Stagno Monet

La natura che rende omaggio all’arte e che quasi si confonde con l’arte stessa e i giapponesi, nel rendere la natura un’opera d’arte, sono davvero dei maestri. Ed è così che un piccolo lago nascosto tra le montagne giapponesi fa sognare i turisti per la sua sbalorditiva somiglianza con uno dei dipinti più famosi al mondo: Namonaki Ike, ribattezzato Monet’s Pond, ovvero “lo stagno di Monet”, è oggi una delle attrazioni più popolari della Prefettura di Gifu. Si trova nei pressi della cittadina di Seki e nonostante appaia come un chiaro omaggio al pittore francese, in realtà l’effetto è stato del tutto non intenzionale.

Eppure la somiglianza, riscontrabile anche nelle sfumature e nei piccoli dettagli, è notevole: sembra proprio che gigli e ninfee del ciclo di dipinti “Le ninfee” del celebre esponente dell’impressionismo, siano stati riprodotti fedelmente in questo laghetto di Gifu. Di certo i social media hanno contribuito alla notorietà di questo luogo, ma la bellezza è indiscutibile.

Le acque del lago derivano dai torrenti delle montagne circostanti e si presentano davvero limpide, dando modo così ai colori accesi dei gigli e delle ninfee di risaltare ancora di più e creare un effetto scenografico straordinario in ogni stagione e permettendo di cogliere ogni sfumatura e dettaglio. Nella bella stagione le fioriture e la vegetazione rigogliosa nei dintorni del lago rende il paesaggio emozionante e carico di energia, mentre un velo di delicata nostalgia e romanticismo avvolge il lago in autunno, quando gli aceri lungo le sponde si tingono di colori caldi. Tra la vegetazione e i fiori che caratterizzano il mondo sommerso del lago, vedrete aggirarsi delle enormi carpe, pesci tipici dei laghi giapponesi.

Dove si trova

Il laghetto fa parte del complesso del santuario Nemichi, un classico santuario shintoista in legno che non differisce molto dai tanti che troverete sparsi nel paese, ma ha guadagnato una certa fama proprio grazie al suo laghetto, divenuto popolare in particolare tra coppie in cerca di un luogo romantico e silenzioso, fotografi e pittori che cercano di ritrarre questa opera d’arte naturale.

Come arrivare

Raggiungere il lago è molto semplice: sono disponibili infatti diverse corse giornaliere in autobus dalla stazione JR di Gifu. Dallo stand 2 prendete la linea N83 fino a Horado Kiwi Plaza, per poi cambiare linea e salire sul bus gratuito Itadori Fureai Bus diretto ad Ajisai-en-mae. Da qui si raggiunge il laghetto con una breve passeggiata.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!