Come muoversi Vilnius

Nonostante il centro storico di Vilnius sia tra i più grandi d’Europa, è facilmente percorribile a piedi o in bicicletta e la maggior parte delle attrazioni si trovano a breve distanza l’una dall’altra. Probabilmente chi visita la capitale della Lituania non avrà necessità di usufruire dei mezzi pubblici, ma se avete una vacanza abbastanza lunga o se siete curiosi di scoprire altri luoghi meno turistici oltre al centro, allora potete fare affidamento all’ottima rete di trasporti della città, che include essenzialmente autobus, filobus e taxi. In questa guida ai trasporti di Vilnius, troverete tutte le informazioni utili su come muoversi nella capitale lituana, a partire dall’arrivo in aeroporto.

Dall’aeroporto al centro città

L’aeroporto di Vilnius dista circa 6 km dalla città e offre diverse opzioni di trasporto:

  • Autobus. La corsa in autobus per il centro dura 15 minuti e ci sono partenze ogni 10-15 minuti. Il biglietto si acquista direttamente dall’autista per 1 euro. Ci sono diverse linee di autobus che potete prendere: la n. 1 e la n. 2 vanno dall’aeroporto alla stazione centrale degli autobus e dei treni attraverso percorsi differenti, la n. 88 va dall’aeroporto al City Business Center, percorrendo prima il centro storico, la linea express n. 3G va a nord attraverso il centro.
  • Treno. L’azienda Lietuvos Geležinkeliai gestisce i treni dall’aeroporto alla stazione ferroviaria principale con partenza ogni 45 minuti circa. Il viaggio in treno dura 7 minuti e ha un costo di 0,70 euro. Di certo è il modo più veloce e comodo per arrivare in centro.
  • Taxi. Il taxi è un’altra alternativa sempre disponibile e confortevole. I taxi a Vilnius non sono molto costosi, ma è sempre bene prenotarne uno in anticipo attraverso app come Taxi.lt, Taxify, Uber o eTaksi che mostrano le tariffe stimate prima della corsa. Di solito un prezzo medio dall’aeroporto alla stazione degli autobus o al centro costa circa 10-15 euro, ma dipende molto da dove si trova la vostra destinazione finale e dal traffico.

Spostarsi in città

Vilnius con i mezzi pubblici

L’azienda Susisiekimo Paslaugos gestisce la vasta rete di autobus e filobus a Vilnius, che rappresentano essenzialmente i due mezzi principali per spostarsi.

Tenete presente che i filobus e gli altri autobus utilizzano lo stesso sistema di numerazione ma i percorsi sono completamente diversi. Esistono diverse linee di autobus veloci (non filobus) chiamate “Greitasis” (Express) che si fermano solo alle fermate principali e collegano parti importanti della città (quartieri residenziali – centro – porto e simili); sono riconoscibili dalla lettera “G” su uno sfondo verde aggiunta alla fine del numero di linea. Complessivamente, ci sono 6 diverse linee di autobus express: 1G, 2G, 3G, 4G, 5G e 6G e vedrete gli orari e percorsi contrassegnati in verde. Percorsi e numeri degli autobus regolari sono indicati in blu, quelli dei filobus sono indicati in rosso.

Biglietti e pass per i mezzi pubblici

Un biglietto per una corsa singola in autobus o filobus costa 1 euro se acquistato dall’autista (validità di un’ora) o 0,65 euro per un biglietto comprato con la smart card ricaricabile Vilniečio kortelė (Vilnius Citizen Card). La tessera può essere acquistata in un chiosco, in un negozio “PayPost”, all’ufficio postale o nelle catene del supermercato “Maxima” per 1,50 euro. Quando si cambia da una linea all’altra di autobus, è necessario un nuovo biglietto. Potete eventualmente anche valutare l’acquisto di un pass di 24/72 ore al costo di 5/8 euro.

Sia i biglietti cartacei che la tessera devono essere convalidati a bordo del mezzo.

Vilnius in taxi

In generale il taxi non è un mezzo utile per girare a Vilnius: il centro storico è perlopiù pedonale e all’esterno c’è una vasta rete di autobus e filobus che vi permettono di muoversi in maniera economica. Tuttavia se in alcune occasioni aveste necessità di un taxi, tenete presente che a Vilnius i taxi sono generalmente più economici se prenotati in anticipo per telefono o tramite app, piuttosto che fermati direttamente in strada o presso un posteggio di taxi. Vi consiglio di chiedere alla reception dell’hotel o al ristorante di chiamarne uno per voi, ma in alternativa alcune società affidabili sono Ekipažas, Martono Taksi e Mersera. Un taxi normale può costare circa 5-10 euro se avete bisogno di spostarvi dalla periferia della città al centro.

Taxify (ora chiamata Bolt) è una comoda app mobile per la prenotazione di taxi nei paesi baltici, che copre centinaia di taxi verificati a Vilnius, in collaborazione con le principali compagnie di taxi. Anche Uber è disponibile a Vilnius.

Vilnius in auto

Non è consigliabile noleggiare un’auto a Vilnius per via del fatto che il centro è comunque pedonale e la città ha un’ottima rete di mezzi pubblici. Tuttavia potreste voler fare delle escursioni fuori città e in questo caso avere un proprio mezzo potrebbe tornare molto comodo. A Vilnius, sia in aeroporto che in città, sono presenti molte compagnie di autonoleggio straniere ben note così come diverse compagnie locali. City-Bee gestisce una rete di car sharing in cui è possibile noleggiare un’auto a ore. Non vi è alcun contratto né canone mensile, si paga solo per il servizio quando si utilizza l’auto. Ci sono 13 punti di ritiro/consegna in tutta la città, principalmente nel centro e in alcuni punti rilevanti nei distretti settentrionali.

Vilnius in bicicletta

Vilnius sta diventando sempre più una città adatta ad essere esplorata in bicicletta, sebbene le piste ciclabili siano più rare fuori dal centro storico e lontano dalle rive del fiume Neris. Se viaggiate in estate potete approfittare del servizio di noleggio pubblico, chiamato “Cyclocity”, con quasi 40 stazioni che punteggiano la città e un piano tariffario adatto ad ogni esigenza: la prima mezz’ora è gratuita, poi i costi partono da 2,90 euro per un noleggio di 3 giorni.

L’ufficio turistico ha delle mappe gratuite dove sono segnalati i cinque percorsi ciclabili della città e della zona dei Laghi Verdi.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).