Hash Brown

Quando pensiamo alla colazione americana ci salta subito alla mente il classico piatto a base di pancetta, salsiccia e uova, ma c’è un altro componente che spesso passa quasi del tutto inosservato: l’hashbrowns. Si tratta di una frittella di patate che vengono cotte in padella dopo essere state palate e tagliate alla Julienne. Il nome originale di questo piatto è hashed brown potatoes e si tratta di una ricetta tradizionale molto antica, comparsa per la prima volta nei libri della scrittrice di cucina Maria Parloa nel 1888. Nel tempo il nome fu poi accorciato nell’attuale “hash browns”. È una specialità che può essere servita anche da sola o come contorno ed è molto economica e semplice da realizzare. Oltre alla versione classica ne esistono altre varianti, come ad esempio le crocchette di hashbrowns, che negli USA vengono chiamate tater tots.

Se avete in programma una vacanza negli Stati Uniti non potete non assaggiare questa prelibatezza locale, ma anche chi resta a casa può provarlo nelle catene di fast food americane, come McDonald dove viene preparata sotto forma di tortino di patate oppure mettersi ai fornelli e cimentarsi nella preparazione dell’hashbrowns seguendo la  ricetta originale che vi propongo qui di seguito. Se non volete mangiarle a colazione perché magari risultano un po’ troppo pesanti potete prepararle come aperitivo, abbinandole a tantissimi ingredienti a vostra scelta.

La ricetta originale

Preparare questa specialità è molto semplice, ma è necessario seguire correttamente tutti i passaggi della ricetta per ottenere il giusto grado di croccantezza e sapore.

Per realizzare l’hashbrowns vi servono solo due ingredienti:

  1. 1-2 patate
  2. burro.

Cominciate dal lavare le patate e, se volete, potete anche pelarle, ma non è un passaggio obbligatorio.
Preparate poi una ciotola d’acqua fredda o ghiaccio e tenetela a disposizione. Tagliate poi le patate a striscioline fini: potete farlo manualmente con una grattugia oppure utilizzare un tritatutto da cucina.
Immergete le patate nella ciotola d’acqua per qualche minuto: questo aiuterà le patate a mantenere il proprio colore, evitando che diventino scure e risultino esteticamente meno invitanti.
Poi strizzate bene le patate per eliminare l’umidità; questo passaggio è fondamentale perché vi permetterà di ottenere un hashbrowns bello croccante e non  molliccio. Per aiutarvi in questa operazione disponete le patate in un panno, afferrate gli angoli del panno e arrotolatelo su se stesso stringendo con forza.

Una volta terminato questo passaggio disponetele  su un panno pulito.

Prendete una pentola in acciaio grande abbastanza per cucinare le patate e mettetela a riscaldare su una fiamma medio-alta fino a che non diventa molto calda. Poi aggiungete una dose abbondante di burro.
Una volta che il burro sarà sciolto, aggiungete le patate mescolando e distribuendole su uno strato uniforme e sottile, aiutandovi con una spatola da cucina. Ora non vi resta che attendere che l’hashbrowns assumi un colore dorato sulla superficie; non fatevi ingannare dal colore più scuro che vedrete nella parte inferiore a contatto con la padella, ma attendete che anche lo strato superiore diventi del gusto colore.

Quando credete che sia arrivato il momento giusto, girate l’hashbrowns. Se avete cotto molte patate formando un unico blocco suddividetelo in più pezzi per facilitarvi nell’operazione.

A cottura quasi ultimata potete aggiungere i condimenti, come il sale e pepe.  Attendete che anche l’altro lato dell’hashbrowns sia cotto al punto giusto e infine disponetelo nel piatto e servite!

A piacimento, potete aggiungere delle salse, come il ketchup, o un altro po’ di burro.

Questa è la versione classica dell’hashbrowns, ma esistono poi molteplici varianti in cui vengono aggiunte cipolle, uova, verdure o altre ingredienti, quindi potete sbizzarrirvi.

Hashbrowns più croccante

Per chi vuole realizzare un hashbrowns più croccante e gustoso, esiste una ricetta sempre molto semplice da fare a casa, che consiste nel precuocere le patate nel microonde o nel forno prima di metterle in padella.

Partite sempre dal tritare le patate e metterle in ammollo in acqua fredda o ghiaccio. Poi, come nella ricetta precedente, strizzate bene le patate per rimuovere l’umidità A questo punto mettete per pochi minuti le patate nel forno o nel microonde: questo passaggio è importante per ottenere poi una crosticina e quindi ottenere un hashbrowns più croccante.

Mettete poi a scaldare una padella con dell’olio a fuoco medio-alto e quando raggiunge la temperatura ideale aggiungete le patate e come fatto in precedenza create uno strato sottile e uniforme. Dopo circa un paio di minuti, quando vedete che si forma una crosticina dorata girate l’hashbrowns e condite a piacimento con sale, pepe e altre spezie.
Terminata la cottura, riponete l’hashbrowns su una carta da cucina per rimuovere l’eccesso di olio.

Galleria Foto