Cosa vedere a Koh Samui

Koh Samui offre una vasta e variegata gamma di cose da vedere e attività per tutti, sia per chi aspira a rilassarsi in spiaggia, sia per chi invece sogna una vacanza più avventurosa. Dalle spiagge alle cascate, passando per i templi e i vivaci mercati, non c’è davvero tempo di annoiarsi, anche se talvolta i tempi limitati di una vacanza rendono difficile riuscire a vedere tutto. Se vi state chiedendo quali sono le principali attrazioni di Koh Samui, eccovi una lista dei luoghi da non perdere.

Parco Nazionale Marino di Ang Thong

Nella provincia di Surat Thani, a circa 30 km dalla costa di Koh Samui, il Parco Nazionale Marino di Ang Thong è un arcipelago incontaminato formato da 42 isole, divenuto una riserva naturale protetta negli anni ’80. Gran parte delle isole sono formate da montagne calcaree che si ergono dall’acqua, ma alcune racchiudono bellissime spiaggette, foreste tropicali e di mangrovie, cascate e laghi nascosti. Mare e terraferma sono popolati da una variegata fauna locale che qui vive praticamente indisturbata. Il parco marino è solitamente meta di escursioni giornaliere abbinate ad attività come kayak, trekking, immersioni o snorkeling.

Il Tempio del Grande Buddha

Su un piccolo isolotto roccioso, situato a pochi metri dalla costa settentrionale di Koh Samui, si trova il famoso tempio del Grande Buddha, una delle maggiori attrazioni dell’isola. La grande statua dorata del Buddha, alta 12 metri, si scorge già in lontananza, ma è possibile ammirarla da vicino raggiungendo il tempio in traghetto o con i mezzi, dato che l’isolotto è stato collegato alla terraferma. All’interno del complesso, oltre alla statua, troverete altre figure del Buddha e alcuni edifici e santuari; accanto all’ingresso sono allestite inoltre alcune bancarelle dove acquistare cibo, souvenir e amuleti portafortuna.

Wat Plai Laem

Non molto distante dal tempio del Grande Buddha, nel nord dell’isola, Wat Plai Laem è un altro luogo sacro da non perdere. Si presenta come un tempio piuttosto variopinto e insolito, ricco di ornamenti e opere d’arte, tra cui spicca in primo piano la grande statua dedicata a Guanyin, divinità della grazia e della compassione, raffigurata come una dama bianca dalle 18 braccia. Oltre alla divinità, troverete alcune immagini del Buddha raffigurato in vari edifici del tempio e un incantevole lago popolato di pesci dove passeggiare e rilassarvi immersi nella tranquillità di questo luogo.

Fisherman’s Village di Bophut

Il villaggio dei pescatori è una delle attrazioni più pittoresche di Koh Samui. Si trova nella parte storica della cittadina di Bophut ed è un luogo carico di colori e suggestioni, con i suoi edifici in legno dallo stile tradizionale che ospitano negozietti e ristorantini tipici, molti dei quali presentano spazi all’aperto con vista sulle strade animate o sulla spiaggia. In principio la cittadina di Bophut era un semplice villaggio di pescatori, ma con il tempo si è sviluppata e ampliata e quello che in origine era il villaggio è divenuto una grande attrattiva in particolare il venerdì sera, quando si svolge un vasto mercato settimanale dove acquistare cibo e souvenir.

Hin Ta e Hin Yai

A circa 2 km a sud di Lamai Beach si trova una delle attrazioni più insolite dell’isola:  Hin Ta e Hin Yai, soprannominate simpaticamente “Nonno e Nonna”, sono due celebri formazioni rocciose. La notorietà la si deve alla loro particolare forma che ricorda il sesso maschile una e quello femminile l’altra. Sin da quando sono state scoperte le due rocce hanno generato tanta curiosità nella popolazione locale che si è divertita a fantasticare sulle due rocce, dando vita a miti e leggende. Arrivando vicino alle due sculture avrete inoltre un panorama bellissimo sul mare e sulla piccola spiaggetta collocata nelle immediate vicinanze, dove potete trovare alcuni bar e negozietti.

Koh Tao

Koh Tao, “l’isola tartaruga”, rappresenta una delle scoperte più recenti: quest’isola tropicale, distante circa 50 km dalla costa settentrionale di Koh Samui, è sfuggita ai radar turistici fino agli anni ’80. Oggi ospita una vasta gamma di alloggi, che spaziano dai resort di lusso ai campeggi, ristoranti e locali notturni, ma conserva i paesaggi idilliaci che l’hanno resa famosa tra gli amanti della natura incontaminata e del mare. Koh Tao è spesso meta di escursioni giornaliere da Koh Samui con attività in acqua dedicate in particolare alla scoperta dei ricchi fondali marini attorno all’isola, popolati di coralli e varie specie di pesci e creature tropicali, incluse, appunto, le tartarughe.

Cascate di Na Muang

Tra le meraviglie naturali assolutamente da non perdere, ci sono le cascate di Koh Samui. Ne potrete ammirare di spettacolari, ma di certo le più famose sono le cascate di Na Muang, situate nell’entroterra a circa 12 km dalla Baia di Nathon. Si tratta di due cascate, entrambe spettacolari, racchiuse in un parco nazionale e facilmente raggiungibili con un breve percorso a piedi. La particolarità di queste cascate non è tanto nell’altezza o nel getto potente dell’acqua, bensì le rocce dalle sfumature viola che le compongono, motivo per cui le cascate sono soprannominate “Cascate Viola”  La prima cascata, Na Muang 1, offre un’ampia piscina naturale alla sua base, dove potersi rinfrescare con un bel bagno;  da qui, salendo a piedi per circa 30 minuti, si raggiunge la seconda cascata, Na Muang 2.

Secret Buddha Garden (o Magic Garden)

Nascosto tra le colline di Koh Samui,  a nord-est di Lamai Beach, il Secret Buddha Garden è una piccola gemma immersa nella vegetazione rigogliosa dell’entroterra. Si tratta di un giardino costellato da numerose statue, raffiguranti animali, divinità e persone comuni. Una delle sculture ritrae Nim Thongsuk, il contadino thailandese artefice di questa attrazione. Nel 1976 Nim iniziò a realizzare questo luogo attorno alla fattoria della propria famiglia e continuò in questo suo progetto per oltre 10 anni, arrivando a collezionare numerose statue. Visitando questo luogo sorprende notare come le sculture si trovino in perfetta sintonia con la natura circostante, dando come l’impressione di essere un tutt’uno. L’atmosfera è davvero magica e suggestiva, con il suono delle cascate e dei ruscelli che spezzano il silenzio e la fitta vegetazione che ripara il giardino dai raggi del sole garantendo una temperatura sempre fresca.

Wat Khunaram

Nella località di Lamai, il tempio Wat Khunaram custodisce una delle attrazioni più insolite e “macabre” dell’isola, ovvero la mummia del monaco Luong Pordaeng, morto nel 1973 mentre meditava. Pare che, poco prima di morire, avesse chiesto ai suoi seguaci di essere cremato qualora  il suo corpo avesse mostrato segni di decomposizione, e di essere esposto in caso contrario per ricordare gli insegnamenti del Buddha. Ciò che stupisce è proprio il quasi assente stato di decomposizione: molti credono sia dovuto ad un miracolo, altri ritengono che dipenda dalla sua rigida alimentazione combinata alla meditazione. Per i Thai, sia la vita che la morte del monaco Loung Pordang è motivo di ispirazione a seguire gli insegnamenti di Buddha.

Le spiagge

Koh Samui deve la sua fama alle sue spiagge paradisiache, incorniciate da una natura rigogliosa. L’isola conta numerose spiagge, alcune più famose o più belle di altre, in grado di accontentare tutti i visitatori. Se cercate distese di sabbia poco affollate, economiche e più “selvagge” optate per la costa nord dove si trovano spiagge come Maenam, Bophut e Bangrak. Chaweng Beach, sulla costa orientale, è la località balneare più grande e famosa dell’isola: ciò si traduce in un maggiore affollamento in alta stagione e prezzi più alti, ma anche un maggior numero di servizi e attività.

Lamai Beach, pur essendo piuttosto popolare, ha un’atmosfera più tranquilla di Chaweng e le tranquille acque profonde la rendono ideale per nuotare.

Se invece viaggiate con i bambini, vi consiglio Lipa Noi Beach, una delle più indicate per le famiglie: questa piccola baia tranquilla si caratterizza per acque basse per diversi metri e prive di coralli e rocce sui fondali.

Chaweng Walking Street Market

I mercati sono una parte importante della cultura thailandese e a Koh Samui, come in tante altre località del paese, ne troverete di ogni tipo, sia diurni che notturni. Tra i più popolari c’è il Chaweng Walking Street Market che ogni sera accoglie tanti turisti pronti a fare acquisti e al tempo stesso fare una sosta per cenare o sorseggiare un drink nell’ampia sezione dedicata al cibo e allo street food.  Curiosando tra le bancarelle troverete una vasta gamma di articoli, dai souvenir all’abbigliamento e tanto altro.

Nathon Town

Nathon Town è la capitale di Koh Samui e ospita il porto principale dell’isola, da cui salpano i traghetti per la terraferma e le isole vicine. È il centro economico e commerciale di Koh Samui, con una grande varietà di negozi, ristoranti, agenzie di viaggi, bar e istituti finanziari. È una località piacevole per un’escursione giornaliera e sebbene non offra tante attrazioni, conta alcuni luoghi interessanti, incentrati soprattutto attorno al viale principale della cittadina.  Qui potete passeggiare ammirando case tradizionali, tra cui spiccano le particolari case-bottega in legno in stile cinese che vendono vari articoli e souvenir ma sono specializzate soprattutto nell’oro.