Cosa vedere a Vilnius

La capitale della Lituania è una città pittoresca e dalle dimensioni contenute, ma è straordinariamente accogliente e ricca di cose da fare e da vedere. Tra le stradine acciottolate del centro città si nascondono grandi esempi di architettura barocca, chiese cattoliche e ortodosse, musei, gallerie d’arte ed edifici antichi, ma anche deliziosi mercati gastronomici e viali dello shopping. Per non perdervi nulla, vi consiglio di seguire questa guida sulle principali attrazioni di Vilnius.

Collina delle Tre Croci

La collina delle tre croci è un’altra destinazione di importanza storica: si crede che le tre croci che si ergono su questa collina siano state erette nel 1600 dai monaci francescani per commemorare altri monaci martiri. Le croci originali sono state sostituite più volte nel corso dei secoli e quelle attuali sono state ricostruite dallo scultore Henrikas Silgalis nel 1989, un periodo che segnò il tramonto dell’Unione Sovietica. Dalla cima della collina avrete una vista mozzafiato su tutta Vilnius. 

 

Porta dell’Aurora (Ausros Vartai)

L’unica porta della città rimasta, un tempo parte della cinta muraria che circondava Vilnius, la Porta dell’Aurora è storicamente rilevante sia per la Lituania sia per il cristianesimo. All’interno della struttura si trova una piccola cappella che conserva ancora una famosa effigie della Vergine Maria.

Chiesa dei SS. Pietro e Paolo

Considerata una delle chiese più belle in Europa, la Chiesa dei SS. Pietro e Paolo vanta uno stile barocco meraviglioso. L’interno quasi interamente bianco ha una navata principale, con altari laterali e diverse cappelle, ma ciò che toglie il fiato è la ricchezza di ornamenti: ci sono oltre 2000 figure scolpite e affreschi che decorano le pareti interne. La chiesa in origine era una semplice struttura in legno che venne distrutta durante una guerra con la Russia.

Via Pilies (Pilies Street)

Questa via acciottolata conduce al Castello di Gediminas ed è una delle principali arterie della città. Fiancheggiata da alcuni dei migliori gioielli architettonici di Vilnius e dai tavolini dei caffè che si affacciano sui marciapiedi, Pilies Street è il luogo perfetto per immergersi nelle atmosfere vivaci di Vilnius e assistere a scene di vita quotidiana. È una meta ideale anche per lo shopping con numerosi negozietti di souvenir e prodotti locali. 

Cattedrale di Vilnius

La maestosa Cattedrale di Vilnius, separata dal suo campanile indipendente, è un simbolo nazionale e l’edificio più famoso della città. La cattedrale fu costruita originariamente in legno tra il 1387 e il 1388, ma l’attuale edificio venne realizzato alla fine del XVIII secolo in stile neoclassico, con imponenti colonne a dominare la facciata bianca e un interno semplice ed elegante. La cappella di San Casimiro, con la sua cupola barocca, i marmi colorati e gli affreschi sulla vita del santo, è il fiore all’occhiello della cattedrale.

Chiesa di Sant’Anna

La Chiesa di Sant’Anna è un capolavoro gotico che ha conservato perfettamente tutta la sua gloria e ed eleganza che si dice abbia fatto innamorare persino Napoleone. La chiesa venne costruita sul sito di un’antica chiesa in legno nata in omaggio ad Anna, la Granduchessa di Lituania, e non ha subito danni durante i suoi 500 anni di storia. La struttura vanta un bellissimo campanile, anch’esso in stile gotico.

Palazzo dei Granduchi di Lituania

Il Palazzo dei Granduchi di Lituania è l’ultimo di una serie di palazzi fortificati, più volte rimodellati, distrutti e ricostruiti, e sorge su un sito dalla lunga storia, i cui primi insediamenti risalgono al IV secolo d.C. Il palazzo barocco, costruito per i granduchi nel 1600, è stato meticolosamente restaurato e oggi ospita uno splendido museo di arte e storia. Il percorso di visita vi accompagnerà attraverso due millenni di storia lituana, con l’opportunità di ammirare le sale cerimoniali, arredate con materiali pregiati e preziosi decori.

Museo delle vittime del genocidio (KGB Museum)

Collocato nell’edificio che fungeva da quartier generale del KGB (e prima ancora della Gestapo durante l’occupazione nazista), il Museo delle vittime del genocidio racconta uno dei periodi più oscuri della storia del paese. All’interno potrete visitare le prigioni, le camere di tortura e diverse mostre informative.

Vilnius Museum of Illusions

Sebbene la maggior parte dei musei di Vilnius raccontino la ricca storia della città e del paese, questo particolare museo offre qualche ora di divertimento ed è perfetto se viaggiate con i bambini. È abbastanza recente, aperto solo dal 2016, e offre tante attrazioni interattive, con illusioni ottiche strabilianti, realtà virtuale e installazioni progettate per sorprendere.

Uzupis

Un tempo uno dei quartieri più pericolosi di Vilnius, Uzupis ha subito una grande trasformazione negli anni ’90 quando qui si trasferirono bohémien, designer e artisti. Oggi è diventata una zona alternativa e di tendenza, con numerose opere di street art che colorano gli edifici, installazioni artistiche, piccoli negozi d’arte, caffè e gustosi ristoranti.

Torre della TV di Vilnius

La Torre della televisione di Vilnius è una struttura alta 326,5 m situata nel quartiere di Karoliniškės. È la struttura più alta della Lituania e ospita un osservatorio con piattaforma girevole a 165 m che offre una vista pittoresca della città. Sul piano dell’osservatorio si trova anche un caffè dove sedersi a sorseggiare un drink circondati da panorami mozzafiato; nelle giornate limpide, la visibilità può estendersi fino a Elektrėnai, una città a circa 40 km da Vilnius.

Bernardine Gardens

Il parco Bernardine Gardens si trova proprio nel cuore di Vilnius, tra la collina di Gediminas, il fiume Vilnelė e un monastero. È un luogo piacevole dove passeggiare, tra collinette, laghi, fontane e viste sul fiume; ci sono inoltre romantici roseti, aree giochi per i bimbi e una bellissima esposizione botanica che include alcuni degli alberi più antichi di Vilnius.

Uptown Bazaar

Uptown Bazaar è un mix vivace e ricco di profumi e sapori gastronomici, con una gamma pressoché infinita di opzioni per la ristorazione, dalla cucina internazionale alle specialità locali. Sotto lo stesso tetto potrete spaziare dal ramen giapponese alle tapas spagnole per poi assaporare i migliori piatti della Lituania e acquistare prodotti tipici da portare a casa come souvenir.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).