Isola Awashima

La sua forma a stella emerge dalle acque a pochi chilometri dalla costa occidentale della Prefettura di Kagawa ed è proprio grazie alla sua posizione privilegiata che tra il 1400 e il 1500 l’isola Awashima è fiorita come porto commerciale e una delle sedi principali della prestigiosa Marina Militare Shiwaku, che all’epoca contava tra le sue file alcuni dei più esperti e abili marinai giapponesi incaricati di controllare il Mare Interno di Seto dalla vicina isola Honjima.

Il passato prestigioso ha lasciato in eredità numerosi siti storici ma oggi Awashima è meglio conosciuta come meta artistica: l’isola è infatti una delle location della Triennale di Setouchi, uno dei festival dell’arte più famosi del Giappone. Se questo non bastasse, Awashima regala spazi per rilassarsi e dimenticarsi per una giornata dei rumori e della frenesia delle città, passeggiando in villaggi che sembrano fermi nel tempo e godendosi bellissime viste sul mare.

Un viaggio nel passato

La Marina Militare Shiwaku nacque con la funzione di controllare l’arcipelago delle Shiwaku, ma sul finire del 1500 cominciò a prestare servizio per Toyotomi Hideyoshi che scelse di avvalersi dell’esperienza e abilità dei marinai per le sue campagne nell’isola Kyushu e in Corea. Da questo momento il corpo militare acquisì sempre più prestigio e fama, tanto che nel 1897 il Governo Meiji decise di aprire un’accademia di addestramento proprio sull’isola Awashima; l’istituto operò per 90 anni e alla chiusura fu convertito in un museo navale che permette di osservare gli antichi ambienti e aule della scuola e una mostra tutta dedicata al mondo marittimo. In esposizione vedrete diversi modellini di navi, strumenti nautici e militari e reperti di proprietà della scuola. Il museo è il cuore del parco memoriale Awashima Marine Memorial Park ed è visitabile gratuitamente dalle 9.00 alle 16:00 (il giorno di chiusura settimanale è il lunedì).

Il villaggio

Una piccola cittadina portuale dalle atmosfere nostalgiche circonda l’accademia della marina offrendo qualche spunto per passeggiare ammirando splendidi esempi di architettura tradizionale: le tipiche dimore in legno poste l’una accanto all’altra lungo gli stretti vicoli sono una meraviglia per gli occhi! Se avete tempo per allungare la camminata, raggiungete in appena mezz’ora il belvedere Jonoyama Viewpoint che regala viste mozzafiato su tutta l’isola e sul mare.

La Triennale di Setouchi

Quando l’accademia della Marina Militare venne chiusa, Awashima visse un periodo di declino sia economico che demografico ma la sua popolazione, arrivata oggi a circa 300 abitanti, è riuscita a risollevare il destino dell’isola attraverso l’arte. Ogni 3 anni si rinnova l’atteso appuntamento con la Triennale di Setouchi che ha come centro principale la città di Takamatsu, ma coinvolge anche le vicine isole, tra cui anche Awashima. Chi la visita nel 2019 avrà l’occasione di ammirare una decina di installazioni artistiche temporanee sparse in vari punti dell’isola, che si vanno ad aggiungere a quelle già presenti, rimaste in forma permanente dalle precedenti edizioni. Tra quelle più particolari c’è probabilmente “Missing Post Office” creata dall’artista Saya Kubota come parte della Triennale del 2013: è allestita in un vecchio ufficio postale abbandonato che è stato recuperato e ristrutturato. Parte dell’esposizione è una collezione incredibile di cartoline senza indirizzo e mittente che vengono custodite qui in un’attesa forse infinita di essere ritirate dal destinatario. Anche voi potete inviare una cartolina anonima all’indirizzo dell’ufficio postale in modo che venga appesa assieme alle altre.

Un’altra attrattiva curiosa sono le buffe bambole realizzate con le boe delle barche che punteggiano i giardini e vari luoghi dell’isole regalando un sorriso ai passanti con le loro espressioni uniche.

Rilassarsi in spiaggia

Ad una decina di minuti a piedi dal porto di Awashima si trova la spiaggia di Nishihama, con la sua distesa di sabbia bianca lunga 1km. Con la sua posizione riparata dal vento è perfetta per rilassarsi al sole in estate, fare una nuotata e passeggiare al tramonto.

Come arrivare

Il modo più rapido per arrivare a Awashima è con un traghetto dal Porto di Suda, raggiungibile a sua volta in autobus dalla stazione di Takuma. Dopo essere scesi alla fermata del bus Sudako Mae proseguite a piedi per pochi minuti verso il porto e prendete il traghetto che impiega circa 15 minuti per raggiungere l’isola.

Come muoversi

Se il villaggio che circonda il porto di Awashima si può girare comodamente a piedi, per esplorare altre zone in breve tempo è consigliabile noleggiare una bicicletta che ha un costo di 500 yen al giorno. Il sentiero che fiancheggia la costa partendo dal porto è perfetto per una passeggiata panoramica sia a piedi che in sella alle due ruote.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).