Visitare Napoli

Con i suoi luoghi storici, i paesaggi costieri e le antiche tradizioni, Napoli si presta bene ad una vacanza, sia breve che di qualche giorno. Come ogni grande città, avere a disposizione 2 o 3 giorni sarebbe l’ideale per visitarla in maniera approfondita, riuscendo magari anche a fare qualche escursione nei dintorni o sulle colline, ma se avete poco tempo e volete inserire Napoli nel vostro itinerario, potete comunque coglierne le sfumature essenziali e ammirare le maggiori attrazioni e i viali del centro storico.

In questo articolo troverete un itinerario di 24 ore a piedi nel centro storico di Napoli, che potete poi personalizzare o integrare con altre attrazioni nel caso vi fermaste più tempo.

Arrivare e Parcheggiare

Napoli è raggiungibile con vari mezzi di trasporto. Se abitate lontano, l’alternativa più veloce e pratica è l’aereo: l’Aeroporto Internazionale di Napoli Capodichino dista meno di 10 km dal centro e offre un servizio di bus navetta molto comodo per il centro e il porto.

Anche il treno si rivela una soluzione ottima: la stazione Napoli Centrale è ben collegata con tutte le città italiane e si trova a pochi passi dal centro e dalla stazione della metro. Accanto alla stazione si trova anche il terminal dei pullman che arrivano da ogni parte d’Italia.

Se invece pensate ad un tour in macchina in Campania, potete raggiungere Napoli in auto percorrendo diverse autostrade a seconda della vostra città di partenza: se arrivate da nord allora dovrete imboccare l’autostrada A1, da sud la A3, mentre dall’Adriatico, l’A16. Da qualunque parte arriviate, l’uscita è quella di Napoli, dopo la quale non vi resta che seguire le indicazioni per il centro. In quanto al parcheggio, considerato che gran parte del centro storico è zona pedonale o a traffico limitato, il consiglio è quello di  lasciare l’auto al Metropark (a pagamento) in Corso A. Lucci, vicino alla stazione centrale.

Come muoversi

Il centro si visita comodamente a piedi, ma se preferite usare i mezzi vi consiglio il pass giornaliero per metro e bus a 3,50euro.

Al mattino: cosa vedere

Piazza Garibaldi e Corso Umberto I

Iniziamo il tragitto da Piazza Garibaldi, una delle più vivaci e trafficate della città, nonché sede della stazione centrale dei treni e della metropolitana. Al centro della piazza potete ammirare la statua dedicata a Giuseppe Garibaldi. Dalla piazza imboccate Corso Umberto I, che collega la stazione al centro storico, in un susseguirsi di edifici storici,  sedi universitarie, monumenti e negozi.

Se dovete fare colazione lo Jamme Caffè, su Corso Umberto I, e il Bar Mexico su Piazza Garibaldi, servono un ottimo caffè napoletano da accompagnare a cornetto, sfogliatelle o altri dolci.

Piazza Municipio e Maschio Angioino

Al termine di Corso Umberto I, lungo poco più di 1 km, vi ritroverete su Piazza Bovio e da qui proseguite in direzione di Piazza Municipio, dove ad attendervi ci sono la bellissima Fontana del Nettuno e l’imponente Maschio Angioino, il castello medievale simbolo della città. Al suo interno comprende varie sale eleganti e con mobili d’epoca, la Cappella Palatina, il Museo Civico e le prigioni. Potete naturalmente visitarlo, ma tenete conto che si impiegano almeno un paio d’ore.

Teatro San Carlo, Piazza Plebiscito e Palazzo Reale

Proseguite in direzione di Piazza Trieste e Trento, passando accanto all’elegante Teatro San Carlo, uno dei più prestigiosi teatri lirici in Italia e nel mondo. Con una breve passeggiata raggiungete poi Piazza Plebiscito un altro luogo simbolo della città. Incorniciata da un colonnato, Piazza Plebiscito è una delle più grandi piazze italiane e su di essa si affacciano bellissimi edifici storici come il Palazzo della Prefettura, Palazzo Salerno, Palazzo Reale e la Chiesa di San Francesco di Paola. Palazzo Reale è tra gli edifici che più meritano una visita se ne avete il tempo: una parte ospita la Biblioteca Nazionale, mentre nell’altra è possibile accedere agli appartamenti reali e ai giardini.

Da Piazza del Plebiscito è possibile anche ammirare il Vesuvio e il Golfo di Napoli da un piccolo belvedere.

Pranzo

Una giornata a Napoli non è completa senza un assaggio della cucina tipica locale. Imperidibili sono specialità come la pizza napoletana e le sfiziosità dello street food, tra cui pesce fritto e pizza fritta. Il pesce è uno degli ingredienti più utilizzati nella cucina partenopea perciò se vi troverete a mangiare a pranzo in una trattoria tradizionale avrete una vasta scelta di primi e secondi piatti dal profumo di mare, tra cui l’impepata di cozze e gli spaghetti alle vongole. Regina della cucina napoletana è anche la mozzarella, protagonista di piatti freschi come la caprese. Dulcis in fundo, la pasticceria, composta da una miriade di dolci e pasticcini, dalla pastiera napoletana ai babà, passando per la sfogliatella.

In città troverete ogni tipo di locale, dalle friggitorie e gli stand di street food alle trattorie e pizzerie storiche ma anche varie proposte moderne.

Per un pranzo attorno a Piazza del Plebiscito, vi consiglio:

  • Antica Pizza Fritta Da Zia Esterina Sorbillo. Ottimo per un pranzo veloce e gustoso a base della mitica pizza fritta.
  • Trattoria da Ferdinando. Una storica trattoria dove tra immagini in bianco e nero e un arredo vintage, ci si tuffa nei sapori della tradizione napoletana.
  • Zero Zero Grano. Una tappa perfetta per i celiaci: un ristorante moderno che propone tutti piatti della cucina partenopea senza glutine.

E per un vero caffè espresso napoletano dopo pranzo non perdetevi lo storico Gran Caffè Gambrinus, accanto a Piazza Plebiscito. Luogo di incontro di letterati, politici e artisti, conserva ancora un’atmosfera e arredi vintage.

Pomeriggio: cosa vedere

Via Toledo e Galleria Umberto I

Imboccate via Toledo, una delle principali vie dello shopping di Napoli, affiancata da palazzi signorili, boutique, caffetterie ed edifici storici. Da Via Toledo potete fare una piccola deviazione per ammirare la Galleria Umberto I, costruita nel 1800 e ricca di bar, ristorantini e negozi.

Se volete fare una pausa per un dolce, fermatevi ad assaggiare le famose sfogliatelle di Pintauro proprio lungo via Toledo: si tratta di un locale inaugurato sul finire del ‘700.

La metropolitana Toledo

Proprio lungo via Toledo, tra i vari negozi, noterete l’ingresso della metropolitana Toledo, famosa  in tutto il mondo e considerata la più bella d’Europa: è decorata con mosaici e tante sfumature sui toni del bianco e del blu per evocare il mare di Napoli, il tutto accompagnato da un sottofondo di musica classica.

Piazza Dante e Piazza Bellini

Dalla stazione Toledo potete prendere la metro oppure proseguire a piedi fino a Piazza Dante,  cinta da palazzi antichi e con al centro la statua dedicata al celebre scrittore e poeta italiano.  Attraversate Port’Alba giungendo a Piazza Bellini,  sempre animata per via della presenza di tanti locali e pizzerie dai sapori autentici.

Cappella di Sansevero

Ad una decina di minuti a piedi da Piazza Bellini sorge una delle attrazioni più apprezzate di Napoli: la Cappella Sansevero, tra i più importanti musei di Napoli. Ospita numerose sculture, ma il capolavoro più ammirato è senza dubbio la statua del Cristo Velato.

Via dei Presepi

Penultima tappa di questo tour a Napoli è l’imperdibile via San Gregorio Armeno, la via dei Presepi.

Disseminata di botteghe artigiane è un luogo pittoresco e straripante di energia, dove si da vita a presepi e statuine molto elaborate e altre più simpatiche, tra cui quelle che ritraggono i personaggi famosi. Passeggiare in questo viale è un’esperienza da non perdere.

Cattedrale Metropolitana di Santa Maria Assunta

Concludiamo il tour con una visita al Duomo di Napoli, luogo molto caro ai napoletani. Al suo interno, oltre a preziose opere d’arte, ospita la cappella dove è custodito il sangue di San Gennaro.

Cena/Aperitivo

Se avete tempo per una cena o un aperitivo, eccovi qualche indirizzo nel centro storico di Napoli:

  • Trattoria Don Vincenzo. Una trattoria dove si respira la storia, si pranza o cena in strada a base di specialità napoletane, con ottimi prezzi.
  • Decumano 31. Ottimo locale informale dove assaggiare pesce, pizza e altre sfiziosità fritte.
  • Muu Mozzarella Bistrot. Un bistrot moderno che porta in tavola la regina di Napoli, la mozzarella, proposta in tante ricette, dolci e salate.
  • Intra Moenia. È il caffè letterario della città, ideale per un aperitivo immersi in un’atmosfera culturale e artistica. L’aperitivo è accompagnato da stuzzichini sfiziosi.

Cosa comprare a Napoli

Non si può lasciare Napoli senza aver acquistato qualche souvenir o prodotto tipico. Troverete ogni tipo di gadget, dal cornetto rosso portafortuna alle statuette di Pulcinella fino agli articoli a tema “Vesuvio”. Ma tra i regali più gettonati ci sono sicuramente i prodotti gastronomici: la mozzarella di bufala oppure i dolci, come babà, pastiera napoletana e sfogliatella sono perfetti per i più golosi, mentre per gli amanti dei liquori sarà gradita una bottiglia di Limoncello.

Napoli è rinomata anche per il suo artigianato, in particolare legato al presepe: passeggiando su via San Gregorio Armeno troverete ottimi pezzi fatti a mano per arricchire il vostro presepe o quello degli amici. I negozi di sartoria maschile di Napoli sono apprezzati in tutto il mondo: camicie, cravatte e abiti su misura si trovano nell’elegante zona di Chiaia.

Negozi a Napoli

Se siete appassionati di shopping a Napoli non avrete che l’imbarazzo della scelta. La zona attorno a Via dei Mille, nel quartiere elegante di Chiaia, è il centro della moda di lusso, con botteghe storiche, sartorie e boutique di prestigiose griffe internazionali. Corso Umberto I ospita negozi per tutte le tasche e catene come Yamamay, Benetton, ecc. Via Toledo è molto popolare tra i turisti e qui troverete sia negozi di souvenir che gli store delle grandi catene, tra cui anche il Disney Store, e alcuni brand più importanti.
Tra i negozi storici o quelli più particolari che vi consiglio di visitare ci sono:

  • Marinella. Istituzione di Napoli, è una storica bottega nel quartiere di Chiaia che ha realizzato cravatte indossate da capi di stato, reali e personaggi famosi.
  • Gay Odin. Storica cioccolateria aperta negli anni ’20 del Novecento, che oggi propone anche un delizioso gelato.
  • Mario Talarico-Ombrelli da sempre. Come suggerisce il nome, una storica bottega di ombrelli nata nel 1860.
  • Scaramanzia. Un negozio elegante dove scacciare la sfortuna con gadget e oggetti scaramantici di ogni tipo.

I mercati rionali sono un’altra realtà molto radicata a Napoli e ne troverete di vario tipo in ogni quartiere: il mercato di Antignano Vomero, ad esempio, è ideale per comprare prodotti alimentari, abbigliamento e tanto altro; il mercato di Poggioreale è particolarmente rinomato per le scarpe firmate e il vintage, mentre quello della Pignasecca è la meta perfetta per gli appassionati di street food e gastronomia.

Card, sconti e info utili

Esistono due card che consentono di risparmiare su musei e attrazioni. La tessera Campania Artecard nella formula “Napoli 3 giorni” ha un costo di 21 euro e include l’accesso gratis alle prime 3 attrazioni e sconti fino al 50% sulle successive, oltre al trasporto pubblico. Di recente è stata introdotta la card virtuale Naples Pass, scaricabile tramite un’app, che include sconti o accessi gratuiti sui principali musei e attrazioni di Napoli, con in più tante agevolazioni su ristoranti, negozi e servizi turistici convenzionati. Il prezzo parte da 19 euro per un pass valido 3 giorni, con la possibilità di includere anche i trasporti pubblici della città di Napoli con un sovrapprezzo. Non dimenticatevi però che se visitate la città la prima domenica del mese una buona parte dei musei sono gratis grazie all’iniziativa nazionale “Domenica al Museo”. Il City Sightseeing è il servizio di bus turistico che ad un prezzo di 23 euro per gli adulti permette di esplorare il centro storico scendendo e salendo alle fermate a proprio piacimento con un pass valido per un’intera giornata. Un’ottima soluzione per le famiglie con bambini o per chi ha difficoltà a camminare.

Se avete 2 o più giorni

L’Ospedale delle Bambole

Un museo nato da una storica bottega del 1800 dove si recuperano bambole d’epoca, peluche e statue.

Quartiere di Chiaia

Chiaia è uno dei quartieri più sofisticati della città e il cuore della movida partenopea. Qui si concentrano locali, pub, pizzerie e ristoranti. È inoltre la meta preferita per lo shopping di lusso.

Lungomare Caracciolo e Castel dell’Ovo

Una delle location più romantiche della città dove concedersi una passeggiata ammirando le bellezze del Golfo di Napoli e il Castel dell’Ovo, il castello più antico di Napoli.

Collina di Posillipo

Una zona residenziale immersa nel verde e dominata da splendide ville e palazzi. Offe viste sensazionali sul Golfo di Napoli.

Napoli Sotterranea

È un affascinante percorso nel sottosuolo di Napoli che permette di attraversare i cunicoli e antichi acquedotti scavati sotto il centro storico della città.

Spaccanapoli – San Biagio dei Librai

È una strada che attraversa il cuore della Napoli antica ed è costellata di chiese e palazzi,  botteghe, bancarelle di libri e di street food.

Museo e parco di Capodimonte

Capodimonte è un’altra zona collinare della città, che offre un’oasi verde e tranquilla dove rilassarsi e un importante museo d’arte in cui ammirare una splendida collezione di porcellane di Capodimonte.

Museo Archeologico Nazionale

È tra i più importanti al mondo e conserva preziosi reperti originari del Sud Italia, comprese le vicine Pompei ed Ercolano.

Escursione a Pompei

Se avete più giorni, una delle escursioni più gettonate è agli scavi di Pompei dove dovrete mettere in conto un’intera giornata.

Dove dormire

Se avete due o più giorni da trascorrere a Napoli è fondamentale scegliere un hotel in una zona strategica della città per sfruttare al meglio il soggiorno e risparmiare tempo negli spostamenti.  Se volete maggiori consigli su dove alloggiare, leggete l’articolo “dove dormire a Napoli”.