l’Aurora Boreale.

Il classico dubbio che sorge in chi sta programmando un viaggio in Islanda è proprio in merito alle ore di luce che ci sono nei vari periodi dell’anno, perché effettivamente questo condiziona, e non poco, la vacanza: basti pensare ad esempio ai mesi in cui ci sono 3-4 ore di luce al giorno, un elemento che di certo influisce sull’itinerario di viaggio e limita ad esempio i tour e lo svolgimento di attività all’aperto e di sport sulla neve.

Mesi e ore di luce

Ogni mese presenta un numero di ore di luce differente, ma li possiamo raggruppare a coppie dato che gli orari di alba e tramonto si ripetono nel corso dell’anno, come segue:

  • a dicembre e gennaio, ad esempio, il sole sorge poco dopo le 11 e tramonta intorno alle 15:30-16:00;
  • a febbraio e a novembre l’alba è tra le 9:30-10:00 e il tramonto intorno alle 17-17:30;
  • nei mesi di marzo e ottobre il sole sorge tra le 7:40-8:20 e tramonta verso le 19:00;
  • ad aprile e a settembre l’alba è attorno alle 06:15-06:40 e il tramonto tra le 20:20-20:40;
  • a maggio e ad agosto il sole sorge alle 04:40-04:50 e tramonta intorno alle 22:15;
  • infine nei mesi di giugno e luglio il sole sorge intorno alle 03:00 e tramonta verso mezzanotte.

Si passa quindi dalle 3 ore di buio dell’estate alle 4-5 ore di sole dell’inverno, ma tenete presente che questi dati si riferiscono di Reykjavík: se ci si sposta ad esempio nelle località del nord, come Akureyri, si ha appena un’ora e mezza di buio in estate e 3 ore di luce a dicembre-gennaio. Ma questa particolarità dell’Islanda permette di godersi alcuni fenomeni atmosferici davvero unici e suggestivi come il Sole di Mezzanotte e l’Aurora Boreale.

Il sole di mezzanotte

Il sole di mezzanotte è un fenomeno che si verifica a nord del circolo polare artico, quando durante i mesi estivi il sole non tramonta mai del tutto. L’Islanda, che si trova poco più a sud del circolo polare artico, ha solo un giorno in cui il sole non tramonta, ovvero il 21 giugno, mentre nel restante periodo estivo il tramonto avviene intorno alla mezzanotte con il sole che sorge nuovamente un paio d’ore dopo. Se da una parte le tante ore di sole potrebbero crearvi dei disturbi legati al sonno, dall’altra avere a disposizione giornate così lunghe consente di sfruttare al meglio la vacanza e di godersi le attività all’aperto o anche solo una passeggiata serale in un’atmosfera a dir poco magica. Ma tenete presente che la luce solare delle notti non è comunque paragonabile, sia come intensità che come calore, a quella diurna. Ma anche il buio non è lo stesso buio che avremmo in una normale notte: si ha più la sensazione di trovarsi in un tramonto permanente e il tempo che intercorre prima dell’alba è talmente breve che non fa neanche in tempo a fare buio, tanto che nemmeno le stelle sono visibili.

L’Aurora Boreale

Nei mesi invernali il periodo che offre meno ore di luce è compreso tra gli inizi di dicembre e la fine di gennaio e organizzare delle attività durante il giorno con 2-4 ore di luce è comunque un po’ difficile ma c’è da dire che il buio svela uno dei fenomeni naturali più spettacolari al mondo: l’Aurora Boreale, che con i suoi colori regala sempre emozioni indimenticabili. Se volete vedere l’Aurora Boreale ma al tempo stesso non volete rinunciare a troppe ore di luce, tenete presente che questo fenomeno è visibile da settembre ai primi di aprile, quindi potete scegliere un periodo che precede o segue l’inverno, ad esempio i mesi di marzo e ottobre, quando comunque avrete un numero di ore di luce sufficiente a dedicarvi a tour e altre attività.