Cosa vedere a Zurigo

Essendo il centro economico e culturale della Svizzera, nonché una delle principali capitali finanziarie e industriali d’Europa, è facile dimenticarsi che Zurigo è anche una meta deliziosa e affascinante per i turisti. Le sue numerose attrazioni includono diversi musei, un centro storico ben conservato pieno di edifici medievali e rinascimentali e gallerie d’arte, a cui si aggiungono attrazioni adatte alle famiglie e tanti spazi all’aperto. Eccovi dunque una guida sulle migliori attrazioni di Zurigo per organizzare al meglio il vostro viaggio.

Centro storico (Altstadt)

Il centro storico di Zurigo comprende tutta l’area della città vecchia che ha mantenuto un aspetto architettonico più antico con le sue stradine che si innalzano ripidamente sul lato est del fiume. Qui si concentrano molti monumenti, piazze e altre famose attrazioni turistiche di Zurigo, tra cui Lindenhof, Fraumünster, la Chiesa di San Pietro e il vecchio quartiere medievale dove si trova il municipio. In queste stradine cariche di fascino troverete negozi di antiquariato e boutique, nonché caffetterie e ristoranti.

Monte Uetliberg

Per godervi panorami spettacolari, non perdetevi una visita a questa montagna che domina la città di Zurigo e l’omonimo lago da un’altezza di 871 metri. È facilmente con la Uetlibergbahn, una funicolare che collega tutto l’anno la stazione Selnau a quella del monte o in alternativa a piedi per chi ama camminare. L’ampia passerella è ben illuminata di notte e conduce al ristorante in cima, uno spazio chiuso da vetri con splendide viste sulle luci della città sottostante. La cima è un ottimo punto di partenza per le escursioni verso alcune delle altre montagne della catena.

Lago di Zurigo

l cuore della città, e un luogo amato da turisti e gente del posto, è il lungo lago di Zurigo. L’intera costa del lago è fiancheggiata da passeggiate e parchi, dove i residenti prendono il sole, fanno jogging, picnic e nuotano nel lago nei mesi caldi. Ma il modo preferito per godersi il lago è su una delle tante crociere da cui si hanno splendide viste sulle montagne nei dintorni; molti traghetti consentono anche di raggiungere altre località sul lago per una gita di un giorno. 

Kunsthaus Zürich (Museo delle Belle Arti)

Inaugurato nel 1910, il Kunsthaus Zürich ospita una delle più importanti collezioni d’arte in Svizzera. La collezione spazia dal Medioevo all’arte contemporanea, con un’enfasi sull’arte svizzera. Qui potrete ammirare importanti opere di artisti come Claude Monet, Edvard Munch, Pablo Picasso e lo svizzero Alberto Giacometti. 

Bahnhofstrasse e Bahnhof

La via principale di Zurigo è la vivace Bahnhofstrasse, che si estende dalla stazione ferroviaria principale alla Bürkliplatz accanto al lago. La strada pedonale, lunga poco più di 1 km, è una delle vie dello shopping più eleganti d’Europa, con boutique d’alta moda, fontane, installazioni artistiche, alberi ed edifici raffinati. Sebbene lo shopping non sia proprio alla portata di tutti, è comunque un luogo popolare e piacevole per una passeggiata. Troverete anche deliziosi negozi di cioccolato e caffè. Mentre passeggiate fate caso anche alla differenza di stili architettonici che caratterizzano il viale: la parte centrale della strada fu costruita nel 1867 dopo il riempimento di un vecchio fossato, il Fröschengraben, mentre le parti verso il lago e la stazione furono costruite alcuni anni dopo. Approfittate della passeggiata anche per dare un’occhiata all’interno della stazione: vanta un gigantesco centro commerciale nel piano interrato.

Chiesa di Nostra Signora (Fraumünster)

Fraumünster è conosciuta anche come “Chiesa delle donne” in riferimento ad un’abbazia per le donne aristocratiche d’Europa che si trovava qui nell’853. Per 700 anni fu un convento mentre oggi la chiesa è aperta al pubblico per funzioni e visite. Di particolare interesse sono le vetrate, tra cui la bella serie di cinque vetrate nel coro creato da Marc Chagall nel 1970; imperdibili anche gli affreschi dell’artista Paul Bodmer e il campanile della chiesa.

Lindenhof

Tra la Bahnhofstrasse e la riva sinistra del Limmat, la metà occidentale del centro storico di Zurigo s’innalza più ripido formando la tranquilla collina di Lindenhof. Questo spazio verde nella vecchia Zurigo vanta una lunga storia. Per via della sua posizione sopraelevata il sito è stato la dimora di un castello romano. In cima alla collina sorge oggi una grande piazza fiancheggiata da splendide dimore antiche e altri edifici ma ciò che resta è perlopiù un parco ombreggiato da alberi con panchine, giocatori di scacchi e turisti che si godono le ampie vedute sul fiume e sul centro storico.

Limmatquai e il Rathaus (Municipio)

Lungo la Limmatquai, una famosa via dello shopping lungo il fiume, ci sono un certo numero di eleganti e storiche case un tempo sedi delle corporazioni, con interni sontuosi che riflettono la ricchezza delle corporazioni che governarono la città fino al 1789. Molte di esse ora ospitano ristoranti, quindi potete dare un’occhiata all’interno. Il Municipio di Zurigo, il Rathaus, è facile da individuare, poiché sovrasta il fiume. Costruito tra il 1694 e il 1698, il massiccio edificio del tardo Rinascimento sfoggia ricchi decori scultorei e una sala cerimoniale barocca che vale la pena vedere.

Schweizerisches Landesmuseum (Museo nazionale svizzero)

Un edificio che evoca un castello ospita un eccellente museo che illustra la storia e la cultura di tutta la Svizzera. È di gran lunga la più importante e vasta raccolta di manufatti e reperti storici e culturali svizzeri, che coprono una vasta gamma di epoche dalla preistoria al XX secolo. Le collezioni archeologiche, con reperti scoperti in Svizzera dal 100.000 a.C. circa al 800 d.C. circa, sono tra le più belle d’Europa, ma ci sono anche belle mostre di tessuti, costumi, oggetti in metallo, gioielli, orologi, strumenti scientifici, mobili d’epoca, carrozze e slitte, artigianato e molto altro.

Grossmünster

In piedi su una terrazza aperta sul fiume, la chiesa principale di Zurigo domina lo skyline con le sue torri gemelle, divenute simbolo della città. Costruita tra l’XI e il XIII secolo, è una basilica romanica a tre navate con un presbiterio sopra una cripta che risale al 1100 circa. La chiesa ha subito diversi cambiamenti rispetto alla sua versione originale e moderne aggiunte includono vetrate del celebre artista Augusto Giacommetti e porte scolpite in bronzo di Otto Munch. Tra le varie opere c’è una statua onoraria di Carlo Magno, che si ritiene abbia fondato l’ordine a cui la chiesa originariamente apparteneva.

Niederdorf

Il famoso quartiere della Città Vecchia di Niederdorf è affettuosamente conosciuto dai locali come il Dörfli, ovvero il “piccolo villaggio“. Con i suoi vicoli tortuosi liberi da auto, la chiesa emblematica di Grossmünster e le sue numerose piccole boutique, pasticcerie, librerie di antiquari e laboratori artigianali, è un piacere esplorare questa zona sia di giorno che di sera quando i pub animano l’area.

Museo Rietberg

Una villa neoclassica modellata su Villa Albani di Roma ospita l’eccezionale collezione del barone Eduard von der Heydt. La villa fu costruita nel 1857 per un industriale tedesco ed era un luogo di incontro per gli intellettuali di Zurigo. È l’unico museo svizzero di arte non europea, con collezioni che includono sculture indiane, quadri e bronzi tibetani, decorazioni tombali cinesi, ceramiche e giada asiatiche e molto altro. La villa si trova nel bellissimo Rieter Park, un giardino all’inglese con percorsi pedonali.

Zoo di Zurigo

Più di 360 diverse specie animali vivono nello zoo di Zurigo, uno dei più belli d’Europa, in ambienti che ricreano il più fedelmente possibile i loro habitat. Tra i tanti esemplari vedrete leopardi delle nevi, pinguini ed elefanti asiatici. Tram e treni arrivano allo zoo dalla stazione ferroviaria principale e da Paradeplatz.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).