Quanti giorni a Dubai

Dai vicoli nascosti ai tradizionali souq, dal magnifico deserto alle spiagge e i grandi centri commerciali, anche sette giorni a Dubai potrebbero non essere sufficienti per esplorare questa nota destinazione mediorientale. Tuttavia a differenza di altre città non esiste una durata precisa in quanto dipende davvero dalle vostre preferenze e da ciò che vi interessa: per chi va a Dubai con lo scopo solamente di visitare la città o fare shopping, 3-5 giorni potrebbero essere sufficienti per una visita, mentre chi arriva a Dubai per rilassarsi potrebbe fermarsi anche fino a due settimane trascorrendo il tempo tra spiagge, piscine e spa. Oltre agli interessi ci sono diversi fattori da considerare, in primis la stagione in cui viaggiate poiché nel periodo in cui fa molto caldo alcune attività all’esterno sono limitate, ma anche il budget perché Dubai non è proprio una destinazione economica.

In ogni caso, se è il primo viaggio a Dubai vi consiglio di dedicargli almeno 6-7 giorni, un arco di tempo ideale per avere davvero un’idea della città, combinando shopping, visite culturali e relax. Per darvi un’idea più precisa voglio darvi qualche informazione su cosa riuscireste a vedere in uno o più giorni per pianificare meglio il viaggio.

Un giorno a Dubai

Dubai è uno scalo estremamente popolare per i viaggiatori, in quanto tante compagnie provenienti dall’Europa, dall’Asia e da altri continenti fanno tappa qui, quindi la città è un punto di sosta molto frequentato e potrebbe capitare anche a voi di essere di essere di passaggio e avere un giorno o diverse ore tra un volo e l’altro. Con un tempo così limitato potrebbe essere difficile decidere cosa fare, ma ci sono varie opzioni: se volete dare una sbirciatina generale alla città potete fare un tour panoramico in uno degli autobus turistici Hop-On Hop-Off che fanno tappa dinanzi alle maggiori attrazioni di Dubai. Se avete più tempo potete salire in cima all’osservatorio del Burj Khalifa, curiosare tra le vetrine del Dubai Mall oppure visitare il tradizionale bazar Souq Madinat.

Tre-cinque giorni a Dubai

Un periodo di tre-cinque giorni è indispensabile per vedere le maggiori attrazioni della città con calma e concedersi anche un po’ di meritato relax.

Oltre ai luoghi già citati in precedenza, potrete cogliere l’occasione per scoprire il volto più tradizionale di Dubai, dirigendovi verso il Dubai Creek fino a Deira, la “Vecchia Dubai” dove potrete immergervi tra i colori e i profumi dei souq delle spezie, dei tessuti e dell’oro, oppure visitare la Moschea di Jumeirah, l’unica dove l’accesso è consentito anche ai non mussulmani. Se viaggiate nella stagione giusta potete concedervi una mezza giornata su una delle bellissime spiagge di Dubai, mentre se amate lo shopping non avete che l’imbarazzo della scelta data la grande offerta di centri commerciali. Che vi fermiate tre o più giorni, vi consiglio di non perdervi un tour nel deserto, raggiungibile in breve tempo da Dubai: ci sono tante opzioni di safari diurni e serali, con esperienze tradizionali come la cena al tramonto e altro ancora.

Sei o più giorni a Dubai

Sei o più giorni sono il periodo secondo me consigliato per visitare Dubai. Potrete godervi la città con la dovuta calma, assorbendone le varie atmosfere, rilassarvi con lo shopping o nella piscina dell’hotel, farvi coccolare in un centro benessere oppure aggiungere altre visite al vostro itinerario. Se viaggiate con i bambini potreste voler valutare l’ipotesi di trascorrere una giornata in uno dei parchi tematici della città, mentre se siete appassionati di storia e cultura potete approfittarne per visitare i musei o fare una gita giornaliera ad Abu Dhabi.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).