Quanto costa un viaggio in Finlandia

Come gran parte dei Paesi Nordici, la Finlandia è una destinazione costosa e se si ha un budget limitato è bene conoscere e programmare le varie spese di una vacanza. Nonostante sia una meta con un alto costo della vita, è possibile riuscire a contenere le spese con piccole accortezze, cercando ad esempio di viaggiare in bassa stagione o limitando le uscite al ristorante o il consumo di alcolici e di alcuni beni importanti che hanno prezzi piuttosto elevati. Uno dei maggiori vantaggi è il fatto che il paese sia servito da compagnie aeree low cost e questo consente di risparmiare almeno sul volo.

In questa guida vediamo nel dettaglio le varie voci di spesa di una vacanza in Finlandia, in modo tale che possiate farvi un’idea del costo del viaggio.

Volo

Come anticipato il paese è servito da varie compagnie low cost ed è quindi possibile trovare ottime offerte, soprattutto se si prenota in anticipo o se si viaggia in bassa stagione. In linea generale i prezzi variano da 100 a 200 euro a/r per voli diretti a Helsinki, con anche costi inferiori se si opta per un volo con uno scalo o che atterri in una cittadina nei dintorni della capitale, ma in questo caso è bene tenere conto del costo dei trasporti per Helsinki.

Dormire

La Finlandia offre sistemazioni di vario tipo, dagli ostelli agli hotel di lusso, con prezzi che variano molto a seconda della città e della stagione. Pur non essendo una meta economica, si trovano posti letto in dormitorio negli ostelli a partire da 25-35 euro e camere private a 50-80 euro a notte, comprensivi di alcuni servizi come il wifi e talvolta la colazione.  Se viaggiate nella bella stagione e avete in programma di fare campeggio nelle aree attrezzate durante un tour nel paese, riuscirete a risparmiare ancora di più, pagando tra 10 e 25 euro a notte per un posto tenda.

Per quanto riguarda gli hotel invece si trovano sistemazioni per tutti i budget nelle grandi città, mentre nelle cittadine più piccole la scelta è meno ampia. Gli hotel più economici partono da circa 50-80 euro a notte a camera, ma se cercate una struttura di buona qualità e in posizione centrale, mettete in conto una tariffa di almeno 100-130 euro a notte in città come Helsinki.

I viaggiatori che desiderano più libertà e preferiscono avere una cucina attrezzata a disposizione per  risparmiare sui costi del ristorante possono optare per un appartamento da prenotare attraverso siti come Airbnb. È un’opzione molto popolare nel paese e offre soluzioni come camere in appartamento condiviso a partire da 20-30 euro a notte fino ad appartamenti interi per tariffe variabili comprese tra 50-100 euro a notte a seconda della posizione e della grandezza.

Cibo

Mangiare e bere fuori, soprattutto a cena, è piuttosto costoso rispetto agli standard italiani. I prezzi variano da 15 euro circa per una pizza fino a 50-60 euro per un pasto completo alla sera in un ristorante non troppo sofisticato. Se poi aggiungete una bottiglia di vino mettete in conto circa 20 euro i più. Acqua e pane, invece, sono solitamente gratuiti.

Mangiare fuori a pranzo, in particolare durante la settimana, può essere invece molto più conveniente in quanto la maggior parte dei ristoranti offre formule a buffet o menù speciali a prezzi ridotti; a seconda del tipo di ristorante potete gustarvi un ottimo pranzo a 10-12 euro. Se avete un budget limitato potreste quindi fare un buon pranzo e alla sera acquistare qualcosa di pronto al supermercato, dove si trovano deliziosi spuntini a 5-6 euro. Altre alternative piuttosto economiche sono spuntini come kebab e panini che hanno un prezzo di 8-11 euro. Chi ama i fast food tipo McDonald’s può fare un pasto con circa 7-8 euro.

Alcuni hotel comprendono la colazione nel prezzo, ma non tutti. Avere la prima colazione inclusa può rappresentare un buon vantaggio, in quanto in Finlandia anche i prezzi del bar sono leggermente più alti rispetto all’Italia: in media un caffè costa 2 euro, mentre un cappuccino almeno 2,5o euro. Anche prodotti da forno e di pasticceria hanno prezzi superiori, con una fetta di torta che può costare tra 4 e 7 euro e un cornetto in media 2 euro.

Alcolici e vita notturna

In ogni città, soprattutto in quelle più grandi, troverete pub e discoteche dove divertirsi e bere un drink alla sera. Gran parte delle discoteche sono gratis o in alcuni casi si paga un ingresso di massimo 10 euro; gli unici costi sono quelli degli alcolici che non sono affatto a buon mercato. Le birre, locali o importate, hanno un prezzo che si aggira intorno ai 6-8 euro.

Fare la spesa

Se avete a disposizione una cucina, potete valutare la possibilità di prepararvi una parte dei pasti per risparmiare sui costi del ristorante. In  linea generale i prezzi dei prodotti alimentari al supermercato sono più alti rispetto a quelli italiani, ma dipende molto anche dal tipo di alimento acquistato: ad esempio frutta e verdura e tutti quei prodotti che sono perlopiù importati hanno prezzi a volte proibitivi. I pomodori possono arrivare a circa 4 euro al kg e le mele a circa 3 euro al kg, quindi per risparmiare è bene limitarsi principalmente a prodotti disponibili localmente e in quantità abbondante. Ad esempio alimenti come il pesce, in particolare il salmone, risultano più conveniente rispetto all’Italia, con prezzi che possono scendere anche a soli 7 euro al kg.

Trasporti

Spostarsi all’interno della Finlandia costa molto, in particolare se viaggiate in treno, considerando che ad esempio un viaggio di due ore da Helsinki a Tampere costa tra 25 e 35 euro solo andata, mentre da Helsinki a Oulu la tariffa si aggira intorno ai 60 euro. C’è però da sottolineare che i treni  sono efficienti e puntuali. Se avete in programma di visitare più località, il modo più economico per spostarsi è in autobus.  Un biglietto di solo andata per un tragitto di circa 100 km costa attorno ai 20 euro su un autobus tradizionale, mentre leggermente più costosi sono la tipologia express.  prezzo della benzina è allineato con quello dell’Italia ma viaggiare in treno costa molto di più.

Noleggiare una macchina non è poi così economico: nelle città come Helsinki è più semplice spostarsi con i mezzi pubblici e i costi dei noleggi di macchine partono da 40-50 euro al giorno per una tipologia economy, ma se avete in programma un tour on the road e siete in 2/3 persone a dividere la spesa, allora potrebbe essere conveniente, tenendo presente che la benzina ha prezzi in linea con gli standard italiani.

Per spostarsi in città come Helsinki potete fare affidamento ai trasporti pubblici: tram, autobus, metro e traghetti possono essere utilizzati con biglietti singoli dal prezzo di circa 3 euro oppure pass giornalieri disponibili in varie formule da 1 a 7 giorni. Per coloro che invece acquistano una Helsinki Card, che include la visita a diverse attrazioni, i trasporti sono gratuiti, compresi i tour hop-on hop-off in barca o bus. Se viaggiate nella bella stagione prendete esempio dalle persone del posto ed esplorate le città in bicicletta, grazie anche alle numerose e ottime piste ciclabili. Il noleggio di una bicicletta costa in media 10-20 euro al giorno.

Il taxi è il mezzo più costoso, ma può essere comodo alla sera o per raggiungere la sistemazione dall’aeroporto. Il tragitto dall’aeroporto di Helsinki al centro costa 40-45 euro circa, mentre per un giro in città si parte da una tariffa base di 6-9 euro, a cui si aggiungono in media 1,60 euro per ogni km.

Attività e attrazioni

Questa voce delle spese è piuttosto variabile perché dipende molto dai vostri interessi e da ciò che volete visitare. Un ingresso al museo o in un’attrazione costa tra i 5 e i 15 euro, ma se volete sfruttare al meglio il vostro tempo potete valutare l’acquisto di un pass come la Helsinki Card: con un prezzo base di circa 45 euro per 24 ore avete ingressi gratuiti a buona parte delle attrazioni, trasporti pubblici e tour guidati in traghetto o bus inclusi. Ci sono poi vari tour che vi consentono di visitare alcuni luoghi incontaminati davvero meravigliosi, come la Lapponia: un’escursione in questa zona parte da circa 125 euro.