Come muoversi ad Auckland

Auckland dispone di un ottimo sistema di mezzi pubblici, composto da autobus, treni e traghetti. La rete capillare di autobus è il mezzo più utilizzato per spostarsi nelle aree centrali, grazie alla presenza di linee turistiche che fermano accanto ai luoghi di maggior interesse, mentre i treni non servono tutti i quartieri e non ci sono tantissime fermate in giro per la città, quindi può essere utile solo se avete una sistemazione vicino ad una stazione. La maggior parte degli abitanti si sposta in auto, e guidare ad Auckland è un’esperienza molto piacevole, a patto di utilizzare la macchina solo fuori dal centro, non tanto per il traffico ma più che altro per la difficoltà di trovare parcheggio: in questo caso meglio muoversi a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici. Soprattutto nella stagione estiva la bicicletta è un ottimo modo per esplorare il centro e i quartieri periferici in totale libertà, senza dipendere dai mezzi pubblici.

Se siete in procinto di partire per Auckland, eccovi una guida utile su come arrivare e muoversi in città.

Dall’aeroporto al centro

L’aeroporto di Auckland si trova a circa 25 km a sud del centro e da qui, oltre al noleggio di auto, avete varie alternative per raggiungere la città.

  • Airbus. Questa navetta express è il modo più comodo per raggiungere il centro, tenendo conto anche che offre un servizio 24 ore su 24, con partenze ogni 10-15 minuti durante il giorno e ogni 30 minuti di notte. Raggiunge il centro di Auckland passando lungo Queen Street, con varie fermate durante il tragitto che dura in totale 40 minuti circa. I biglietti si possono acquistare sia alle macchinette automatiche che dal conducente.
  • Autobus+treno. La linea di autobus 380 collega l’aeroporto alla stazione dei treni Papatoetoe in 20 minuti, con partenze giornaliere ogni 30 minuti dalle 05:00 alle 23:30 circa. Una volta giunti in stazione potete prendere la coincidenza per la stazione centrale di Britomart in circa 30 minuti. A meno che il vostro alloggio non si trovi accanto alla stazione, non vi consiglio questa opzione in quanto più scomoda e lunga.
  • Taxi. Il taxi è senza dubbio il mezzo più comodo, soprattutto se avete fretta di raggiungere la vostra destinazione o se viaggiate con molti bagagli. Naturalmente è il mezzo più costoso, considerando che il prezzo varia da 50 a 100 dollari con il tassametro, più o meno le stesse tariffe del noleggio di auto.

Spostarsi in città

Biglietti e pass

Autobus e treni utilizzano un sistema tariffario a zone, con prezzi per una singola corsa a partire da 3,50 dollari all’interno dell’area centrale. Per una maggiore praticità e convenienza si può optare per la AT HOP Card, una tessera magnetica, prepagata e ricaricabile, che può essere utilizzata su tutti i mezzi pubblici, traghetti compresi, con transfer gratuiti su altre linee o mezzi e sconti significativi sul prezzo di una singola corsa, che arriva a costare quasi la metà. Gli unici mezzi su cui non si hanno sconti sono l’Airbus dall’aeroporto, il servizio di autobus notturni NiteRider e i traghetti Waiheke. La tessera AT HOP Card costa 10 dollari e potete caricarci anche un pass giornaliero con corse illimitate al costo di 18 dollari.

Autobus

L’autobus è il mezzo più comodo e quello più utilizzato, grazie alle tante linee che raggiungono ogni punto della città con partenze frequenti ogni 5-15 minuti. Con l’autobus si può esplorare la città senza dover noleggiare un’auto e ovunque decidiate di alloggiare non sarete mai troppo distanti da una fermata, ma tenete presente che nelle ore di punta potrebbero subire dei ritardi e offrire un servizio più lento. Se dovete raggiungere un quartiere più lontano meglio optare per il traghetto o il treno se disponibili. La maggior parte delle linee passa per il CBD e ferma accanto ai luoghi di  interesse turistico, quindi non avrete difficoltà a spostarvi in centro; in particolare la linea Inner Link è quella più utilizzata dai visitatori in quanto serve tutto il centro e le caratteristiche zone di Newmarket, Parnell e Ponsonby.

La linea Northern Express offre un servizio di trasporto veloce dalla stazione centrale di Britomart fino al distretto di North Shore. La maggior parte delle linee resta attiva fino alle 23:30, ma è disponibile anche un servizio notturno (NiteRider Bus) nel weekend.

Treno

Il treno è un’alternativa comoda e rapida ma solo se alloggiate nei pressi di una fermata. Non ci sono tante linee e nemmeno tante stazioni ad Auckland, considerando che la rete non è molto estesa e quindi non tutti i quartieri sono serviti dai treni. Tutte le linee partono dalla stazione di Britomart, nel CBD, e al momento sono 4:

  • Southern line, parte da Britomart Station per arrivare fino a  Papakura nel sud;
  • Onehunga line, segue in parte il percorso della Southern line, deviando poi verso ovest nel tratto finale;
  • Eastern line, collega Britomart a Manukau Central;
  • Western line, collega Britomart alla stazione Swanson.

Non esistono collegamenti per i quartieri a nord della città, dove il servizio è sostituito dai bus express.

Traghetti

I battelli sono un mezzo molto utilizzato in Nuova Zelanda, perché offrono collegamenti frequenti tra i moli e non sono soggetti al traffico.  La principale compagnia è la Fullers Ferry che permette di raggiungere varie destinazioni come Bayswater, Devonport, Half Moon Bay e l’isola di Waiheke. I traghetti salpano dal Pier 1 (Queen’s Wharf) raggiungibile percorrendo Quay Street. Nella bella stagione dal porto partono anche numerose crociere turistiche che consentono di ammirare Auckland da un’altra prospettiva.

Taxi

Seppur siano un mezzo comodo di notte o per raggiungere direttamente la propria destinazione, i taxi rappresentano l’alternativa più costosa, considerando che il prezzo base parte generalmente da 5-6 dollari. Esistono varie compagnie, ciascuna delle quali applica una propria tariffa, quindi è preferibile informarsi e chiedere una stima del prezzo prima di salire. Se nel centro non è difficile trovare un taxi accanto agli hotel o per strada, nei quartieri periferici potreste avere qualche difficoltà a trovarli quindi è meglio prenotarli al telefono.

Bicicletta

Negli ultimi anni Auckland è divenuta sempre più una città a misura di ciclista e sia gli abitanti che i turisti si divertono ad esplorare il centro e i quartieri più periferici grazie alla vasta rete di piste ciclabili.

Sono disponibili numerosi percorsi escursionistici che si snodano attraverso i parchi, le foreste e i vigneti, e lungo la costa e le zone portuali a partire dal breve itinerario che passa accanto al Viaduct Harbour a pochi passi dal centro.

Noleggiare un’auto

Se vi limitate a visitare solo Auckland, l’auto non è necessaria, ma se intendete visitare altre località della Nuova Zelanda la macchina è il mezzo migliore per spostarsi, scoprendo gli scorci e i panorami più suggestivi del paese e avendo così modo di fermarsi dove lo si desidera. Ad Auckland l’auto può essere utile se volete visitare i dintorni della città e i quartieri più periferici, dove c’è meno traffico e si parcheggia più facilmente rispetto al centro. Per noleggiare un’auto è necessaria la patente internazionale.