Quando andare in Canada

Il clima del Canada è caratterizzato in generale da inverni molto freddi, con abbondanti nevicate, ed estati dalle temperature piacevoli, ma essendo un paese molto vasto esistono delle leggere differenze tra una zona e l’altra: le regioni dell’estremo nord, vicino al Circolo Polare Artico, presentano un clima più rigido e soltanto due stagioni: un inverno più lungo che lasca spazio soltanto ad una mite estate di 3 mesi. Il clima tende a diventare più piacevole man mano che si scende verso sud, ma anche qui si riscontrano differenze climatiche che dipendono essenzialmente dalla conformazione del territorio, caratterizzato da montagne, coste e pianure, le quali possono essere soggette a temperature più o meno basse e a venti più o meno forti.

Qual è il periodo migliore per visitare il Canada?

Se però mal sopportate il freddo, il consiglio è di viaggiare in estate, considerato il periodo migliore per visitare il Canada, quando soprattutto nelle regioni interne e meridionali possono esserci anche giornate piuttosto calde e piacevoli. L’estate coincide infatti con l’alta stagione: la massima affluenza turistica si ha tra la metà di giugno e la metà di settembre, con un conseguente aumento di prezzi. Se preferite un’atmosfera più rilassata e tariffe più basse, scegliete la primavera o l’autunno, tenendo conto però che alcuni servizi e attività potrebbero non essere disponibili. La primavera inizia a fine aprile nella parte meridionale e dura fino ai primi di giugno: viaggiando in questo periodo avrete modo di assistere all’incredibile spettacolo del risveglio della natura con lo scioglimento della neve, che lentamente svela foreste e fiori selvatici; se invece amate i colori caldi del foliage autunnale, allora i mesi migliori sono tra settembre e fine ottobre.

Se viaggiate in inverno, l’unica area in cui le temperature medie superano lo zero è la costa della British Columbia, dove si trova Vancouver: la parte orientale è in genere più calda rispetto a quella occidentale. Ma d’altra parte i mesi freddi rappresentano il momento migliore se amate gli sport sulla neve e i paesaggi fiabeschi tipici dell’inverno, resi ancora più magici dalla natura incontaminata di questo Paese: immaginatevi di trovarvi di fronte a laghi e cascate ghiacciate e a distese infinite di praterie bianche completamente sepolte sotto una coltre di neve altissima. Per una panoramica più dettagliata sul clima e l’affluenza turistica, eccovi una guida completa con qualche informazione sugli eventi principali.

Da gennaio a marzo

Questi mesi segnano il pieno dell’inverno e soprattutto al nord fa molto freddo, con le temperature che difficilmente salgono al di sopra dello zero e alcuni collegamenti stradali potrebbero essere ridotti o più difficili. Se viaggiate in questo periodo sono indispensabili indumenti pesanti, giubbotti ben imbottiti e tutto il necessario, come sciarpe, guanti e berretta di lana, per proteggersi dal freddo. Anche se alcune attività vengono sospese, sono tanti gli eventi e i festival organizzati in tutto il Paese per intrattenere turisti e abitanti: alcuni di questi eventi sono dedicati agli sport invernali e alla neve, altri sono invece appuntamenti culturali in luoghi caldi al chiuso. Ma il fenomeno che di certo attira il maggior numero di turisti è principalmente uno: le magiche luci del Nord, uno spettacolo visibile in tutti gli Stati settentrionali del Paese. Di certo in questo periodo potete approfittare degli ottimi sconti su voli e hotel, fatta eccezione per i resort di montagna, dove invece siamo nel pieno della stagione turistica.

Eventi principali:

Quebec Winter Festival (dal secondo fine settimana di gennaio a febbraio). Questo festival dedicato all’inverno dura 2 settimane, in cui il ricco programma prevede sculture di ghiaccio, concerti, pattinaggio e tante attività per adulti e bambini.

Aprile

Ad aprile il clima va pian piano migliorando: le temperature subiscono un lieve aumento e le giornate si fanno più lunghe. La costa occidentale e Vancouver godono di un clima migliore, perciò se volete visitare una tipica città canadese ma temete il freddo, questa è la meta più adatta. Gli appassionati di sport sulla neve possono approfittarne per regalarsi una settimana bianca sulle Montagne Rocciose, dove in questo periodo gli sciatori possono godersi giornate soleggiate e cieli limpidi.  Il clima resta comunque ancora imprevedibile, quindi è bene partire attrezzati e pronti ad ogni condizione climatica.

Maggio- Giugno

Questi due mesi offrono un ottimo compromesso tra clima e affluenza turistica: non siamo ancora nel pieno dell’alta stagione, quindi i prezzi consentono ancora di risparmiare qualcosina e al tempo stesso il tempo migliora progressivamente. Da maggio le temperature cominciano ad alzarsi e anche se l’aria è ancora un po’ pungente, soprattutto al mattino e alla sera, mentre nelle ore centrali della giornata ci si può rilassare all’aperto, magari con un picnic al parco. La natura comincia a tingersi dei colori vivaci della primavera, con le prime fioriture che regalano un dolce preludio della bella stagione. Questo è anche il periodo in cui le attività cominciano a riaprire in vista della stagione estiva: è il momento ideale per fare tour in barca per avvistare le balene lungo la costa atlantica e molte sistemazioni e campeggi accolgono i primi turisti dopo la chiusura invernale.

A giugno i parchi nazionali e alcune zone remote del nord diventano più accessibili: i percorsi escursionistici vengono riaperti e lo scioglimento della neve permette di esplorare bellissime foreste, montagne, laghi e avvistare gli animali selvatici.

Luglio-Agosto

Le lunghe giornate estive sono perfette per godersi al meglio la natura del Canada: trekking, pesca, campeggio e tour in barca sono le attività all’aperto più popolari di questi mesi. Se amate le creature marine, l’estate è anche il periodo più favorevole per avvistare le orche sulla costa occidentale del Paese. Ma anche nelle città  ci sono tante cose da fare: dal relax in spiaggia alle passeggiate nei mercatini, dai giri in bicicletta ai pranzi seduti nei tavolini all’aperto, non stupisce affatto che questi due mesi segnino il picco dell’affluenza turistica. I prezzi sono più alti ma d’altra parte avrete il vantaggio di potervi dedicare a qualunque attività e beneficiare di quell’atmosfera di festa perenne tipica dell’estate, a cui contribuiscono anche i tanti festival estivi, mercatini e concerti all’aperto. Nonostante le giornate siano generalmente calde, anche in estate è bene mettere in valigia indumenti impermeabili soprattutto se avete in programma visite a regioni remote e attività all’aperto nella natura incontaminata, dove comunque le temperature sono più basse e potrebbero verificarsi piogge. Un abbigliamento impermeabile e tecnico è indispensabile anche se volete fare escursioni in mare o trekking su sentieri impegnativi.

Eventi principali:

  • Canada Day (1 luglio). Ogni anno questa festività nazionale coinvolge tutte le città canadesi con parate, spettacoli di fuochi d’artificio, concerti e tante altre attività.
  • Calgary Stampede (luglio). Per 10 giorni questo evento che ha ormai superato la centesima edizione anima la città di Calgary, nella provincia di Alberta, celebrando la storia e le tradizioni di questa regione. Un’occasione unica per viaggiare indietro nel tempo fino agli anni del Canadian Old West attraverso gare di rodeo, fiere agricole, concorsi, concerti e tante altre attività.

Settembre – Ottobre

Settembre segna l’inizio dell’autunno canadese, in cui il clima è leggermente più freddo ma ancora ottimale per una vacanza, in particolare al sud e nella parte orientale del Paese. La folla di turisti comincia pian piano a ridursi, così come i prezzi: voli e hotel cominciano a pubblicizzare le prime promozioni. Non serve forse dire che la natura regala spettacoli emozionanti in questo periodo: gli aceri cominciano a tingersi di colori rossastri ed è il momento migliore per visitare luoghi di incredibile bellezza come le Cascate del Niagara senza troppi turisti in giro.

Settembre segna anche l’inizio della migrazione dei salmoni ed è un buon periodo per avvistare gli orsi che si avvicinano ai fiumi in cerca di cibo.

Novembre – Dicembre

Da novembre le giornate si fanno via via più corte e le temperature subiscono un brusco calo: arriva l’inverno e, con esso, la neve. Ma nonostante ciò questi due mesi offrono tante opportunità: chi resta in città può rifugiarsi al chiuso approfittando dei tanti eventi e attrazioni culturali, dedicarsi alla scoperta delle tradizioni gastronomiche canadesi, prendere parte ai festival invernali e cimentarsi nel pattinaggio sul ghiaccio nelle piste che riaprono proprio in questo periodo.   Le stazioni sciistiche riaprono e i resort di montagna cominciano ad affollarsi di appassionati di sport sulla neve. Fatta eccezione per gli hotel vicini ai comprensori sciistici e per il periodo delle festività natalizie, novembre e dicembre sono ideali per chi vuole risparmiare, grazie alle tante offerte su trasporti e alloggi.

Eventi principali

Toronto Santa Claus Parade (metà novembre). Questa bellissima parata, una delle più grandi e famose del Nord America, inaugura ufficialmente il periodo delle festività natalizie.