Come muoversi a Ginevra

Come tutte le città della Svizzera, Ginevra è facilmente navigabile a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici che includono tram, autobus, treni suburbani e le “mouette”, dei graziosi battelli. Non è invece consigliato il noleggio di un’auto per via del traffico congestionato nel centro della città, soprattutto durante gli orari di punta. Pertanto, è spesso più veloce utilizzare le opzioni di trasporto pubblico, che generalmente hanno corsie designate, piuttosto che guidare nel centro. In questa guida su come muoversi a Ginevra, vediamo nel dettaglio le varie opzioni di trasporto nella città, a partire dall’arrivo in aeroporto.

Dall’aeroporto al centro

L’aeroporto di Ginevra è servito da molte compagnie europee e internazionali, sia di linea che low cost e non dista molto dal centro della città. 

Per arrivare in città le due opzioni principali sono il treno e l’autobus, che potete utilizzare gratuitamente con la vostra carta di imbarco. Potete prendere il biglietto del trasporto pubblico gratuito da una macchinetta situata nell’area del ritiro bagagli ed una volta stampato il biglietto è valido per 80 minuti per la città di Ginevra e la periferia (con questo biglietto potete arrivare fino al CERN, Anieres o Veyrier). Il mezzo più veloce è il treno: la stazione ferroviaria è adiacente all’edificio dell’aeroporto e i treni di solito partono ogni 15 minuti o più frequentemente e tutti fermano a Ginevra Cornavin (stazione centrale di Ginevra). Il viaggio dura 6 minuti.

Spostarsi in città

Ginevra con i mezzi pubblici: biglietti e pass

L’azienda TPG (Transports Publics Genevois) gestisce il trasporto pubblico a Ginevra e vi consiglio di scaricare l’app della compagnia per trovare facilmente orari, posizioni delle stazioni, informazioni sul traffico e indicazioni sulle tratte. Cornavin, la principale stazione ferroviaria nel centro della città, è la porta di accesso alla rete di trasporto pubblico di Ginevra, dove convergono quasi tutte le linee di autobus, tram e treni.

I biglietti sono unici per tutti i mezzi dell’area di Ginevra e devono essere acquistati dalle biglietterie automatiche nelle stazioni o accanto alle fermate prima di salire a bordo del mezzo. Alcune fermate dell’autobus non dispongono di una macchinetta e in questo caso è possibile acquistare un biglietto a bordo dell’autobus stesso.

Le vecchie biglietterie automatiche non danno il resto, quindi se avete pagato di più, conservate il biglietto e portatelo in uno degli uffici TPG situati all’aeroporto o alla stazione ferroviaria di Cornavin, dove vi sarà rimborsata la differenza.

Esistono diversi tipi di biglietti che potete acquistare, a seconda della distanza o della durata del viaggio:

  • Biglietti per brevi corse (fino a tre fermate) dal costo di 2 franchi svizzeri (1,82 euro).
  • Biglietti validi un’ora con cambi illimitati su tram, autobus, battelli e treni all’interno della grande Ginevra dal costo di 3 franchi svizzeri (2,73 euro).
  • Pass giornaliero dal costo di 8 franchi svizzeri (7,29 euro), valido dalla convalida fino a mezzanotte.
  • Pass giornaliero esteso valido dal momento dell’acquisto fino alle 5 del mattino successivo (è valido per 2 persone durante il sabato o la domenica, ma solo per 1 persona durante i giorni feriali) dal costo di 10,80 franchi svizzeri (9,84 euro).

Tenete presente però che per un’iniziativa dell’amministrazione, i turisti che soggiornano in un hotel, in un ostello o in un campeggio di Ginevra, hanno diritto ad un pass per i trasporti pubblici gratuito per tutta la durata del tuo soggiorno e valido per Ginevra e la periferia, incluso l’aeroporto. Il pass resta valido anche il giorno in cui effettuate il check out dalla struttura ricettiva, il che è utile se avete un volo alla sera tardi e volete fare ancora un giro in città.

Ginevra in tram e autobus

Ginevra ha una rete in espansione di tram e autobus che garantiscono un servizio capillare e frequente. Molte linee convergono alla stazione ferroviaria di Cornavin, altre a Place Bel-Air non distante dal fiume. Gran parte delle linee cessano di operare attorno a mezzanotte, ma il venerdì e il sabato restano disponibili alcuni autobus notturni (noti come Noctambus) con corse poco frequenti da mezzanotte alle 02:00 circa sulle rotte principali. Questi autobus sono contrassegnati dalla lettera “N” sul loro display. A differenza di altre città svizzere, non esiste una tariffa aggiuntiva per i servizi di trasporto notturni a Ginevra, ma è sufficiente un normale biglietto o pass.

Ginevra in treno

I treni suburbani per la periferia passano ogni mezz’ora durante il giorno e ogni ora dopo le 20:00. L’ultimo treno per il capolinea orientale, (Coppet), parte alle 00:03. Sebbene questi “Regios” servano principalmente pendolari, due delle loro fermate, Versoix e Coppet, sono circondate da molti buoni ristoranti e strade storiche belle da esplorare. C’è anche un’altra linea ferroviaria suburbana, la RER Genève, che potrebbe essere interessante a livello turistico: va da Cornavin a La Plaine, in alcuni casi proseguendo per la Francia (2 fermate da La Plaine). Come per autobus e tram, i biglietti devono essere acquistati prima di salire sul treno, ma tenete presente che se viaggiate solo all’interno del cantone di Ginevra, un biglietto per autobus / tram è valido sul treno e viceversa, mentre se vi avventurate più lontano dovrete necessariamente acquistare un biglietto regionale, che comprende anche parti del Canton Vaud e della Francia.

Ginevra in barca

Il servizio di trasporto delle “mouette“, le pittoresche imbarcazioni di colore giallo tipiche di Ginevra, è incluso nel pass dei trasporti TPG che i turisti ricevono gratuitamente dagli hotel. Questo è decisamente un bel modo per farsi un giro panoramico sul lago, partendo dalla stazione di Pâquis vicino al Quai du Mont-Blanc fino alla sponda opposta del lago, terminando la corsa alla fermata Eaux-Vives vicino al Jardin Anglais. Le barche salpano ogni 10 minuti. 

Ginevra in macchina

Sebbene l’auto non serva per girare in città, se volete esplorare la campagna o andare a sciare in una delle stazioni sciistiche delle Alpi, avere un’auto è l’opzione migliore. Numerose agenzie di noleggio locali e internazionali sono presenti all’aeroporto ed è consigliabile prenotare online con un po’ di anticipo per scucire tariffe migliori.

Ginevra in bicicletta

Ginevra è una città fantastica in cui muoversi in bicicletta. Fatta eccezione per la città vecchia, il resto della città è perlopiù pianeggiante e ci sono diversi percorsi sicuri e veloci in cui passeggiare.

Oltre ai numerosi negozi e agenzie della città, potete scegliere i servizi offerti da Genèveroule che consente di noleggiare biciclette gratuitamente per quattro ore e poi con un prezzo di 2 franchi (1,82 euro) all’ora, dal 30 aprile al 30 ottobre. È necessario esibire un passaporto o una carta d’identità ed è richiesto un deposito rimborsabile di 20 franchi (18,22 euro). Ci sono varie stazioni sparse per la città, alcune poste lungo il lago, vicino alla stazione ferroviaria, a Eaux-Vives (Terrassière), la Plaine de Plainpalais e a Carouge.

Se cercate biciclette per escursioni più impegnative o tour guidati, rivolgetevi a negozi e agenzie della città. Sui siti internet Veloland, Bikemap e Routeyou potete trovare percorsi ciclabili nazionali, regionali e locali in inglese, nonché mappe e altre informazioni utili.

Ginevra a piedi

Ginevra è compatta e facile da esplorare a piedi. La città vecchia è collinosa e si compone di stretti vicoli acciottolati, ma può essere facilmente visitata a piedi partendo ovunque intorno al molo da cui partono i tour in barca sul lago di Ginevra, o dalla stazione di Cornavin.

Attraversando il ponte Pont du Mont Blanc si arriva al Jardin Anglais (giardino inglese) con il famoso orologio fiorito e una fontana scolpita in bronzo. Da qui potete attraversare la strada (Quai de General Guisan) e salire la collina (su Place du Port e Rue de la Fontaine) e proseguire fino alla Cattedrale di San Pietro. Questo è solo uno dei percorsi che potrete fare ma ce ne sono molti altri che potete seguire da soli o con una visita guidata, che vi permetteranno di cogliere le meraviglie di Ginevra e le sue atmosfere.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).