Castello di Kochi

Costruito tra il 1601 e il 1611, il Castello di Kochi è uno dei soli dodici castelli giapponesi a sfoggiare ancora oggi la sua struttura originale: sopravvissuto a guerre, terremoti e rivoluzioni attuate dal governo, fu danneggiato solamente da un grande incendio nella prima metà del 1700 e per questo buona parte dei suoi edifici risalgono a quell’epoca. I suoi rari ed autentici elementi architettonici, il tetto dalle eleganti linee ricurve e le mura interamente bianche spiccano tra la vegetazione dalla cima di una collina che sorge a ridosso del centro di Kochi e si mescolano ad un passato avvincente e ricco di aneddoti e curiosità che richiama gli appassionati di storia. Dall’alto della sua posizione privilegiata regala magnifiche viste sulla città di Kochi e sui paesaggi che la circondano, resi ancora più suggestivi dai colori delle stagioni.

La residenza dei signori feudali

Una delle particolarità del Castello di Kochi è che la sua struttura centrale, chiamata donjon, non veniva semplicemente utilizzata per scopi militari e di controllo della regione, bensì era anche la residenza del clan regnante: solitamente, infatti, nei castelli giapponesi era presente un palazzo residenziale separato, adibito a dimora della famiglia del signore feudale.

Questo conferisce alla struttura un mix di elementi unici: si può passeggiare sul tatami della sala di ricevimento in cui il signore feudale accoglieva gli ospiti e al tempo stesso osservare trappole, passaggi e stanze segrete che permettevano di fuggire o nascondersi in caso di pericolo.

Visitando il castello all’interno avrete inoltre modo di conoscerne meglio la storia attraverso una collezione di reperti antichi, oggetti personali e tesori appartenuti al clan, ed esplorare i vari ambienti arredati in legno, tra cui le sale per i ricevimenti e le stanze private in cui dormiva la famiglia. Non dimenticatevi di salire fino all’ultimo piano, dal quale avrete una vista incredibile su tutto il complesso del castello e sulla città di Kochi.

Il complesso

La visita prosegue anche all’esterno, dove si colloca una vera e propria cittadella nata attorno alla fortezza centrale: qui avrete modo di vedere residenze della servitù, magazzini e un labirinto di corridoi coperti che collegavano le strutture e permettevano di spostarsi da una all’altra.

La gigantesca porta di ingresso del castello, Otemon, è una delle poche strutture sopravvissute all’incendio che colpì il complesso nel 1700. Si sviluppa su due piani, di cui il secondo veniva utilizzato come postazione di controllo degli accessi al castello.

I fiori di ciliegio in primavera

In primavera il castello diventa un punto particolarmente apprezzato dagli abitanti per ammirare i fiori di ciliegio: i giardini sono infatti arricchiti di alberi di ciliegio che durante la fioritura incorniciano il castello con i loro petali dalle sfumature romantiche. Questa ampia area verde è ideale per i festival di primavera che richiamano al castello bancarelle di street food e bevande e tante famiglie che si concedono un picnic all’ombra dei ciliegi. Nel boom della fioritura il complesso e i giardini vengono illuminati alla sera, un’occasione unica per ammirare questo luogo sotto una luce più suggestiva e romantica.

Nei dintorni

Nei dintorni del castello si collocano altre attrazioni interessanti se siete appassionati di storia e cultura: il Museo di Storia del Castello di Kochi offre una panoramica più approfondita sul passato del castello e della città, mentre il Museo Letterario di Kochi racconta i principali scrittori e artisti legati alla città.

Come arrivare

Il Castello di Kochi si trova ad una breve passeggiata dalla fermata del tram Kochijo-mae. Dalla stazione centrale di Kochi servono circa 15 minuti in tram e un cambio alla fermata di Harimayabashi per raggiungere il castello, ma in alternativa potete anche fare una bella passeggiata di 20 minuti dalla stazione e approfittarne così anche per esplorare il centro storico di Kochi.

Informazioni generali per la visita

Il Castello di Kochi resta aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:00, con chiusura dal 26 dicembre al 1° gennaio. Il costo di ingresso è di 420 yen.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).