Il tempio Loha Prasat.

Tempio Loha Prasat

La città di Bangkok annovera nel suo patrimonio artistico-culturale una gran varietà di templi, uno più elegante e stupendo dell’altro, tanto che alcuni di questi sono diventati segni distintivi dell’identità architettonica della città. Tuttavia, spesso la bellezza resta sconosciuta e questo è il caso del meraviglioso Loha Prasat: situato nei pressi del tempio Ratchanaddaram, è un monumento di grande importanza storica.

Una visita a questo luogo di culto suggestivo è il modo migliore per conoscere la storia del tempio e della cultura religiosa di Bangkok.

Storia e caratteristiche

La costruzione del tempio è avvenuta nel 1846, sotto il regno di Rama III. La sua struttura architettonica ha un forte valore simbolico: è composto da 37 spire metalliche che simboleggiano le 37 virtù che un uomo deve incarnare per ottenere l’illuminazione divina. Si tratta di cinque torri a base quadrata concentriche, di altezza inversamente proporzionale alle dimensioni della propria base. Al centro delle torri è presente una scala a chiocciola che conduce al piano più alto della quarta torre, da cui è possibile avere un’incredibile visuale sul Monte d’Oro. Come tutti i templi, anche questo custodisce una reliquia di Buddha.

Informazioni

Il tempio è aperto ogni giorno e per la visita è necessario il pagamento di 20 Baht. Nei dintorni è presente un mercato degli amuleti di cui si consiglia la visita.

Galleria Foto


Informazioni e mappa

Nome: Tempio Loha Prasat

Nelle vicinanze:

La Rattanakosin Exhibition Hall.A 72 metri
Il tempio Wat Saket.A 506 metri
Il tempio Wat Suthat.A 545 metri
Artigiano al villagio Ban Bat.A 609 metri
Traffico e insegne a Khao San Road.A 835 metri
Il teatro Sala Chalermkrung.A 1039 metri

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).