Isola Teshima

Una piccola isola rurale del Mare Interno di Seto divenuta negli anni una delle maggiori destinazioni turistiche per gli appassionati di arte contemporanea: benvenuti a Teshima.

È la seconda isola più grande del Mar di Seto ma conta una popolazione di appena mille persone che vive in piccoli villaggi a pochi metri da acque cristalline e circondati da un meraviglioso paesaggio naturale. Le giornate qui scorrono tranquille, a ritmo lento, tra una battuta di pesca e una passeggiata nelle foreste verdeggianti, ma in alcune occasioni Teshima si anima: l’isola è una delle location che ogni 3 anni ospita il festival d’arte “Triennale di Setouchi”. 

Se siete appassionati di arte e cultura o semplicemente volete scoprire un’isola paradisiaca lontana dai classici itinerari turistici, allora l’isola di Teshima fa al caso vostro.

Visitare l’Isola Teshima: cosa vedere

Il Teshima Art Museum

Teshima offre diversi spunti interessanti per trascorrere una giornata e una delle principali attrazioni dell’isola è il Teshima Art Museum, un museo dell’arte che vanta come maggior capolavoro proprio l’edificio stesso: creato dall’artista Rei Naito e dall’architetto Ryue Nishizawa, il museo si colloca sul Monte Myojin, incorniciato da terrazzamenti di coltivazioni di riso. La sua struttura in cemento si inserisce in perfetta armonia con la natura circostante grazie ad elementi visionari come il design dell’edificio a forma di goccia d’acqua con due aperture sul soffitto che consentono di far entrare i rumori del vento e del mare, la luce del sole e i profumi della vegetazione creando così una forte connessione con la natura circostante. L’esperienza emozionante di soffermarsi ad ammirare i colori delle stagioni e la luce che cambia a seconda dell’ora del giorno, vale già di per sé il viaggio a Teshima.

Il museo resta aperto dalla primavera all’autunno dalle 10:00 alle 17:00 mentre in inverno chiude alle 16:00. Il giorno di chiusura settimanale è il martedì, a cui si aggiunge anche il mercoledì nel periodo da dicembre a febbraio. Il costo di ingresso è di 1.540 yen.

Les Archives du Coeur

Un’altra tappa popolare di Teshima è Les Archives du Coeur un’insolita galleria che si trova lungo la spiaggia nella periferia orientale del villaggio di Karato. In questo edificio potete vivere un’esperienza possibile solo in pochi musei al mondo: ascoltare i battiti del cuore registrati in precedenza da altre persone. Il tutto avviene in una stanza buia in cui i battiti del cuore vengono trasmessi ad alto volume e accompagnati da giochi di luce che rendono l’esperienza ancora più coinvolgente. Chi vuole può partecipare a questo esperimento registrando il proprio battito.

La galleria segue gli stessi orari e giorni di chiusura del Teshima Art Museum, ma il biglietto di ingresso ha un costo di 510 yen.

La Triennale di Setouchi

Ogni tre anni si rinnova l’appuntamento con la Triennale di Setouchi, un festival d’arte molto rinomato in Giappone e che ha come centro dell’evento la città di Takamatsu e le vicine isole. Teshima è una delle location del festival e chi la visita nel 2019 avrà l’occasione di ammirare diverse installazioni artistiche temporanee che si aggiungono ai musei e gallerie già presenti sull’isola in forma permanente. Le installazioni sono disposte in parte all’aperto nei tre villaggi e in parte all’interno di edifici e musei e in questo caso sono accessibili per la visita soltanto durante le settimane del festival.

Trekking in foreste magiche

Teshima è un’isola tra mare e montagne e il suo cuore è occupato nel centro dal Monte Danyama, una montagna ricoperta di foreste dove accade qualcosa di magico: il suono di 400 campanelle riecheggia tra i rami degli alberi al soffio del vento. Questa installazione artistica è chiamata la “Forêt des Murmures” e ad ogni campanella è appesa una targa con indicato il nome di una persona cara: chi lo desidera può partecipare a questo progetto e far appendere la propria targa pagando una quota. I sentieri passano per la foresta permettendo di vivere un’esperienza di trekking diversa dal solito mentre si ammira la natura e i colori delle stagioni; arrivate in cima alla montagna, dove vi attendono panorami incredibili sull’isola e sul mare.

Villaggi pittoreschi

Una strada circolare collega i tre piccoli villaggi di Teshima, nei quali si ritrova un clima da piccolo borgo di pescatori. Due di questi villaggi, Karato e Ieura, sono dotati di un proprio porto e sono belli da esplorare per perdersi tra gli stretti vicoli affiancati da dimore tradizionali in legno e assistere a scene di vita quotidiana. I villaggi offrono una scelta limitata in quanto ad alloggi, negozi e gastronomia, ma troverete tutto il necessario e non mancano anche alcune proposte particolari come Shima Kitchen che nasce come installazione artistica ma opera come ristorante, l’ideale per coniugare le specialità deliziose di Teshima con il mondo creativo dell’arte.

Come arrivare

Teshima è servita da due linee di traghetti. La prima collega il porto Ieura a quello di Takamatsu, con alcuni traghetti che fermano anche al porto di Honmura, sull’isola di Naoshima. Ci sono circa 3-5 partenze giornaliere a seconda del periodo, ma durante la Triennale vengono aggiunti altri collegamenti; la traversata da Takamatsu dura 35 minuti in nave veloce e ha un costo di 1.330 yen. Se invece partite da Naoshima il viaggio dura circa 20 minuti.

La seconda compagnia di traghetti a servire l’isola è la Shodoshima Ferry che collega invece il porto di Uno (Okayama) all’isola di Shodoshima, facendo tappa ai porti di Ieura e Karato di Teshima durante il tragitto. Il viaggio dura circa 40 minuti e costa 770 yen.

Come muoversi a Teshima

Due linee di autobus collegano il porto di Ieura, il porto principale dell’isola, agli altri villaggi e porti di Teshima: una linea opera tra il porto e il villaggio Ko, mentre l’altra collega Ieura al porto di Karato facendo tappa anche al Teshima Art Museum durante il tragitto. Le corse hanno un costo fisso di 200 yen.

In alternativa un altro modo divertente per esplorare l’isola è in bicicletta: i negozi di noleggio li trovate nei pressi dei porti di Karato e Ieura e partono da un costo di 1.000 yen per 4 ore. Se avete tempo e amate camminare potete spostarvi a piedi tra i villaggi che distano meno di un’ora uno dall’altro.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).