Come muoversi a Napoli

Napoli è servita da un’estesa e variegata rete di mezzi pubblici, che includono treni, tram, metropolitana, autobus, funicolare e traghetti, nonché i sempre presenti taxi. Esistono dunque diverse alternative per muoversi a Napoli, scoprendo non solo la città ma anche i dintorni e le isole. Rimarrete tuttavia sorpresi dalla facilità con cui potete spostarvi anche a piedi: ogni angolo della città offre gemme e luoghi interessanti da vedere e la maggior parte delle distanze, specialmente nel centro storico, sono brevi e possono essere facilmente percorse in pochi minuti. Per aiutarvi a pianificare la vostra vacanza in città, eccovi una guida su come muoversi a Napoli, a partire dall’arrivo in aeroporto.

Dall’aeroporto al centro

In aereo

Se il porto e la stazione di Napoli si trovano accanto al centro storico, l’Aeroporto Internazionale di Napoli-Capodichino dista circa 6 km a nord-est della città e non essendoci al momento un collegamento ferroviario, le uniche due alternative per raggiungere il centro sono l’autobus e il taxi.

Il modo migliore è la navetta dedicata chiamata Alibus che con 5euro vi conduce in città, fermando nei due punti principali: Stazione Centrale, dove c’è anche una stazione della metropolitana, e Piazza Municipio, vicino al porto principale dei traghetti (molo Beverello). Potete acquistare il biglietto direttamente sull’autobus.

I taxi autorizzati sono chiaramente visibili all’uscita; esistono tariffe fisse dall’aeroporto per il centro storico (18euro) e per un certo numero di destinazioni. Fate attenzione ai taxi illegali e non autorizzati e a chiunque cerchi di convincervi ad accettare un passaggio fino al centro.

Spostarsi in città

Biglietti e pass

È abbastanza difficile avere un quadro chiaro del sistema di trasporto pubblico a Napoli, poiché le linee anche di una stessa rete sono gestite da diverse compagnie. Tuttavia è possibile acquistare biglietti e pass validi su alcuni o tutti i mezzi. I biglietti TIC (Ticket Integrato Campani) sono disponibili presso chioschi, tabaccherie e distributori automatici e sono validi su tutti i servizi di metropolitana, autobus e funicolare della città, compresi i treni Circumvesuviana e Cumana all’interno della città di Napoli. Il biglietto integrato urbano TIC (1,60euro valido per 90 minuti) consente un solo viaggio su ciascuna modalità di trasporto (esclusi gli autobus) entro 90 minuti dalla convalida. Il biglietto giornaliero urbano costa 4,50euro e resta valido fino a mezzanotte dalla convalida; consente viaggi illimitati su tutti gli autobus urbani, treni della metropolitana e sulle funicolari.

Le varie compagnie di trasporto della città offrono anche dei propri biglietti, da utilizzare solo sui propri servizi. Ad esempio, ANM, che gestisce autobus urbani, le quattro funicolari e le linee 1 e 6 della metropolitana, offre un biglietto monouso da 1,10euro e un pass giornaliero da 3,50euro, mentre la compagnia ferroviaria statale Ferrovie dello Stato (FS) gestisce la linea 2 della metropolitana, offrendo un biglietto monouso da 1,30euro da utilizzare su quella linea metropolitana.

Napoli in metropolitana

La metropolitana di Napoli è composta da tre linee: 

  • la Linea 1, costruita di recente, collega il centro città ai quartieri collinari, come il Vomero e l’area ospedaliera. I treni partono da Garibaldi (Napoli Centrale) per il Vomero e la periferia nord attraverso il centro città e le fermate utili includono Duomo e Università (margine meridionale del centro storico), Municipio (aliscafi e terminal dei traghetti), Toledo (Via Toledo e Quartieri Spagnoli), Dante (margine occidentale del centro storico) e Museo (Museo Archeologico Nazionale). Resta operativa dalle 6:00 alle 23:30 circa.
  • la Linea 2, molto più antica, collega le tre principali stazioni ferroviarie a Pozzuoli e i binari sono condivisi con la normale ferrovia. I treni vanno da Gianturco a Garibaldi (Napoli Centrale) e poi a Pozzuoli e le fermate utili includono Piazza Cavour (La Sanità e il bordo settentrionale del centro storico), Piazza Amedeo (Chiaia) e Mergellina (traghetto Mergellina e terminal degli aliscafi). Potete cambiare per la linea 1 a Garibaldi o Piazza Cavour (noto come Museo sulla linea 1). I treni sono attivi dalle 5.30 alle 23.30 circa.
  • la Linea 6, una nuova metropolitana leggera che collega Fuorigrotta a Mergellina.

Le stazioni della metropolitana sono considerate esempi di architettura contemporanea e decorazione urbana artistica, facenti parte del progetto Stazioni dell’Arte. La metro è generalmente più sicura degli altri trasporti pubblici, perché le stazioni sono sempre monitorati da telecamere e agenti di sicurezza ed è un mezzo comodo e veloce per spostarvi, tuttavia non è sempre puntuale.

Napoli in funicolare

La compagnia della metropolitana gestisce anche quattro linee di funicolari: tre servizi collegano il centro di Napoli al Vomero, mentre un quarto collega Mergellina a Posillipo. Tutti operano dalle 7:00 alle 22:00, tutti i giorni. I biglietti di trasporto ANM sono validi sui servizi funicolari.

La Funicolare Centrale viaggia da Piazzetta Augusteo a Piazza Fuga, la Funicolare di Chiaia viaggia da Via del Parco Margherita a Via Domenico Cimarosa, mentre la Funicolare di Montesanto viaggia da Piazza Montesanto a Via Raffaele Morghen.

Napoli in tram

ANM gestisce tre linee di tram (1, 2 e 4), di cui una costeggia la costa di Castelnuovo – Garibaldi (Stazione Centrale). Tuttavia al momento sono sospese per via dei cantieri e dei lavori alla metropolitana.

Napoli in autobus

ANM gestisce gli autobus urbani a Napoli, una rete capillare che permette di arrivare in ogni zona della città a prezzi economici ma che resta spesso subisce ritardi per via del traffico. Non esiste una stazione centrale degli autobus, ma la maggior parte delle linee passano per Piazza Garibaldi. Gli autobus operano generalmente dalle 5.30 alle 23.00 circa, a seconda del percorso e del giorno. Alcuni percorsi non funzionano la domenica e un numero limitato di linee resta attivo di notte, contrassegnato da una “N” prima del numero del percorso.

Le linee utili a livello turistico includono:

  • linea 140 da Santa Lucia a Posillipo (via Mergellina);
  • linea 154 che serve l’area portuale fino a Chiaia (lungo Via Volta, Via Vespucci, Via Marina, Via Depretis, Via Acton, Via Morelli e Piazza Vittoria);
  • linea C51 che viaggia da Piazza Cavour a La Sanità (lungo Via Foria, Via Vergini, Via Sanità e Via Fontanelle);
  • linea E6 da Piazza Trieste e Trento fino a Chiaia (lungo Via Monte di Dio, Via Santa Lucia, Via Morelli, Piazza dei Martiri e Via Filangieri);
  • linea R2 Napoli Centrale a Piazza Trento e Trieste (lungo Corso Umberto I e Piazza Municipio);
  • linea R4 che parte da Via Toledo fino a Capodimonte (via Piazza Dante e Via Santa Maria di Costantinopoli).

I biglietti non sono venduti sugli autobus, quindi è necessario preparasi in anticipo acquistandoli nei negozi.

Napoli in treno

Esistono alcuni servizi ferroviari regionali che operano a Napoli e nelle aree circostanti, tra cui due possono essere particolarmente utili ai turisti:

Circumvesuviana. La ferrovia Circumvesuviana opera da “Napoli Porta Nolana – Corso Garibaldi” ma si ferma anche alla stazione ferroviaria centrale di Piazza Garibaldi. Conta sei linee che servono l’area locale di Napoli e altre città lungo la costa. Una linea popolare va da Napoli a Sorrento (3,90euro, 70 minuti) con diverse fermate nel mezzo, tra cui Ercolano (2,20euro, 17 minuti) e Pompei (2,80euro, 36 minuti) dove visitare i famosi scavi. Un altro itinerario raggiunge il Vesuvio. Altre rotte vanno ad Acerra e Nola-Baiano. I treni sono operativi dalle 6:00 alle 22:00 circa.

Cumana. I treni della Ferrovia Cumana sono utili per arrivare a Pozzuoli (2,20euro, 20 minuti circa) e ai Campi Flegrei. A Napoli i treni Cumana partono dalla Stazione Cumana di Montesanto in Piazza Montesanto, 500 m a sud-ovest di Piazza Dante. Le corse sono funzionanti dalle 5:30 alle 22:00 circa.

Napoli in taxi

I taxi sono il modo più rapido per spostarsi a Napoli, e quello più comodo di notte, ma anche il più costoso. Prima di salire su un taxi, assicuratevi che sia autorizzato. I taxi ufficiali sono bianchi, hanno uno stemma cittadino sulla portiera e un numero identificativo, nonché il tassametro. Per legge, i taxi autorizzati devono visualizzare un elenco di tariffe concordate in diverse lingue (italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo). Controllate la presenza di tali tariffe e verificate l’importo prima di iniziare il viaggio; se normalmente si usa il tassametro, per alcune destinazioni, come l’aeroporto, sono in vigore delle tariffe fisse. 

La tariffa minima di partenza è di 3,50euro (6,50 di domenica e di notte) e ci possono essere extra per i bagagli, per la chiamata, ecc. Potrete trovare i taxi presso i posteggi della maggior parte delle piazze principali della città oppure potete prenotarne uno telefonicamente chiamando una delle compagnie ufficiali: Consortaxi, Radio Taxi Partenope e Taxi Napoli.

Napoli in traghetto / aliscafo

Esistono diversi servizi di traghetti / aliscafi che collegano Napoli a porti e isole locali. I servizi di traghetto e aliscafi partono da Molo Beverello, Mergellina o Pozzuoli. Tra i più usati a livello turistico ci sono:

  • Metro del Mare. ha diverse linee che collegano Napoli e Sapri, Sorrento, Salerno e Amalfi.
  • L.N.G. ha un servizio di aliscafi che collega Napoli con l’isola di Capri, insieme a Sorrento, Positano e Amalfi.
  • AliLauro ha un servizio di aliscafi che collega Napoli con le isole di Ponza, Ventotene, Prochida, Ischia, Capri ed Eolie e le città di Formia, Castellamare, Sorrento, Positano, Amalfi e Salerno. Alilauro opera sia dal Molo Beverello che dalla Mergellina.
  • L.N.P. gestisce sia aliscafi che linee di navigazione. Collega Napoli con Sorrento e ha altre linee che collegano Capri, Castellamare, Salerno, Amalfi e Positano.

Napoli in bicicletta

Il traffico indisciplinato e le superfici stradali irregolari rendono difficile (e pericoloso) muoversi in bicicletta a Napoli. Tuttavia ci sono poche aree della città ben predisposte alla circolazione di biciclette, tra cui il lungomare pedonale di Santa Lucia e Chiaia, nonché l’ampio Real Bosco di Capodimonte.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).