Visitare Venezia

Venezia è una città d’arte ricca di luoghi interessanti da esplorare in uno o più giorni. Un weekend sarebbe l’ideale per visitarla con calma, ma se ad esempio avete solo 24 ore a disposizione è possibile riuscire a coglierne le sfumature principali e ammirare almeno le maggiori attrazioni. Il centro della città è piuttosto compatto e potete comodamente spostarvi a piedi tra le calli oppure optare per i vaporetti. L’unico dettaglio che potrebbe portarvi via del tempo sono le code alle attrazioni e nei musei, che a Venezia non mancano mai soprattutto nei lugohi più famosi e/o nei periodi di alta stagione: in questo caso meglio dotarsi di un pass per saltare le code oppure limitarsi ad una visita superficiale dall’esterno se non siete fortemente interessati.

In questo articolo trovate uno spunto per un itinerario di un giorno a Venezia che potete naturalmente personalizzare in base ai vostri gusti ed estendere se vi fermate più giornate, con anche tante informazioni pratiche per arrivare, muoversi e mangiare in città.

Arrivare e Parcheggiare

Il modo migliore per arrivare a Venezia, se non abitate troppo distanti, è con il treno, in quanto la stazione di Santa Lucia si trova ad una breve passeggiata dal centro storico.

Venezia può essere raggiunta facilmente anche in auto o in moto, ma tenete conto che dovrete poi lasciarle nei parcheggi, perché l’unico modo per muoversi nel centro della città è a piedi o con i vaporetti e taxi su acqua. Il principale problema in questo caso è dove parcheggiare.  I collegamenti autostradali che permettono di arrivare a Venezia sono la A4 da Trieste e da Torino, la A27 da Belluno e la A13 da Bologna; una volta usciti a Venezia, si imbocca il Ponte della Libertà che conduce alla città e a Piazzale Roma, il punto più vicino a Venezia raggiungibile con la macchina. Proprio qui si trova uno dei parcheggi a pagamento. In alternativa è possibile lasciare l’auto nei parcheggi di Mestre  / Marghera o nei dintorni (Punta Sabbioni, Treporti o Fusina); in ogni caso tenete presente che non ci sono parcheggi gratuiti, ma lasciare l’auto più lontano, magari nei pressi dei moli da cui partono i vaporetti potrebbe essere comodo per evitare il traffico della città e spendere qualcosina in meno.  Piazzale Roma, situato accanto alla stazione, è anche dove si trova il terminal dei pullman che arrivano da varie città italiane.

Ultima alternativa è l’aereo. All’aeroporto di Venezia fanno scalo diverse compagnie e potrebbe essere un modo pratico e veloce se abitate distanti. Da qui potete poi usufrurire di un servizio navetta da/per Venezia in autobus o traghetto.

Al mattino: cosa vedere

Partiamo alla scoperta di Venezia prendendo come punto di partenza la stazione o Piazzale Roma, il modo migliore per addentrarsi nelle piccole calli e poi arrivare nei luoghi più turistici, ma naturalmente potete personalizzare il vostro itinerario di un giorno a seconda del vostro punto di arrivo.

Sestiere Cannaregio e Ghetto ebraico

Dalla stazione addentratevi nel quartiere di Cannaregio, attraversando il ponte delle Guglie. Questo è uno dei quartieri più autentici e tranquilli della città, ma ospita luoghi ricchi di fascino come il Ghetto Ebraico, una zona antichissima che ancora oggi è la casa di una numerosa comunità ebraica. I viali pullulano di laboratori artigianali e negozietti di antiquariato che riportano indietro nel tempo. Chi lo desidera può visitare il Museo Ebraico di Venezia.

Se dovete fare colazione siete nel quartiere giusto, perché a Cannaregio trovate alcuni dei migliori bar-pasticceria di Venezia: la Pasticceria Nobile è una delle più apprezzate in città, dove si gustano i sapori di una volta, con croissant e dolci di qualità, ma anche spuntini salati e le famose pizzette.

La Torrefazione Cannaregio è perfetta per gli amanti del caffè e per chi vuole assaporare l’atmosfera di una bottega storica.

La Pasticceria dal Mas è a pochi passi dalla stazione e da oltre 100 anni propone il meglio della tradizione pasticcera veneziana.

Campo San Giovanni e Paolo

Uscendo dal Ghetto ebraico dirigetevi a sud verso il Campo San Giovanni e Paolo, dove si trovano l’omonima Basilica, uno splendido esempio di gotico veneziano, e la Scuola Grande di San Marco, divenuta oggi un ospedale civile ma con un settore museale ricco di reperti e archivi interessanti da visitare.

Arsenale

Se siete appassionati di storia marittima, dirigetevi verso sud per fare tappa al celebre Arsenale di Venezia: si tratta di un antico complesso di cantieri navali da cui un tempo salpavano le navi della Serenissima. Per gli appassionati, consiglio il Museo Storico Navale.

Piazza San Marco

Dirigetevi verso Piazza San Marco, passeggiando lungo la famosa Riva degli Schiavoni, una delle più importanti rive monumentali di Venezia. Un tempo questa promenade era un luogo di commercio, oggi i turisti passeggiano ammirando gli edifici storici che vi si affacciano.

Piazza San Marco è il cuore di Venezia e simbolo della città. Qui potete ammirare la splendida Basilica con il suo noto campanile e, se lo desiderate e ne avete il tempo,  visitare Palazzo Ducale e i musei civici. Sia all’ingresso della Basilica che a Palazzo Ducale troverete sempre lunghe code, quindi se avete già in mente di accedere a uno di questi luoghi meglio acquistare un pass. A pochi passi da San Marco c’è anche il famoso Ponte dei Sospiri.

Pranzo

La cucina veneziana offre un ventaglio di ricette buonissime e in grado di soddisfare i gusti di tutti: risi e bisi, fegato alla veneziana, baccalà mantecato e i bigoli in salsa alla veneziana sono alcune tra le principali specialità, ma se siete di fretta e con un budget ridotto potete assaggiare i famosi “cicchetti” degli stuzzichini ottimi da accompagnare a uno spritz o un buon vino veneto, rigorosamente da provare nei tipici bacari. A Venezia troverete tanti posti dove assaggiare le specialità della tradizione in una location magica: dai piccoli ed economici bacari alle osterie e bar storici fino ai ristoranti più moderni, non avete che l’imbarazzo della scelta.

  • Bar Florian. Sotto i portici della piazza, dove si trova il bar Florian è uno dei più antichi e cari bar di Venezia. Un’atmosfera unica e musica dal vivo, ideale per uno spuntino veloce con i tipici cicchetti.
  • Osteria Enoteca San Marco. Una storica trattoria trasformata in un ristorante-enoteca dall’atmosfera informale ma elegante dove assaggiare le specialità della tradizione e ottimi vini.
  • Tuttinpiedi. Piccolo locale in pieno centro, che offre primi e stuzzichini cucinati al momento. Come dal nome del locale, non ci sono posti a sedere. Veloce ed economico.
  • Enoteca Al Volto. Locale storico di Venezia fondato nel 1936, tra Piazza San Marco e il Ponte di Rialto, propone una cucina tipica veneziana.
  • Rosticceria Gislon. Una storica rosticceria famosa per la sua mozzarella in carrozza, sebbene non sia propriamente originaria di Venezia è molto popolare sin dall’800.

Pomeriggio

Ponte di Rialto e Canal Grande

Dopo un ultimo giro a San Marco dirigetevi verso il Ponte di Rialto, uno dei quattro ponti che attraversano il Canal Grande e tra le attrazioni più famose di Venezia. La sua caratteristica arcata in pietra risale al ‘500, ma da sempre questo luogo è una delle zone più vivaci e affollate della città nonché cuore del commercio: ancora oggi a fiancheggiare il Canale ci sono pittoreschi mercati. Nel Mercato di Rialto potete acquistare prodotti freschi e specialità veneziane.

Basilica dei Frari e Sestiere San Polo

Superato il ponte di Rialto, addentratevi nel Sestiere San Polo per visitare la Basilica dei Frari, la più grande chiesa di Venezia. Sfoggia un bellissimo stile gotico veneziano e conserva alcuni tesori sorprendenti, come due dipinti di Tiziano e la tomba monumentale del celebre pittore. Nei pressi della Basilica dei Frari si trovano altre attrazioni culturali come il Museo Leonardo da Vinci.

Ponte della costituzione

Ritornando verso la Stazione o Piazzale Roma, si attraversano i Giardini Papadopoli, un incantevole parco pubblico dove fare una passeggiata se ne avete il tempo. Il Ponte della Costituzione, noto come Ponte di Calatrava dal nome dell’architetto che l’ha realizzato è un’aggiunta moderna e collega Piazzale Roma alla Stazione di Venezia.

Cosa comprare

Venezia non è solo arte, storia e cultura, ma è anche una meta ideale per gli appassionati di shopping. La città e le località limitrofe come Murano e Burano sono infatti rinomate per le antiche tradizioni artigianali e la gastronomia, offrendo quindi tanti spunti per souvenir e ricordi della giornata a Venezia.  Tra i prodotti che non possono mancare al ritorno del vostro viaggio ci sono:

  • articoli in vetro di Murano;
  • merletti di Burano;
  • maschere veneziane;
  • tessuti pregiati e lavorati come velluto e pizzo;
  • dolciumi, tra cui tanti tipi di biscotti rustici come i baicoli, e le tipiche fritole di Carnevale.

Negozi

Le Mercerie è la via principale dello shopping, con boutique di lusso e negozietti di souvenir, e si estende da Piazza San Marco e il ponte di Rialto, con una schiera di boutique, botteghe e negozietti di ogni genere, ma potete scovare altri luoghi interessanti per fare acquisti in tutta la città. Tra i negozi che vi suggerisco di visitare ci sono:

  • Pied à terre. Accanto al Ponte di Rialto, questo è uno dei migliori negozi per acquistare le “furlane”, tipiche pantofole di velluto indossate dai gondolieri di Venezia.
  • Ca-Macana. È il posto ideale per acquistare una tipica maschera veneziana e ospita un laboratorio dove ciascuno può crearsi la propria maschera personalizzata.
  • Atmosfera Veneziana, negozio vicinissimo a Piazza San Marco e ideale per acquistare gioielli e articoli per la casa prodotti con il vetro di Murano.
  • Legatoria Piazzesi. Fu la prima bottega della carta in Europa e conserva ancora il fascino di un tempo: troverete carta da lettere, calendari, stampe, ecc.

Aperitivo e/o cena

Per la sera potete scegliere tra un pasto sostanzioso comodamente gustato in un ristorante oppure un aperitivo economico a base di cicchetti e l’immancabile spritz, la bevanda più famosa di Venezia. Tra le proposte vi cito:

  • Bacareto da Lele. Storico locale veneziano molto frequentato dagli universitari. Ottimi stuzzichini per un aperitivo o un pasto veloce e prezzi super convenienti.
  • Cantina Arnaldi. Un’accogliente enoteca che propone cucina veneziana e i famosi cicchetti da accompagnare a dell’ottimo vino.
  • Riviera. Oltre alle viste suggestive sul canale della Giudecca, questo ristorante elegante è uno dei più apprezzati per la sua ricercatezza nei sapori, con piatti sia di carne che di pesce. Offre anche spazi esterni.
  • Harry’s Bar. Ideale per chi vuole immergersi nelle atmosfere senza tempo di un locale storico famoso in tutto il mondo e dichiarato patrimonio nazionale.

Card, sconti, info utili

Venezia Unica è il pass disponibile per la città di Venezia e consente di accedere a vari musei e attrazioni della città, tra cui Palazzo Ducale e il Museo Ebraico, offrendo al tempo stesso la possibilità di includere l’utilizzo illimitato dei mezzi di trasporto pubblico, compresi i vaporetti per spostarsi in città. Potete acquistare online il Venezia Unica City Pass e personalizzarlo in base alle vostre esigenze: il prezzo parte da circa 30 euro per la formula con le sole attrazioni e musei, a cui potete aggiungere altri servizi come il trasporto. Per una giornata considerate circa 50 euro.  La tessera offre inoltre sconti per mostre, escursioni, locali e bar. Non dimenticatevi però che se visitate la città la prima domenica del mese una buona parte dei musei e delle attrazioni sono gratis grazie all’iniziativa nazionale “Domenica al Museo”.

Se invece siete interessati esclusivamente ai trasporti potreste valutare l’acquisto di un pass con la linea di battelli City Sightseeing Venezia, con formule a partire da 24 ore per un prezzo di 20 euro, che consentono di raggiungere velocemente le varie attrattive, con spostamenti illimitati. Se avete bisogno di informazioni, mappe o di acquistare pass in loco potete rivolgervi agli uffici di informazione turistica situati in aeroporto, nei pressi della stazione, di Piazzale Roma o Piazza San Marco.

Se volete provare l’esperienza di un giro in gondola, un tour di 30 minuti costa 80 euro.

In particolare nella stagione primaverile e autunnale, a Venezia potrebbe verificarsi il fenomeno dell’acqua alta, ovvero un’inondazione delle strade: si tratta di un evento piuttosto frequente e a cui la città è preparata. In queste occasioni si usano passerelle che consentono il traffico pedonale.

Se vi fermate 2 o più giorni

Escursione  a Murano

Se vi fermate un intero weekend non potete perdere l’occasione di visitare Murano: è sufficiente un paio d’ore per apprezzarla e la si può abbinare anche ad una visita a Burano nella stessa giornata.  L’isola è rinomata per la produzione del vetro e passeggiando tra le viuzze potete curiosare tra le botteghe per vedere gli artigiani all’opera.

Escursione a Burano

Visitando la variopinta Burano noterete alcune donne all’esterno di case e negozi intente a lavorare il merletto, l’antica arte per cui l’isola è famosa. Concedetevi una passeggiata lungo i canali, tra negozietti e case tutte colorate.

Sestiere di Dorsoduro

È uno dei quartieri più belli e autentici di Venezia. Il cuore di Dorsoduro è la grande piazza di Campo Santa Margherita, dove ogni mattina potete fare acquisti al mercato. Ospita chiese antiche, musei e varie istituzioni dedicate all’arte come la Collezione Peggy Guggenheim e la Galleria dell’Accademia.

Isola della Giudecca

Se volete scoprire il volto meno turistico di Venezia, visitate questo angolo senza tempo, dove  passeggiare tra chiese, vecchie botteghe e antichi forni. Attrazione dell’isola la Casa dei Tre Oci con mostre d’arte e fotografia.

Dove dormire

Due giorni sono il periodo ideale per visitare Venezia con tutta calma, esplorando anche i dintorni. In questo caso è molto importante scegliere una zona strategica dove dormire per spostarsi con facilità: se volete maggiori consigli, leggete l’articolo “dove dormire a Venezia”.