Visitare Ischia

Ischia non è solo mare: oltre a spiagge d’incanto, l’isola vanta sorgenti termali, parchi naturali, siti archeologici ed attrazioni culturali, senza dimenticare la deliziosa tradizione gastronomica.

Quanti giorni trascorrere a Ischia?

Non esiste in realtà una risposta precisa, in quanto dipende dal tipo di vacanza desiderato, ma almeno due giorni sono consigliati da trascorrere sull’isola per poter riuscire a vedere almeno i luoghi principali. Alcuni turisti alternano un weekend ad Ischia con un soggiorno a Napoli o in una località della Costiera Amalfitana, ma c’è anche chi decide di trascorrere l’intera vacanza estiva ad Ischia, in quanto l’isola offre attività per tutti i gusti, dalle visite archeologiche e storiche ai trekking immersi nella natura e bellissime spiagge. In questo articolo vi suggerisco un itinerario perfetto per un weekend a Ischia, che potete naturalmente personalizzare in base ai vostri gusti o ampliare nel caso vi fermaste più tempo. Troverete inoltre tanti consigli utili sullo shopping e i ristoranti e informazioni pratiche su come raggiungere l’isola.

Arrivare e Parcheggiare

Ischia è ben collegata via mare a Napoli, Pozzuoli, Procida, Capri e altre località della costa da una vasta rete di traghetti, aliscafi e navi veloci. A seconda del mezzo che utilizzate raggiungere il punto di imbarco, un porto potrebbe risultare più comodo da raggiungere di un altro, per maggiori dettagli leggete l’articolo “come arrivare a Ischia”.

Tenete inoltre presente che Ischia è dotata di 3 porti principali: il Porto di Ischia è il maggiore scalo marittimo, che offre più corse giornaliere, mentre il Porto di Casamicciola e il Porto di Forio consentono collegamenti in traghetto e aliscafo per Napoli e altre località del periodo estivo. A seconda del vostro porto di arrivo, potete quindi personalizzare il seguente itinerario e valutare la zona migliore in cui alloggiare.

Se pensate di arrivare sull’isola con un vostro mezzo di trasporto, tenete conto dei divieti che entrano in vigore nel periodo estivo, indicativamente a partire da Pasqua fino ad ottobre, quando non è permesso il trasporto di veicoli per i non residenti. Quindi siete costretti a lasciare l’auto o la moto al porto di imbarco.

Come muoversi a Ischia

Una volta sull’isola avete varie possibilità per gli spostamenti. La rete capillare di autobus consente di muoversi facilmente e in maniera economica, ma per una maggiore comodità vi consiglio il noleggio di scooter o auto in loco.

Giorno 1: comune di Ischia, Castello Aragonese, Giardini Poseidon.

Al mattino: cosa vedere

Borgo Ischia Ponte

Vi consiglio appena arrivati di visitare il nucleo storico di Ischia, Ischia Ponte, che per tanti secoli è stato l’unico centro abitato dell’isola. Abitato da marinai e pescatori, conserva oggi un fascino suggestivo e le atmosfere di un piccolo borgo, complice il fatto che ha mantenuto pressoché intatto il suo paesaggio: vi consiglio una passeggiata tra i suoi vicoli costellati di tipiche casette basse e dai colori pastello, chiese e palazzi signorili. Tra i gioielli di questo luogo non perdetevi la bellissima Cattedrale dell’Assunta, impreziosita dagli affreschi della scuola di Giotto; nella cripta sono conservate le spoglie delle famiglie nobili dell’isola.

Se volete fare colazione, dirigetevi allo storico bar e pasticceria Calise, un’istituzione dell’isola sin dagli anni ’60, che propone una grande varietà di paste dolci della tradizione, compresi babà e sfogliatelle. In alternativa il Gran Caffè Vittoria è un altro bar-pasticceria gettonato attorno al porto di Ischia.

Castello Aragonese

Nelle vicinanze di Borgo Ischia Ponte, su un isolotto roccioso, si erge il simbolo dell’isola: l’imponente Castello Aragonese, una fortezza costruita nel ‘400. Potete arrivarci sia a piedi, in circa 15-20 minuti dal porto, oppure in autobus (linea 7). Il castello è costituito da una piccola cittadella, che include chiese e monasteri, le carceri e bellissimi giardini quindi per la visita considerate circa 2-3 ore. Non perdetevi in cima al castello, il terrazzo panoramico degli ulivi dove sorseggiare un caffè e godersi una vista eccezionale. Terminata la visita, ritornate nella zona del porto per il pranzo.

Pranzo

La cucina di Ischia attinge alla tradizione partenopea, con numerose specialità a base di pesce fresco, come impepata di cozze e il fritto misto di pesce, ma anche la celebre pizza napoletana, la caprese e stuzzichini sfiziosi come la zingara ischitana, un panino farcito con mozzarella, pomodori e prosciutto, servito spesso negli aperitivi. Tra le specialità a base di carne, da provare è senza dubbio il gustoso coniglio all’ischitana.

In quanto a ristoranti, sull’isola di Ischia non avrete che l’imbarazzo della scelta: dalle trattorie tradizionali ai locali raffinati vista mare fino ai bar-bistrot dove rilassarsi per un happy hour o un pranzo veloce. Seguendo il nostro itinerario, tra i locali nei pressi di Ischia Porto e del Castello Aragonese vi consiglio:

  • La Terrazza di Mimì Ischia. Una location suggestiva, dove assaporare i piatti della tradizione in una terrazza panoramica affacciata sul porto di Ischia.
  • Ristorante da Ciccio. Un ristorante che serve specialità semplici a base di pesce e pizze napoletane ai piedi del Castello Aragonese e con vista sul mare.
  • Bar Epomeo. Un punto di riferimento sia tra i locali che tra i turisti, ideale sia per un pranzo veloce che per un aperitivo a base di bruschette, mozzarella alla caprese e altre specialità tradizionali.

Pomeriggio: cosa vedere

Giardini Termali di Poseidon

Dal porto con l’autobus della linea n. 2 (l’ultima fermata è quella dei giardini) dirigetevi per un pomeriggio di relax verso i Giardini Termali di Poseidon, un parco unico e suggestivo, affacciato sulla baia di Citara.  Al suo interno troverete oltre venti piscine di acqua termale immerse nel verde, grotte di vapore, piscine di acqua di mare e per i bimbi e una spiaggia privata.

Cena/Aperitivo

A meno che non abbiate già la cena prenotata in hotel, potete fermarvi a cena nei pressi della Baia di Citara o a Forio, a seconda di dove avete prenotato l’alloggio. Tra i migliori ristoranti della zona vi consiglio:

  • Ristorante Pizzeria La Capanna. Immerso nel verde ma a pochi passi dal mare, propone piatti tipici della cucina locale in un ambiente intimo e tranquillo. C’è anche una bellissima terrazza panoramica.
  • Il Bagno Teresa. È uno stabilimento balneare che include un ristorante-bar molto apprezzato: offre ottime specialità di pesce ed è particolarmente frequentato per l’aperitivo al tramonto in quanto ha una splendida terrazza sul mare.
  • Tiratardi. Un pub-enoteca-bistrot famoso in località Forio, ottimo sia per un aperitivo che per una cena, con ottimi vini e birre artigianali.

Pernottamento a Forio.

Giorno 2: Forio, Lacco Ameno, Borgo di Sant’Angelo.

Centro storico di Forio

Forio è il comune più grande di Ischia e il suo paesaggio urbano è frutto di un progetto che puntava a difendere l’isola dagli attacchi nemici: per questo la costa è dominata da un imponente sistema di torri di avvistamento e la cittadina si sviluppa su un fitto intreccio di vicoli suggestivi su cui si affacciano case pittoresche e chiese. Piazza San Gaetano è il cuore pulsante della città e da qui potete partire all’esplorazione di Forio.

Per una pausa caffè fate tappa allo storico Bar Internazionale, conosciuto anche come Bar Maria, per respirare le atmosfere degli anni ’50 quando questo locale era il luogo di ritrovo di artisti e intellettuali.

Lacco Ameno

Lacco Ameno è il comune più piccolo dell’isola ma quello più interessante a livello archeologico: qui infatti fu fondata la prima colonia della Magna Grecia. I reperti degli scavi archeologici sono oggi custoditi nel Museo di Villa Arbusto e tra questi c’è la famosa Coppa di Nestore, su cui è visibile la più antica iscrizione in lingua greca dell’area mediterranea.

Pranzo

  • Indaco. Ospitato nello storico hotel Regina Isabella, un ristorante sofisticato con vista sul mare e piatti deliziosi preparati dallo chef stellato Palamaro.
  • Ristorante O’ Pignattello. Affacciato sulla piazzetta nel cuore della cittadina, un ristorante che esalta le eccellenze del territorio attraverso piatti raffinati e ricercati.
  • 0’Padrone d’o Mare. Ristorantino sul mare, con un menù semplice e genuino a base di pesce. Da non perdere la frittura.

Pomeriggio: cosa vedere

Borgo di Sant’Angelo

Con la linea CS o la linea 1 degli autobus potete raggiungere il pittoresco Borgo di Sant’Angelo, una tappa imperdibile a Ischia. Incorniciato da sorgenti termali e bellissimi paesaggi naturali, si affaccia sul mare offrendo uno scenario unico per rilassarsi. Cuore del borgo è Piazzetta di Sant’ Angelo che si estende comprendendo un porticciolo e offrendo una vista eccezionale. Tutt’intorno alla piazza ci sono negozietti, ristoranti e bar dove prendere un caffè o fermarsi a mangiare un gelato prima di far ritorno a Ischia Porto.

Cena/Aperitivo a Ischia Porto

Se avete tempo prima di prendere il traghetto per far ritorno a Napoli, fermatevi in uno dei locali attorno al porto di Ischia per un aperitivo o una cena.

  • Antico Girarrosto Ischitano. Una rosticceria-pizzeria dove assaggiare un’ottima pizza napoletana, la parmigiana di melanzane e altre specialità della cucina partenopea e ischitana.
  • Da Assuntina. Una trattoria a gestione familiare, dove assaggiare piatti genuini e casalinghi, perlopiù a base di pesce fresco.
  • Porto 51. Un locale giovane e informale, ottimo per un aperitivo o una cena, con piatti gustosi, birre artigianali, deliziosi cocktail e accompagnamento musicale.

Cosa comprare a Ischia

Un soggiorno a Ischia non può dirsi completo senza l’acquisto di qualche souvenir e prodotto tipico locale da portare a casa o regalare ad amici e parenti.

I prodotti enogastronomici sono tra gli acquisti più gettonati, a partire dalle erbe aromatiche coltivate sull’isola come l’origano e la piperna, fino ai deliziosi dolci come babà, sfogliatelle e pastiera napoletana. I vitigni autoctoni producono vini squisiti come il Biancolella, Forastera e Per ‘e palummo, ma se preferite i liquori potete optare per un classico limoncello o per il più particolare rucolino.

Se invece siete più per gli acquisti di oggetti artigianali, alcune località di Ischia come Casamicciola, Forio e Sant’Angelo sono rinomate per la lavorazione della ceramica così come della rafia, utilizzata sin dai tempi antichi per la produzione di cappelli, ceste, borse e articoli per la casa, disponibili ancora oggi nelle botteghe artigianali dell’isola.

Negozi

I principali viali dello shopping di abbigliamento li trovate nel comune di Ischia: Via Roma e Corso Vittoria Colonna ospitano boutique di marche internazionali e griffe locali di qualità che si alternano a negozi di souvenir e botteghe di prodotti alimentari. Per uno shopping artigianale Casamicciola, Forio e Borgo Sant’Angelo sono le località da preferire. Borgo Sant’Angelo è rinomato anche per le sue boutique esclusive d’alta moda.

  • Sapori Antichi Ischia. Una bottega ricca di prelibatezze locali, con salumi, formaggi, conserve e salse artigianali e tanti altri prodotti.
  • Mario d’Ischia. A Lacco Ameno, un negozio di abbigliamento molto apprezzato che propone moda femminile e moda mare, ma è particolarmente famoso per i suoi sandali artigianali.
  • Essence Profumeria. A Forio, una profumeria artistica che propone marchi artigianali e fragranze create su misura per i clienti.
  • La Caprese Più. Una boutique di lusso che da oltre 50 anni vende abiti sartoriali e accessori di eccellente fattura a Borgo Sant’Angelo.
  • Fratelli Mennella. A Casamicciola è tra i laboratori più antichi dell’isola, specializzato in articoli di ceramica e terracotta.
  • Franco Calise. A Forio, un maestro della lavorazione della ceramica.
  • Rosario Scotto Di Minico. A Ischia si trova il laboratorio e negozio di questo artista specializzato in bellissime maioliche stile settecento.

Card, sconti, info utili

Per gli spostamenti in autobus ad Ischia è possibile acquistare  biglietti singoli o pass per uno o più giorni. Se viaggiate nella regione Campania, la Campania Artecard, valida 3 giorni dal primo utilizzo, consente di spostarsi in maniera illimitata sui mezzi pubblici della regione Campania (scegliendo la formula “tutta la regione”), compresi quelli dell’isola di Ischia. In alternativa ci sono anche tante compagnie di bus turistici che consentono di fare un tour dell’isola passando nelle località principali.

Una delle attività più gettonate è però il tour in barca attorno all’isola: anche in questo caso troverete varie compagni di navigazione con tariffe e programmi diversi.

Dove dormire

Fermandosi a Ischia più giorni è importante scegliere un alloggio nella giusta zona in base all’itinerario desiderato in modo da facilitare gli spostamenti: se volete maggiori consigli, leggete l’articolo “dove dormire a Ischia”.