Pollo fritto karaage, tipico piatto giapponese.

Pollo fritto giapponese

Il pollo fritto in stile giapponese è spesso chiamato “karaage” che sarebbe in realtà un metodo di cottura. Questo è un piatto sfizioso, spesso mangiato come “snack”.

Dove mangiarlo

A me piace mangiarlo da Nakau, un fast-food presente in tutto il Giappone, dove una porzione di 10 pezzi di pollo fritti costa solo 300yen, davvero una miseria.

Ricetta

Questo secondo piatto è sfizioso ed adatto soprattutto nei mesi più caldi. Servitelo in versione fusion con dei pomodorini e due foglie di insalata o radicchio trevigiano per un piatto che stupirà i vostri ospiti.

Difficoltà: 3/5

Ingredienti per 4 persone:

Coscie di pollo: 500 grammi
Olio per friggere
Salsa di soia: 2 cucchiai
Sake: 2 cucchiai
Olio di sesamo: 1 cucchiaino (opzionale)
Zenzero fresco: un pezzettino
Aglio: un pezzettino
Fecola di patate: 1 cucchiaio
Sale e pepe

In un recipiente di medie dimensioni mettete la salsa si soia, il sake, sale, pepe, e se volete dell’olio di sesamo, per formare una salsa alla quale dovete aggiungete l’aglio e lo zenzero dopo averli grattugiati.
Rimuovete le ossa dalle cosce ed immergete la carne nella salsa appena preparata e lasciatele marinare per circa 1 ora.
Aggiungete quindi la fecola di patate e dopo aver scaldato l’olio nel wok friggete i pezzi di pollo immergendoli completamente nell’olio finché diventano di colore d’orato.
Prima di servirli adagiate la carne su una carta assorbente per assorbire l’olio in eccesso.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).