Korankei

Sebbene Nagoya, una delle più grandi città del Giappone, sia spesso vista come una città industriale priva del grande fascino di Kyoto e Tokyo, in realtà riserva tante sorprese, con meraviglie culturali e naturali. È il caso della magnifica valle Korankei, distante solo pochi chilometri dalla città, che attira numerosi turisti e fotografi in particolare nella stagione autunnale quando i circa 4mila aceri della zona danno vita ad un mare “fiammeggiante” di color rosso acceso.

Questo spettacolo lo si deve ad un monaco del Tempio Kojakuji che nel 1600 decise di piantare qualche albero di acero in questa valle remota, incorniciata dal Monte Iimori, alto 254 metri, sul quale sorge il tempio. Pellegrini e abitanti seguirono l’esempio, piantando e prendendosi cura degli aceri di Korankei: il risultato è una valle che delizia gli occhi e l’anima dei visitatori con le sue sfumature nostalgiche e romantiche.

Il foliage autunnale

Il periodo migliore per visitare Korankei è solitamente da metà a fine novembre, quando ci si trova nel boom dei colori autunnali. Il punto di osservazione migliore è lungo i sentieri che fiancheggiano il fiume Tomoe, in particolare sul lato occidentale e meridionale del monte Iimori. Il fiume è abbracciato da sponde rocciose facilmente accessibili ai visitatori che durante tutta la bella stagione vengono qui per rilassarsi in mezzo alla natura e lasciarsi cullare dal suono lento del fiume che scorre.

Il fiume è attraversato da una serie di ponti che donano un tocco ancora più pittoresco alla valle e permettono di avere una visuale migliore dei colori autunnali e del paesaggio.  Il ponte Taigetsukyo, con il suo colore rosso acceso, è il simbolo di Korankei e uno dei punti preferiti da fotografi e visitatori per scattare foto.

Un altro ponte famoso è ponte Tomoehashi, nei pressi del quale vengono allestite bancarelle di street food e prodotti locali durante la stagione del foliage autunnale quando l’area viene illuminata dal tramonto fino alle 21:00 aggiungendo un tocco di magia al luogo. Nelle vicinanze è presente una sorta di palco all’aperto nel quale vengono organizzati spettacoli e concerti.

Villaggio-Museo Sanshu Asuke Yashiki

Un’altra attrazione di Korankei, che esula dai colori autunnali, è il Villaggio-Museo Sanshu Asuke Yashiki, un luogo che vale la pena scoprire per conoscere uno dei volti più tradizionali del Giappone e immergersi in atmosfere del passato. Il villaggio conserva ancora numerose case storiche dal tetto in paglia, molte delle quali ospitano botteghe e laboratori in cui i turisti possono cimentarsi in tante attività d’arte e artigianato: potete imparare a realizzare articoli con la carta washi o con il bambù, produrre i tradizionali sandali in paglia giapponesi e tanto altro.

Come arrivare

Non esiste un trasporto pubblico diretto per Korankei e arrivarci vi richiederà un po’ di tempo, ma senza troppe difficoltà. Dalla stazione di Nagoya Station prendete la linea ferroviaria Meitetsu Nagoya Line che in 30 minuti circa vi condurrà alla stazione Higashi-Okazaki. Da qui dovrete proseguire in autobus con la linea Meitetsu Bus fino a Korankei; il tragitto in questo caso dura circa un’ora. Tenete presente però che nella stagione autunnale Korankei potrebbe essere piuttosto affollata, soprattutto nei weekend, quindi questo causa generalmente maggiore traffico in strada. Partire con un po’ di anticipo, arrivando al mattino, potrebbe essere la soluzione migliore.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!