Cosa vedere alle Bahamas

Comprendente 700 isole e oltre 2.000 piccole baie sparse sull’Oceano Atlantico e sul Mar dei Caraibi, le Bahamas sono un paradiso tropicale situato a soli 80 km dalla Florida.

Sono la destinazione preferita degli amanti della spiaggia per le sue distese di sabbia bianchissima e soffice lambite da acque di suggestive sfumature di blu, dove praticare pesca, immersioni, snorkeling e fare tour in barca. Ogni isola è un mondo a sé: alcune più sviluppate e ricche di servizi, come hotel, ristoranti e negozi, altre più selvagge e costellate di sonnecchianti villaggi di pescatori. Se avete in programma un viaggio alle Bahamas, appuntatevi i luoghi migliori da visitare seguendo questa guida!

Atlantis Paradise Island

Questo resort dai colori pastello che domina lo skyline di Paradise Island, si ispira alla leggenda di Atlantide, ricreata attraverso un complesso che include un hotel di lusso e tanti divertimenti pensati soprattutto per le famiglie. L’Aquaventure è un parco acquatico che offre di scivoli e giochi d’acqua per tutte le età, mentre nell’acquario si possono ammirare squali e pesci tropicali che popolano i mari delle Bahamas. Negozi, ristoranti e luoghi di intrattenimento completano l’offerta. Tutto qui è a tema marino, catturando l’immaginazione di grandi e piccini.

Nassau

Capitale e centro culturale delle Bahamas, Nassau si trova sull’isola di New Providence. Tappa immancabile per le navi da crociera dei Caraibi, Nassau non smette di conquistare i visitatori che vengono qui per crogiolarsi sulle sabbie bianche di Cable Beach, fare shopping di souvenir nei negozi e nei mercati, visitare i musei e gli edifici coloniali del centro storico. A breve distanza in catamarano da Nassau si può raggiungere Blue Lagoon Island dove osservare i delfini da vicino, mentre a Nassau i giardini, lo zoo e il centro di conservazione di Ardastra sono la dimora di specie in via di estinzione e minacciate.

Exuma Cays Land & Sea Park

Nell’estremità orientale dell’arcipelago delle Bahamas si trova l’Exuma Cays Land & Sea Park, un’area marina protetta. Si tratta del primo parco marino dei Caraibi. Sotto le acque cristalline si celano mondi sottomarini colorati e ricchi di vita e per questo è una zona popolare tra sub e amanti di snorkeling.

Harbour Island

Harbour Island, a nord-est dell’isola di Eleuthera, è uno dei più antichi insediamenti delle Bahamas e qui venne istituito anche il primo parlamento delle Bahamas. È spesso meta di gite giornaliere da Nassau ed è famosa per le sue spiagge di sabbia rosa e i resort eleganti, tanto che è stata a lungo il rifugio preferito di ricchi e famosi. Non circolano auto sull’isola e si ha quasi la sensazione di essere tornati indietro nel tempo mentre si passeggia accanto alle graziose case variopinte in stile coloniale che fiancheggiano le strade di Dunmore Town, l’unica cittadina di Harbour Island.

Grand Bahama e Parco nazionale Lucayan

La più settentrionale delle isole delle Bahamas, Grand Bahama è una meta popolare per turisti e navi da crociera. Nonostante la città principale qui sia Freeport, la seconda città più grande delle Bahamas, il vero centro turistico è Port Lucaya, che offre una maggiore varietà in termini di shopping, ristoranti e l’intrattenimenti. Nonostante i grandi resort e hotel all-inclusive dell’isola, è ancora possibile sfuggire alla folla e immergersi in bellissimi paesaggi naturali. Grand Bahama ospita infatti uno dei sistemi di grotte sottomarine più lunghi del mondo, facente parte del Parco Nazionale Lucayan.

Andros Island

Andros Island vanta la terza barriera corallina più grande al mondo, oltre a numerose grotte sottomarine: non sorprende quindi che questa sia una destinazione popolare per i sub. Le vaste zone umide dell’isola creano canali usati per la pesca e i tour in canoa che consentono di apprezzare i paesaggi incontaminati dell’isola. Andros conta infatti ben 5 parchi nazionali, ospitando perciò la più grande area protetta delle Bahamas, con paludi di mangrovie e foreste popolate di fauna endemica.

Treasure Cay

Considerata una delle spiagge più belle del mondo, Treasure Cay Beach è una distesa di sabbia soffice bianca a mezzaluna accarezzata da un’acqua cristallina. La spiaggia si trova nell’omonima località turistica, che si estende su una sorta di penisola collegata all’isola di Great Abaco.

Elbow Cay

Vista aerea di Tahiti Beach e Elbow Cay ad Abaco.
Vista aerea di Tahiti Beach e Elbow Cay ad Abaco.
Nelle isole Abaco, Elbow Cay trasuda tutto il fascino di un villaggio di pescatori in stile New England. Cottage colorati fiancheggiano le strade principali di Hope Town, il principale insediamento dell’isola, e il centro della città è vietato ai veicoli, conferendo a questo villaggio un’atmosfera rilassata. Ci sono tante attrattive interessanti da visitare: il faro a strisce di Hope Town è la principale ma anche qui non mancano belle spiagge fiancheggiate da palme. I traghetti collegano Elbow Cay a Marsh Harbour, la terza città più grande della nazione.

Green Turtle Cay

Le strade di Green Turtle Cay, nel gruppo di isole Abacos, sono una finestra sul passato delle Bahamas. Situata a est di Great Abaco, questa pacifica isola lunga cinque chilometri è un rifugio molto amato chi cerca una vacanza di totale tranquillità. I golf cart sono il principale mezzo di trasporto nel piccolo insediamento di New Plymouth, un sonnecchiante villaggio di cottage color pastello, punteggiato da alcuni piccoli negozi e musei. Le bellissime spiagge incorniciate da scogliere e le acque cristalline offrono eccellenti opportunità per nuotare, fare immersioni, snorkeling e andare in barca. 

Bimini

Una vecchia nave incagliata sulla costa di Bimini.
Una vecchia nave incagliata sulla costa di Bimini.
Conosciuta come la “capitale della pesca d’altura delle Bahamas“, Bimini Island è la più vicina delle isole agli Stati Uniti, a circa 80 km a est di Miami, in Florida. Fa parte dell’omonimo gruppo di isole e ospita famosi tornei di pesca d’altura da marzo a settembre ma offre anche diverse opportunità per fare immersioni e snorkeling. Tra coloro che hanno amato questo luogo c’è anche lo scrittore Ernest Hemingway che trascorse diverse estati a Bimini, trovando ispirazione per i suoi romanzi.

Leon Levy Native Plant Preserve

Questa vasta riserva dedicata alle piante native delle Bahamas è stato il primo parco nazionale nell’isola di Eleuthera e si dice che sia il primo del suo genere nell’arcipelago. All’interno troverete vari ecosistemi delle Bahamas, come la foresta di mangrovie e le zone umide, ma anche un giardino di piante medicinali e boschi di latifoglie. Nella riserva abbondano uccelli di varie specie e farfalle che riempiono questo spazio naturale di colori e musica. C’è anche un centro di accoglienza visitatori e un negozio di articoli da regalo, nonché un padiglione educativo all’aperto.

Inagua

Inaugua è l’isola più meridionale delle Bahamas e in realtà è composta da due isole separate, Great Inagua Island e Little Inagua. Qui l’attrattiva principale è la numerosa colonia di fenicotteri che vive sull’isola di Great Inagua e che si possono vedere al meglio nel Parco nazionale terrestre e marittimo di Inagua, che copre il 45% dell’isola. Matthew Town è l’unico insediamento abitato sull’isola e qui da anni l’attività principale è l’estrazione del sale.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).