Kongo Coast

Nella parte occidentale della Penisola di Noto, la costa è stata modellata nei millenni dall’impetuosità del Mare del Giappone, che ha dato vita ad un paesaggio aspro e selvaggio bellissimo da esplorare e tra i più ammirati della penisola.

In questa zona della Penisola di Noto avrete sicuramente un’altra visione del Giappone, molto diversa da quella che ci immaginiamo: la costa è dominata da scogliere ripide, grotte e promontori, con piccoli villaggi che sembrano apparire dal nulla, quasi schiacciati tra il mare e le montagne. Fermarsi in uno di questi villaggi pittoreschi è un’esperienza unica che vi porterà ad immergervi nelle tradizioni e nelle usanze locali fatte di semplicità e ritmi di vita rilassati. Una caratteristica tipica delle case e dei villaggi sono dei grandi recinti di bambù che proteggono dal vento forte che soffia dal mare.

La Kongo Coast si estende per 14 km ed è perfetta per un tour on the road con un’auto a noleggio, che sulla penisola è spesso l’unico mezzo di trasporto. Lungo la costa potete fermarvi ad ammirare panorami unici e indimenticabili, impreziositi da particolarissime formazioni rocciose e luoghi dove si mescolano leggende e credenze shintoiste.

Cosa vedere lungo la Kongo Coast

Roccia Ganmon

Il punto più popolare della Kongo Coast è una formazione rocciosa conosciuta come Ganmon, un nome che significa “roccia cancello”: la formazione rocciosa presenta un grande arco al centro che la rende simile ad un cancello di ingresso. L’arco è stato frutto dell’operato del mare che nel corso dei secoli ha scavato la roccia dando vita a questo enorme foro. Per ammirare meglio e più da vicino la formazione Ganmon, potete percorrere un sentiero che conduce fino alla spiaggia ed accedere ad una grotta situata nelle vicinanze, da cui si ha una bella visuale della roccia Ganmon. Questa grotta, secondo la leggenda, fu la stessa in cui il samurai Minamoto Yoshitsune si nascose mentre era in fuga dal fratello e rivale Minamoto Yoritomo.

La Roccia Ganmon è un luogo che negli ultimi anni è divenuto sempre più popolare tra i turisti e per questo nelle vicinanze troverete un centro informazioni, un ristorante e un negozietto dove acquistare snack e souvenir.

Nella bella stagione, esattamente da marzo fino a novembre, sono disponibili anche dei tour in barca che permettono di navigare tutt’intorno alla roccia Ganmon ed esplorare qualche altro luogo lungo la costa. Dall’imbarcazione sicuramente si ha una panoramica diversa e altrettanto spettacolare della costa, avendo l’occasione di vedere qualche angolo e scorcio in più. Le crociere durano circa 20 minuti e hanno un costo di 1.100 yen.

Hatago Iwa

Un altro punto molto popolare lungo la costa è Hatago Iwa che si trova a 3 km a nord della Roccia Ganmon e consiste in altre due formazioni rocciose. Queste due rocce soprannominate anche “rocce sposate” sono considerate sacre per la religione shintoista e per questo le vedrete legate tra loro da una “shimenawa”, una corda che nella religione shintoista viene usata per indicare la presenza di spiriti sacri: nei santuari la vedrete spesso anche avvolta intorno ad alberi e altri oggetti naturali considerati una sorta di “divinità”. In cima alla roccia più grande si trova anche un piccolo santuario. Questo luogo è particolarmente suggestivo al tramonto, quando la luce del sole che scompare dietro alle rocce ne tratteggia il profilo regalando uno scenario romantico.

Yoshitsune no Funakakushi

Il nome di questa stretta e lunga gola che si protende verso il mare è dovuta ad un’antica leggenda: il samurai Yoshitune e la sua flotta si rifugiarono in questa gola per sfuggire alla tempesta in mare.

Il punto di partenza per esplorare questo luogo è la scogliera Yase Cliff dove si trova un punto di osservazione da cui ammirare il panorama dall’alto che spazia sulla costa e sulla gola; da qui comincia il percorso Yase Nature Trail. Con una breve passeggiata che si fa strada tra la vegetazione della costa potrete avvicinarvi e arrivare al punto in cui si può osservare la gola in tutta la sua estensione e ci si può meravigliare dinanzi a questo stretto passaggio scavato dal mare nella scogliera.

Come visitare la Kongo Coast

L’unico modo per visitare questo tratto di costa è con un’auto a noleggio, in quanto il servizio di trasporto in autobus è praticamente inesistente e quando c’è non permette di raggiungere le maggiori attrattive di questa zona.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).