Museo delle Spade di Seki

Seki è una piccola cittadina facilmente raggiungibile dalle località di Nagoya e Gifu e pur non offrendo tantissime attrattive ospita un museo molto interessante per gli appassionati di storia e dell’arte della spada giapponese. Sin dai tempi antichi Seki è rinomata in tutto il modo per la sua produzione artigianale di spade di eccellente qualità e ancora oggi la città conserva le sue tradizioni: le spade vengono ancora forgiate da grandi maestri di quest’arte, seguendo metodi antichi, che sono stati tramandati di generazione in generazione.

Visitare il Museo delle Spade (Seki Traditional Swordsmith Museum) è un ottimo modo per scoprire la storia di questa antica arte e conoscere meglio i vari passaggi del processo di produzione e le varie tipologie di spade tradizionali giapponesi.

Visitare il museo

Nel museo delle spade di Seki potete ripercorrere 700 anni di storia delle spade giapponesi attraverso filmati e documenti che spiegano le origini e lo sviluppo delle varie tipologie di lame. La splendida collezione del museo vi permette di ammirare, tra le diverse varietà di spade, anche le famose katana utilizzate dai samurai e dai più grandi combattenti giapponesi. Si tratta di spade considerate quasi leggendarie, che ancora oggi catturano lo sguardo per la loro bellezza e sorprendono per la loro leggiadria che nasconde un intricato design e un complesso processo di produzione. Alcune katana presentano anche delle minuscole scritte giapponesi, che rappresentavano una sorta di testamento dei samurai; questi caratteri si possono osservare con una lente di ingrandimento. Seki viene considerata la città della katana, in quanto si stima che negli ultimi 800 anni il 90%  delle spade siano state prodotte proprio nella città.

Anche l’arte della spada giapponese è stata però influenzata dal sopraggiungere della modernità e così nelle sale espositive dedicate ai nuovi stili e design potrete ammirare spade colorate e originali ispirate dalla cultura “kawaii” e dal mondo dei manga e degli anime.

Oltre ad ammirare la collezione di oggetti esposti, potrete conoscere i vari processi di produzione di ciascuna spada attraverso pannelli informativi e video. È possibile inoltre assistere a dimostrazioni dal vivo che si svolgono regolarmente presso il museo e tra queste quella più famosa si svolge il 2 di gennaio di ogni anno: si tratta di una cerimonia con cui si forgia la prima spada dell’anno.

Dalle spade ai coltelli

Le origini della produzione di spade a Seki risalgono al 1200 quando un artigiano di grande esperienza di nome Motoshige si trasferì nella cittadina continuando la sua attività e condividendo i segreti e i processi di produzione delle spade con altri artigiani e apprendisti. La città acquisì in breve tempo una certa fama e molti altri artigiani e produttori di spade si trasferirono nell’area trasformandola in un centro di produzione rinomato. Il vantaggio di Seki fu anche la sua abbondanza di risorse naturali: la presenza di materie prime come carbone, argilla e acqua pura delle montagne, fondamentali per ottenere spade di ottima qualità, agevolarono la cittadina.

Fiore all’occhiello della produzione della città fu la spada Seki no Magoroku creata da Kanemoto II,  particolarmente apprezzata per la sua lama possente e spesso utilizzata in battaglia. Oggi da questa famosa spada è stato creato un omonimo set di coltelli diffuso sia per uso domestico che professionale.

Con la fine delle battaglie interne e l’introduzione di nuove armi, la richiesta di spade diminuì notevolmente in Giappone e gli artigiani di Seki sfruttarono la loro esperienza e maestria per la produzione di coltelli da cucina, rasoi, forbici e strumenti a lama usati in agricoltura. Nel 1888 a Seki venne prodotto il primo modello di coltellino svizzero del paese. Oggi visitando la città troverete varie botteghe che vendono set di coltelli e altri strumenti a lama pregiati e dal design elegante e se visitate Seki in ottobre non perdetevi l’annuale festival dedicato proprio ai coltelli.

Informazioni generali per la visita

Potete raggiungere Seki in treno da Nagoya o Gifu e una volta arrivati in stazione, troverete il museo a pochi minuti a piedi. Il museo è aperto dalle 9 alle 16:30, con chiusura il martedì. Il biglietto di ingresso costa 300 yen.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!