Cosa vedere a Venezia

Non sorprende che Venezia sia una delle città italiane più visitate: oltre alla sua incredibile bellezza e all’importanza storica e artistica, il capoluogo del Veneto è anche una città unica nel suo genere. Con i suoi pittoreschi canali attraversati dalle gondole, le minuscole calli, i musei dell’arte e gli antichi palazzi, offre scorci romantici e tantissime cose da vedere, tanto che spesso ci si trova spaesati nel dover preparare un itinerario. Se avete in programma un viaggio a Venezia e siete indecisi su cosa vedere e cosa fare, eccovi una lista dei luoghi da non perdere.

Piazza San Marco

Piazza San Marco è il cuore di Venezia e simbolo della città. Un lato della piazza si affaccia su Canal Grande, mentre sugli altri tre sorgono alcune delle maggiori attrazioni di Venezia:   potete ammirare la splendida Basilica di San Marco con il vicino campanile, l’elegante Palazzo Ducale e la Torre dell’Orologio. Sotto i porticati si nascondono caffè storici e ristorantini dove fermarsi a pranzo o per un aperitivo con vista sulla piazza e sul canale. Dai moli partono i tour in traghetto o in gondola verso altre zone della città e le isole, e questo rende Piazza San Marco piuttosto trafficata e affollata di turisti.

Basilica di San Marco

Già dall’esterno la Basilica di San Marco cattura lo sguardo per i suoi dettagli elaborati, i dipinti che decorano la zona sopra l’ingresso e il suo mix di elementi in stile romanico, gotico e bizantino che la rendono unica.  Resta uno dei luoghi sacri più importanti non solo di Venezia, ma del Nord Italia. Ogni suo aspetto lascia i visitatori senza fiato e non potete certamente lasciare la città senza averla visitata. Costruita nel 1092 è stata arricchita nel corso dei secoli con opere d’arte e preziosi decori provenienti da tutto il mondo: sculture, dipinti, affreschi e mosaici bizantini evocano scene religiose, alcune riferite proprio alla storia di San Marco.

Campanile di San Marco

Con i suoi 98,6 metri di altezza, il Campanile di San Marco svetta sull’omonima piazza regalando una delle immagini più note di Venezia. Simbolo inconfondibile della città, è anche la sua struttura più alta, e questo permette di avere panorami mozzafiato e incontrastati su tutta Venezia. Sfoggia un profilo semplice alla base, composta da mattoncini rossi, mentre la cima è più elaborata e termina con la statua dorata dell’arcangelo Gabriele.  Quella che potete ammirare oggi è però una ricostruzione fedele dell’originale campanile, crollato agli inizi del ‘900.

Palazzo Ducale

Sempre su Piazza San Marco, si trova un’altra gemma architettonica della città, un palazzo storico che oltre ad essere bello da ammirare dall’esterno è molto interessante da visitare all’interno in quanto permette di ripercorrere tutta la storia di Venezia.  La sua facciata non lascia indifferenti, con il suo colonnato intarsiato che caratterizza la base dell’edificio,  i motivi geometrici che decorano la facciata e uno stile che richiama all’architettura bizantina.  Gli ambienti interni non sono certo da meno: concedetevi una passeggiata nel cortile, percorrete la grande scalinata che conduce agli appartamenti del Doge e visitate saloni eleganti e arredati con opere d’arte, arazzi, affreschi e arredi di materiali pregiati.

Ponte di Rialto e Canal Grande

È uno dei tanti ponti che attraversano Canal Grande, ma senza dubbio è il più famoso. Costruito in legno sul finire del 1100, venne ricostruito in pietra nel 1500 dopo un cedimento del primo, e da questo momento divenne un importante punto di riferimento commerciale per la città, oltre che una delle sue attrazioni più iconiche. Il via vai di turisti sul ponte è costante ad ogni ora del giorno e l’atmosfera è sempre particolarmente affollata e vivace anche grazie alla presenza di una serie di botteghe di souvenir e gioielli che presidiano i lati del ponte. Gli scorci su Canal Grande sono di straordinaria bellezza e un selfie in questo punto è d’obbligo!

Mercato di Rialto

Sin all’antichità Rialto è il cuore degli scambi commerciali di Venezia, e resta una delle zone da visitare per la sua vivacità e le atmosfere autentiche. Offre uno spaccato della vita quotidiana di Venezia e oltre ad ospitare il famoso Ponte di Rialto, è la location di un enorme mercato, dove potete curiosare tra le tante bancarelle di frutta, verdura e altri cibi freschi, fare incetta di prodotti tipici locali ma anche di articoli come spezie, seta e tappeti che richiamano agli antichi rapporti commerciali tra Venezia e l’Oriente.

Ponte dei Sospiri

Sebbene sia un piccolo ponte che sorge a pochi passi da San Marco, il Ponte dei Sospiri rappresenta una delle strutture più visitate in città. Il ponte collega Palazzo Ducale alle Prigioni Nuove passando sopra il rio di Palazzo (o rio della Canonica) ed un tempo era attraversato dai condannati, i quali, lungo il percorso, sospiravano davanti a questo incantevole scorcio di Venezia che probabilmente non avrebbero mai più rivisto. Oggi a sospirare al loro posto sono gli innamorati che vi passano sotto durante un giro in gondola sigillando il momento con un bacio di rito.

Peggy Guggenheim Collection

La Peggy Guggenheim Collection è una delle gallerie d’arte più importanti in Italia per la sua collezione di opere d’arte europea e statunitense del ‘900. I capolavori provengono dalla collezione personale della statunitense Peggy Guggenheim e portano la firma di  artisti famosi come Picasso, Dalì, Pollock, Brancusi e tanti altri. Se siete appassionati d’arte contemporanea, la Peggy Guggenheim Collection è una tappa da non perdere, ma in ogni caso potete approfittare della visita per ammirare le sale eleganti di Palazzo Venier dei Leoni, lungo il Canal Grande, dove è ospitato il museo.

Caffè Florian

Potrà sembrare alquanto insolito inserire una caffetteria tra le attrazioni di Venezia, ma Caffè Florian non è solo uno storico bar della città, bensì il più antico caffè del mondo. Inaugurato il 1720 da Floriano Francesconi, che in dialetto veneziano veniva chiamato Florian, si nasconde sotto i portici di Piazza San Marco, ed è una tappa da non perdere per sorseggiare un caffè ammirando i palazzi più belli di Venezia e per rivivere le atmosfere di un tempo, immaginando quando i tavolini del bar erano occupati da personaggi come Casanova, Goldoni, Dickens, Goethe, D’Annunzio e tanti altri ancora.

Gallerie dell’Accademia

Affacciato sul Canal Grande, di fronte al Ponte dell’Accademia, sorge questo importantissimo museo che racchiude i maggiori capolavori della pittura rinascimentale veneziana. Potrete ammirare le opere d’arte di artisti quali Tiziano, Tintoretto, Bellini, e di altri pittori meno conosciuti ma altrettanto talentuosi. Tra i capolavori più apprezzati del museo c’è l’Uomo Vitruviano di Da Vinci, la Resurrezione di Tintoretto, la Vergine e il Bambino di Tiziano e la Battaglia di Lepanto di Veronese. Se amate l’arte è di certo un museo da non perdere.

Ghetto ebraico

Il Ghetto Ebraico di Venezia è nato ai tempi della Serenissima e questo lo rende il più antico d’Europa. Dista solo pochi passi dalla stazione, all’interno del Sestiere di Cannaregio, ed è un luogo che vi consiglio di visitare per scoprire un altro volto di Venezia. Passeggiate tra le calli, perdendovi con lo sguardo tra sinagoghe e botteghe artigianali,  per poi fare incetta di prodotti tipici nei mercati e assaggiare i migliori piatti della cucina kosher nei vari ristorantini della zona.

Gran Teatro La Fenice

Il Gran Teatro La Fenice sorge nel Sestiere di San Marco ed è il principale teatro lirico di Venezia, nonché uno dei più prestigiosi in Italia. Per gli amanti dell’opera assistere ad un concerto in questa cornice suggestiva è di certo un’esperienza emozionante, ma anche chi non apprezza questo genere può essere interessante visitare il teatro dal punto di vista storico e architettonico. Il suo avvincente passato è costellato di difficoltà, in quanto il teatro fu più volte danneggiato dagli incendi ma, come suggerisce il nome, è riuscito a risorgere e ancora oggi continua a regalare emozioni. Per chi non potesse assistere ad uno spettacolo, è sempre possibile visitare il teatro durante la giornata con un tour guidato.

Murano

Una vacanza a Venezia non può dirsi completa senza un’escursione a Murano, un’isola affascinante che accoglie i visitatori con il suo caleidoscopio di colori e le sue botteghe storiche, dove ancora oggi è possibile osservare l’antica arte della lavorazione del vetro soffiato per cui Murano è popolare in tutto il mondo. Murano ospita anche vari edifici storici e attrazioni tra cui la Basilica dei Santi Maria e Donato, Campo Santo Stefano e Palazzo da Mula. Passeggiate tra le viuzze respirando le atmosfere tipiche di un piccolo borgo e fermatevi a fare acquisti di pregiati prodotti artigianali.

Burano

Un’altra splendida isola di Venezia, raggiungibile in circa 40 minuti in traghetto, Burano è ideale per un’escursione abbinata a Murano.   Le sue casette colorate che si riflettono sull’acqua donano un tocco vivace e spensierato a questo piccolo borgo di pescatori e si dice che fu proprio per i pescatori che gli edifici vennero pitturati, in modo che potessero riconoscere facilmente la propria casa nelle giornate di nebbia. Le piccole calli, le sue barchette ormeggiate accanto alle case e le botteghe artigiane regalano un quadro pittoresco da non perdere.