Cosa vedere a Maiorca

Scegliere cosa vedere a Maiorca non è affatto semplice: l’isola più famosa delle Baleari offre talmente tante attrazioni da riuscire a soddisfare ogni tipo di vacanza e interesse. Le sue spiagge paradisiache, i parchi nazionali e le cittadine storiche permettono di crearsi una vacanza su misura, in cui abbinare mare, cultura e escursioni in ambienti naturali a seconda dei propri gusti.  Il modo migliore per esplorare l’isola è a bordo di un’auto a noleggio organizzando un tour on the road tra i luoghi imperdibili di Maiorca. Per aiutarvi nel vostro itinerario, eccovi una lista delle principali cose da vedere a Maiorca.

Palma di Maiorca

Capitale dell’isola di Maiorca, Palma è una città elegante e dal lungo e avvincente passato che offre il perfetto connubio tra cultura e atmosfere balneari. C’è chi ne fa la propria base d’appoggio per le vacanze e chi invece le dedica un’escursione giornaliera, in ogni caso le attrattive sono davvero tante, a partire dal centro storico, caratterizzato da un alternarsi di palazzi e case tradizionali, gallerie d’arte, bar, ristoranti e negozi che animano le piazze. L’edificio simbolo della città è la nota Cattedrale, detta “la Seu” che affascina non solo per i suoi dettagli architettonici in stile gotico, ma più che altro per la sua insolita posizione, che si affaccia sul porto e sulla baia della città. A questo basta aggiungere che la decorazione e ristrutturazione degli interni furono affidati al famoso architetto catalano  Antonio Gaudì. Un altro edificio meritevole di una visita è il Castello di Bellver,  costruito nel 1200, che si erge su una collina a pochi km dal centro di Palma e ospita all’interno un museo sulla storia di questa ex residenza reale e sulla città. Non mancano, infine, le spiagge: ce ne sono diverse tra cui scegliere, ma quella più popolare nel periodo estivo è Cala Major.

Grotte del Drago (Cuevas del Drach)

Situate lungo la costa orientale dell’isola, le Grotte del Drago sono una meraviglia naturale divenuta nel tempo una delle attrazioni principali dell’isola.  Si tratta di un complesso di quattro grotte connesse tra loro che si sono formate nel corso di migliaia di anni e oggi regalano un mondo sotterraneo davvero magico, fatto di formazioni calcaree spettacolari, laghi e piccoli corsi d’acqua. Il tutto è stato reso ancora più emozionante dall’illuminazione e dal sottofondo musicale realizzati dopo l’apertura delle grotte al pubblico negli anni ’30. La visita alle grotte viene effettuata in parte a piedi e in parte in barca, e durante il tour potrete ammirare stalattiti e stalagmiti dalle forme più curiose per poi concludere la visita assistendo ad un concerto di musica classica sul lago.

Port d’Andratx

Posizionata lungo la costa sud-occidentale dell’isola, Port d’Andratx è la località più esclusiva di Maiorca, ideale per una vacanza nel lusso. Come suggerisce il nome, Port d’Andratx si sviluppa attorno ad una marina piuttosto estesa, dove in alta stagione sono ormeggiate centinaia di yatch e imbarcazioni di lusso. Tutt’intorno al porto si ergono colline rivestite da una fitta vegetazione che offrono uno scenario pittoresco ideale per gli amanti della natura e della tranquillità. Ristoranti, boutique e caffetterie eleganti punteggiano la cittadina, che offre pochi, prestigiosi, hotel e ville  eleganti immerse nel verde sulle colline a breve distanza dal centro, il quale si trova a sua volta in posizione sopraelevata, a ridosso del porto.  Questa località non dispone di una spiaggia, ma se ne trovano diverse nelle vicinanze, tra cui Camp de Mar e Cala Fonoll.

Pollença

Pollença è una località che ha tanto da offrire: un centro storico traboccante di gioielli architettonici medievali, una zona portuale molto vivace e una baia lambita da un mare color blu turchese. La cittadina è racchiusa tra le montagne e il mare, con una bellissima spiaggia di sabbia bianca accarezzata da un mare poco mosso, dove si possono praticare diversi sport acquatici. Per chi vuole ritagliarsi uno spazio tranquillo, la vicina spiaggetta di Cala en Gossalba è l’ideale: vi si può accedere solo a piedi o in barca. Esplorate il centro storico della città, pervaso da atmosfere medievali e caratterizzato da piccole viuzze tortuose tra cui si fanno spazio due dei più importanti edifici di Pollença: si tratta delle chiese di Nuestra Señora de los Angeles e di Puig del Calvari. La prima fu costruita nel 1700 sulle ceneri di un’antica chiesa, mentre la Chiesa di Puig del Calvari è una cappella in stile barocco meta di pellegrinaggio.

Sóller

Sóller è una graziosa cittadina dove il tempo sembra essersi fermato. Immersa in un paesaggio idilliaco, fatto di dolci pendii su cui si inerpicano campi di ulivi e frutteti che si estendono fino alla costa, dà ai visitatori la sensazione di tornare indietro nel tempo, anche grazie alla principale, e insolita, attrazione della cittadina: il famoso treno storico di Sóller, che effettua un bellissimo tour attraverso le campagne che circondano la cittadina viaggiando a ritmo lento, permettendo così di godersi in tranquillità il paesaggio a bordo delle sue tradizionali carrozze in legno. Oltre al treno, Sóller conserva un ricco patrimonio storico, con esempi visibili nel centro storico, dominato dalla Chiesa trecentesca di Sant Bartomeu. A breve distanza dal centro, sulle colline, sorge il Palazzo Alfabia, una struttura che mescola elementi moreschi a dettagli gotici, arredi d’epoca e opere d’arte; il punto forte del palazzo sono i giardini lussureggianti, un concentrato di piante da frutto e bambù. Non può mancare infine una passeggiata nel porto di Sóller, un luogo pittoresco dove vedrete ormeggiate alcune piccole imbarcazioni e yatch, il tutto incorniciato da verdi colline.

Serra de Tramuntana

Tappa imperdibile per gli amanti della natura,  la Serra de Tramuntana è una catena montuosa che si estende lungo la costa nord-occidentale di Maiorca, offrendo bellissimi paesaggi sul mare e sull’entroterra. Per la sua bellezza e la sua particolarità è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Sin dall’antichità gli abitanti di questa terra si sono adattati cercando di trasformare il terreno montuoso in coltivazioni ed il risultato è quello, meraviglioso, che potete vedere oggi: lungo i pendii che scendono sul mare si inseriscono terrazzamenti, viti, ulivi e alberi da frutto.  La catena montuosa si estende per circa 90 km, comprendendo anche villaggi pittoreschi come Antratx e Valldemossa. Potete visitare la Serra  in auto oppure attraverso  percorso escursionistico a piedi; un’altra alternativa è lo storico trenino di Sóller.

Alcúdia

Immersa in uno scenario fatto di foreste di pini e verdi valli,  Alcúdia ha il tipico incanto dei paesini medievali ed è una tappa perfetta se cercate una vacanza che abbini mare e cultura. Si trova nella parte settentrionale dell’isola ed è famosa per i suoi luoghi di importanza storica, i monumenti, la scena gastronomica deliziosa e i festival tradizionali che ospita durante l’anno.  La sua posizione sopraelevata, a qualche km dal mare, e le possenti mura che cingono la città non erano altro che una misura difensiva nei confronti dei pirati che nel Medioevo rappresentano un pericolo per l’isola. Passeggiate per il centro storico di Alcúdia, tra stretti vicoli dalle atmosfere antiche dove si ergono palazzi rinascimentali, monumenti ed edifici simbolo della città come la chiesa neogotica di San Jaume. A sud della chiesa si trova anche un importante sito archeologico romano in quanto la città venne costruita su un antico insediamento: qui potrete ammirare le rovine di ville romane, di un anfiteatro e di un foro. Se avete nostalgia del mare, raggiungete la vicina località di Port d’Alcúdia una destinazione balneare popolare per la sua bellissima spiaggia e un lungomare elegante.

Puerto de Cala Figuera

Cala Figuera è un pittoresco villaggio di pescatori che si affaccia sulle splendide acque della costa sud-orientale di Maiorca. Il mare qui è di un blu turchese molto intenso, in netto contrasto con le case interamente bianche della cittadina e con il verde delle colline che cingono questa località. Lo stile di vita è molto rilassato, nonostante l’attività frenetica che coinvolge la zona del porto: qui al mattino presto i pescatori rientrano dal mare con il pescato, poi servito fresco nei deliziosi ristoranti della zona. Accanto al porto si snoda un percorso pedonale che passa accanto alla costa, salendo poi verso le scogliere da cui ammirare scorci romantici sulla città.

Spiagge

La maggiore attrattiva di Maiorca sono certamente le sue spiagge: ce ne sono tantissime, per tutti i gusti, dalle più attrezzate e affollate a quelle più remote, ideali per chi desidera isolarsi. Playa Es Trenc è considerata la più bella dell’isola per via del suo paesaggio paradisiaco formato da una distesa di sabbia bianchissima, incorniciata da palme e da un mare trasparente. La mancanza di resort e hotel nelle vicinanze ha permesso a questo luogo di conservare il suo fascino incontaminato, pur essendoci comunque qualche servizio.  Altra spiaggia che merita di essere vista è di certo Cala Mondragò, situata a pochi km dalla cittadina Cala d’Or; anche in questo caso il paesaggio è un po’ “selvaggio” con un’ampia distesa di sabbia, acque limpide e una pineta a cingere la spiaggia. Se amate la natura, visitate la spiaggia di Playa de Muro collocata lungo la costa nordorientale di Maiorca: vanta una bellissima distesa di sabbia bianca e tanti servizi; dalla spiaggia partono sentieri escursionistici che attraversano la riserva naturale di s’Albufera.

Cap de Formentor

La Penisola di Formentor rappresenta il punto più settentrionale di Maiorca e termina con l’imponente promontorio conosciuto come Cap de Formentor. Si può raggiungere facilmente sia con i mezzi pubblici che in auto percorrendo una strada panoramica davvero suggestiva che parte da Port de Pollença. In cima al promontorio sorge un iconico faro dal quale si godono viste mozzafiato sul mare e sul paesaggio circostante, caratterizzato da spettacolari scogliere che si tuffano nel Mar Meditarraneo.  Lungo il percorso che conduce a Cap de Formentor si trovano vari punti di osservazione in cui fermarsi ad ammirare il panorama e fare bellissime foto; il più popolare è il Mirador del Mal Pas, conosciuto anche come Mirador d’es Colomer, dall’isola Colomer che si staglia proprio di fronte.

Parco Naturale di S’Albufera

Tra i parchi naturali di Maiorca, il più famoso è senza dubbio il Parco Naturale di s’Albufera, situato non molto lontano da Port d’Alcúdia. Offre uno scenario nettamente diverso da quello che potete trovare nel resto dell’isola: si tratta di un’estesa zona paludosa abitata da una grande varietà di uccelli e altre specie animali, tra cui alcune difficilmente visibili nel resto dell’isola. Il parco è attraversato da un vasto numero di sentieri che permettono di visitarlo sia a piedi che in bicicletta.

Parco Nazionale dell’Arcipelago di Cabrera

A circa un’ora dalla costa meridionale di Maiorca si trova l’arcipelago di Cabrera, divenute un parco nazionale per la ricchezza che nasconde sotto la superficie dell’acqua: un eccezionale mondo sommerso popolato da varie specie animali e vegetali. Sulla terraferma potrete osservare colonie di volatili marini, mentre il mare è abitato da una grande varietà di pesci, delfini e tartarughe. È la meta perfetta se volete praticare immersioni o snorkeling.