Dazaifu

Fondata come la capitale amministrativa dell’intera isola di Kyushu nel VII secolo, la città di Dazaifu è una delle destinazioni turistiche più famose della Prefettura di Fukuoka. Merito, molto probabilmente dei suoi incredibili siti storici, eredità di un passato prospero in cui Dazaifu svolse per ben 500 anni un ruolo centrale a livello governativo e commerciale, grazie anche alla sua posizione strategica, leggermente nell’entroterra da Hakata, il principale porto di interazione tra il Giappone e l’Asia continentale.

Sebbene la corte imperiale abbia governato il paese dalla regione del Kansai, Dazaifu è stata fondamentale per le relazioni diplomatiche del Giappone e per l’organizzazione difensiva del paese.

Oggi Dazaifu è una pittoresca e tranquilla cittadina alla periferia della grande città di Fukuoka e con i suoi templi, i musei e le rovine antiche è perfetta per una gita di un giorno in particolare se amate la storia.

Cosa vedere e cosa fare a Dazaifu

Visitare il Santuario Dazaifu Tenmangu

Tra le centinaia di Santuari di Tenmangu in tutto il Giappone, quello di Dazaifu è il più importante insieme al Kitano Tenmangu di Kyoto. I santuari Tenmangu sono dedicati allo spirito di Sugawara Michizane, studioso, poeta e politico del periodo Heian. Grazie alla sua grande cultura e conoscenza, Michizane è stato associato a Tenjin, divinità dell’istruzione, ed è popolare tra gli studenti che si vedono spesso frequentare il Santuario Dazaifu Tenmangu durante il periodo degli esami. La strada che porta al santuario è fiancheggiata da negozi che vendono umegae mochi, una specialità locale che consiste in tortini di riso fritti ripieni di marmellata di fagioli rossi. Le bancarelle di gelati vendono essenzialmente gusti tipici del Giappone come il tè verde e il sesamo nero, e non mancano inoltre negozi che vendono souvenir e oggetti artigianali.

Un mare di ciliegi

Se visitate Dazaifu in primavera, visitate i luoghi sacri e i parchi della città per ammirare i fiori di ciliegi. Uno dei luoghi più popolari è proprio il Santuario Dazaifu Tenmangu dove l’atmosfera si anima all’inizio di marzo, quando oltre 6.000 alberi di ciliegi cominciano a fiorire trasformando i giardini in un mare dalle delicate sfumature rosa e bianche. Alcuni dei poemi più famosi di Sugawara sono dedicati proprio ai fiori dei ciliegi.

Conoscere la storia di Kyushu

Non lontano dal santuario si trova il Museo Nazionale di Kyushu, inaugurato nel 2005 e ospitato in un enorme edificio di colore blu che assomiglia più a uno stadio sportivo che a uno spazio espositivo e sorprende i visitatori con le sue linee moderne. Il percorso di visita ripercorre in ordine cronologico la storia di Kyushu e della città di Dazaifu attraverso un’impressionante collezione di reperti presentati in modo creativo e informativo. Ci sono anche una serie di piccole sale cinema dove si trasmettono cortometraggi e mostre speciali collocate al terzo piano.

Il Museo Nazionale di Kyushu non è l’unico luogo in cui si può rivivere la storia di Dazaifu. Un altro luogo simbolo del passato importante della città sono le rovine degli uffici governativi, un grande complesso costruito per amministrare l’isola e che rifletteva il potere e il prestigio del governo al potere. Gli edifici furono infine distrutti quando Dazaifu perse l’influenza politica e oggi l’area è diventata un grande parco pubblico dove però si conservano le fondamenta delle antiche strutture che consentono ai visitatori di immaginare lo splendore e le dimensioni dell’ufficio del governo di Dazaifu più di mille anni fa. Nelle vicinanze potete visitare la sala espositiva Dazaifu Exhibition Hall dove si conservano i reperti archeologici del sito.

Templi e giardini zen

Tra i vari templi della città quello più importante è il Tempio di Kanzeonji. Mentre Dazaifu fungeva da centro amministrativo dell’isola di Kyushu, Kanzeonji era il tempio più importante di Kyushu, ma il suo destino seguì inevitabilmente quello della città e così il suo ruolo di prestigio si ridimensionò quando Dazaifu perse l’influenza politica.

Nonostante il declino, Kanzeonji conserva ancora molti reperti culturali e oggetti sacri e tra questi vi sono una serie di impressionanti statue buddiste in legno, alcune delle quali alte più di cinque metri. Precedentemente conservate nelle sale del tempio, le statue sono ora esposte nella Sala dei Tesori.

Se siete amanti dei giardini non perdetevi invece il Tempio Komyozenji, sede del Buddismo Zen, che si trova poco a sud dal famoso Santuario Tenmangu. L’attrazione principale di Komyozenji sono i suoi splendidi giardini zen: il complesso vanta due giardini secchi astratti carichi di simbolismo, decorati con composizione di rocce, intrecci di ciottoli e muschio. Gli aceri che incorniciano il tempio lo rendono un popolare luogo per ammirare i caldi colori autunnali intorno a metà novembre.

Salire il monte sacro

Per coloro che desiderano uscire dalla città per un po’, il Monte Homan offre il contesto ideale. Il sentiero che conduce sulla vetta parte dal Santuario Kamado e l’escursione dura circa due ore e mezzo. Nonostante la leggera fatica sarete ricompensati da viste mozzafiato su Dazaifu e Fukuoka e avrete inoltre la possibilità di visitare il santuario di montagna Kamado.

Come arrivare

Dazaifu si trova a circa 15 chilometri a sud-est della città di Fukuoka ed è facilmente raggiungibile in treno o con l’autobus diretto.

Se optate per il treno, Dazaifu è il capolinea della linea Dazaifu, collegata a sua volta con la linea principale della compagnia ferroviaria Nishitetsu (linea Tenjin Omuta). La linea principale inizia alla stazione di Nishitetsu Fukuoka, che si trova adiacente alla stazione della metropolitana Tenjin.

Dalla stazione di Nishitetsu ci sono treni frequenti per la stazione Nishitetsu Futsukaichi, dove si può effettuare il cambio con la linea Dazaifu che conduce alla stazione di Dazaifu per un viaggio totale di circa 25-40 minuti. In alternativa, se disponete del Japan Rail Pass, potete sfruttarlo per prendere la linea JR Kagoshima dalla stazione di Hakata alla stazione JR di Futsukaichi, da dove però dovrete passeggiare per una decina di minuti per raggiungere la vicina stazione Futsukaichi di Nishitetsu, e proseguire poi sulla linea Nishitetsu Dazaifu, dove però non è valido il Japan Rail Pass.

In alternativa un autobus diretto collega Fukuoka con la stazione di Dazaifu, con partenze ogni 20-30 minuti dal terminal dei bus di Hakata. La corsa di sola andata dura circa 45 minuti e costa 600 yen. Lungo il tragitto, l’autobus ferma anche all’aeroporto di Fukuoka.

Come muoversi

Le principali attrazioni di Dazaifu si trovano tutte nel raggio di un chilometro e mezzo dalla stazione di Dazaifu e la città può essere facilmente esplorata a piedi.

L’area di Dazaifu è servita anche da una rete di autobus locali chiamati “Mahoroba”. Ci sono un paio di linee di autobus di interesse per i turisti che viaggiano tra il santuario di Dazaifu Tenmangu, la stazione di Dazaifu, il tempio di Kanzeonji, le rovine degli uffici governativi e la stazione di Tofuromae; una corsa costa 100 yen, mentre un pass giornaliero è disponibile ad un costo di 300 yen. Un altro buon metodo per esplorare la città è con una bicicletta a noleggio. I negozi di noleggio si possono trovare presso le stazioni di Dazaifu e di Nishitetsu Futsukaichi e il costo si aggira intorno ai 500 yen al giorno.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).