Yakusugi Land

Il maestoso parco naturale Yakusugi Land offre un’escursione nella natura incontaminata, tra alcuni degli alberi di cedro più antichi di Yakushima, chiamati appunto “yakasugi” in giapponese. Si stima che l’albero più anziano di questa area abbia circa 3000 anni, un dato che forse stupisce ma che non riesce a superare il record del cedro Jomonsugi, il più antico del paese, che ha casa sempre sull’isola di Yakushima.

La “terra dei cedri” si trova nella parte orientale di Yakushima e al suo interno è popolata da una grande varietà di piante autoctone che la rendono un paradiso per gli amanti dei paesaggi naturali e del trekking, i quali possono avvalersi di una rete di sentieri adatti a tutti che si snodano tra i tronchi millenari. Il parco è uno dei luoghi più facilmente accessibili di Yakushima ed è quindi ideale per un’escursione giornaliera anche se non si ha molto tempo a disposizione.

I sentieri

Il parco è attraversato da una serie di percorsi escursionistici che variano in lunghezza e livello di difficoltà, partendo da facili sentieri di mezz’ora ad altri leggermente più impegnativi che richiedono 8 ore. In ogni caso non richiedono una particolare preparazione fisica. I percorsi partono tutti da un sentiero principale dal quale si diramano delle deviazioni che poi riportano indietro al sentiero; è presente inoltre una buona segnaletica in inglese che vi aiuta nell’orientamento.

Il percorso più breve e semplice si snoda lungo una passerella in legno che in pochi minuti vi conduce ad una serie di cedri yakusugi, permettendovi di ammirarne alcuni esemplari, mentre il percorso più lungo si inoltra nella foresta conducendo alla vetta del Monte Tachudake: questo sentiero è indicato per i più allenati in quanto richiede circa otto ore di passeggiata.

Approfittate anche di una breve passeggiata in questo luogo per respirare l’aria fresca e profumata della foresta e lasciarvi coinvolgere dalle emozioni che vi regalerà camminare sotto i maestosi cedri verdi, ammirarne le massicce radici che serpeggiano sul terreno, osservare le forme singolari dei loro tronchi delineate dai raggi del sole che filtrano appena tra le chiome degli alberi. Gli alberi millenari danno un aspetto quasi solenne alla foresta ed è un ottimo luogo per lasciarsi cullare dal brusio del vento che soffia tra gli alberi e dal suono dell’acqua del fiume che per alcuni tratti accompagnerà il vostro cammino.

Il cedro Kigensugi

Per chi ha un po’ di tempo in più a disposizione, è possibile con un viaggio di quindici minuti in auto o autobus dal parcheggio di Yakusugi Land raggiungere il Kigensugi, un altro dei giganteschi cedri di Yakushima. Questo antico albero si trova proprio accanto alla strada ed è l’unico yakusugi dell’isola accessibile in auto.

I servizi

Yakusugi Land è una delle attrattive naturali più visitate di Yakushima perciò offre diversi servizi turistici, con un parcheggio ampio, un piccolo edificio all’ingresso che dispensa mappe dei sentieri, un negozietto di souvenir e snack dove potete acquistare cibo e bevande da portare con voi durante la passeggiata e infine delle toilette.

Come arrivare

Il modo migliore per raggiungere Yakusugi Land è in auto dalla cittadina di Anbo che dista appena 30 minuti. In alternativa è presente un servizio di trasporto in autobus che offre però due soli collegamenti giornalieri da Anbo per Yakusugi Land, uno al mattino e uno al pomeriggio; entrambe le corse proseguono anche fino al Kigensugi.

Informazioni generali per la visita

Il parco è visitabile pagando un biglietto di ingresso di 500 yen.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).