Residenza Kamihaga

Tra le dimore storiche del quartiere di Yokaichi, la Residenza Kamihaga è di certo tra le più grandi e lussuose: qui abitava una delle famiglie più influenti di Uchiko.

In passato, agli inizi del periodo Meiji, Uchiko divenne particolarmente rinomata per la sua produzione di cera artigianale, un settore che portò prosperità alla città e la rese famosa anche a livello internazionale. Oggi questa arte è ancora motivo di orgoglio di Uchiko ed è visibile nelle numerose botteghe artigianali di candele che punteggiano il centro della città e dove potete osservare tanti bravi artigiani all’opera e acquistare bellissimi souvenir. Fu proprio grazie alla produzione della cera che molte famiglie di mercanti e artigiani si arricchirono e le loro dimore offrono oggi uno sguardo sul passato, permettendo ai visitatori di conoscere questo aspetto della storia di Uchiko.

Visitare la Residenza Kamihaga

La Residenza della famiglia Kamihaga spicca nel cuore di Yokaichi per le sue linee raffinate, il colore giallo tenue delle pareti e le sue dimensioni: è infatti un grande complesso che include la dimora della famiglia e altri edifici oggi adibiti a Museo della Cera. La famiglia Kamihaga discendeva dalla famiglia Honhaga, la cui residenza si trova a pochi metri di distanza: gli Honhaga furono i primi a produrre la cera a Uchiko perciò si può dire che aprirono la strada alle altre famiglie artigiane della città, tra cui anche gli stessi Kamihaga. E non solo: gli Honhaga agli inizi del 1900 presero parte all’Expo di Parigi per promuovere i loro prodotto e fu grazie a loro che Uchiko divenne conosciuta in tutto il mondo per la qualità della sua cera.

Tutto questo avrete modo di approfondirlo visitando il Museo della Cera, ospitato negli antichi laboratori di produzione, dove si racconta la nascita e lo sviluppo di questo settore attraverso pannelli informativi, fotografie e un’esposizione di prodotti e divertenti miniature che regalano qualche istante di gioco e intrattenimento a chi visita il museo.

Oltre al museo, è possibile esplorare i vari ambienti della residenza, risalente ai primi anni del ‘900 e ristrutturata e conservata nel tempo in maniera sublime. Avrete modo di passeggiare in eleganti sale dal pavimento in tatami, ammirare porte scorrevoli dipinte, oggetti d’uso personali appartenuti alla famiglia, ceramiche ed elementi decorativi tradizionali che si alternano a dettagli d’arredo occidentali, una combinazione molto popolare all’epoca. Visitare la residenza offre quindi un’occasione unica per vedere come viveva una famiglia giapponese dell’epoca, conoscerne meglio le usanze e lo stile di vita.

Sebbene non si riesca a vedere da fuori, il complesso è costruito attorno ad un giardino interno particolarmente incantevole dove tra sempreverdi e aiuole fiorite si trovano composizioni di rocce e piccoli ruscelli d’acqua.

Come arrivare

La Residenza Kamihaga si trova ad una passeggiata di 15-20 minuti dalla stazione JR di Uchiko, perciò potete comodamente raggiungerla a piedi oppure, se preferite, con una breve corsa in autobus.

Informazioni generali per la visita

La residenza è aperta per le visite dalle 9:00 alle 16:30 tutti i giorni, ma resta chiusa dal 29 dicembre al 2 gennaio.

Il costo di ingresso è di 500 yen, ma è disponibile anche un biglietto combinato dal prezzo di 900 yen che include l’ingresso al teatro di kabuki Uchiko-za e al Museo di Storia della città.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).