Enoshima

Enoshima è una piccola isola situata alla foce del fiume Katase, che termina nella baia di Sagami: l’isola è collegata alla terra ferma mediante il ponte Enoshima-Ohashi, lungo 600 metri.

L’isola ospita negozi, ristoranti e molti luoghi di richiamo culturale e turistico, come ad esempio il Santuario di Enoshima, dimora delle tre divinità preposte a protezione del trasporto terrestre, marittimo e della pesca. Nelle giornate particolarmente limpide è persino possibile scorgere la cima del monte Fuji.
Da non perdere anche il giardino botanico tropicale, il faro di Enoshima, il porto turistico e le grotte Iwaya, create dall’attività erosiva del mare circa 6.000 anni fa.
Il fiume Katase è scelto da molti pescatori della zona, grazie ai numerosi punti dove poter pescare, mentre le spiagge dell’isola sono meta ambita nei mesi di luglio e agosto.

Se da un lato il porticciolo di Enoshima è facilmente accessibile con diversi mezzi di trasporto, dall’altro l’isola presenta una collina boschiva che può essere esplorata esclusivamente a piedi e all’interno della quale sorge la maggior parte delle attrazioni turistiche.

Ristoranti

Il santuario

Il complesso del santuario di Enoshima è in realtà costituito da tre distinti santuari che si trovano in luoghi diversi sparsi per l’isola: il complesso principale comprende un edificio ottagonale che ospita una delle tre statue più venerate del Giappone, ossia la statua della dea Benten, protettrice di Enoshima, una delle divinità più famose di tutto il Giappone, la dea di fortuna, ricchezza e conoscenza, colei che, secondo la leggenda, creò l’isola prima di sconfiggere un drago a cinque teste che stava terrorizzando la zona. Il santuario è oggi meta di moltissimi turisti, visitatori e persino celebrità, che qui giungono proprio per chiedere fortuna alla divinità. Per propiziarsi fortuna e ricchezza, i visitatori sono soliti bagnare le proprie monete nell’acqua dello stagno del santuario.

Le grotte Iwaya

Queste grotte, facilmente raggiungibili a piedi, si trovano lungo la costa meridionale dell’isola: una ospita alcune statue buddiste, mentre l’altra è dedicata al drago leggendario si dice avesse terrorizzato la zona, prima di essere sconfitto dalla dea Benten.

Il faro

Immerso in un bellissimo parco, il faro, alto 60 metri, funge anche da torre di osservazione e fu costruito sul vecchio sito della dimora di Samuel Cocking, un commerciante britannico che nel tardo XIX secolo aveva acquistato una parte considerevole dell’isola, costruendovi inoltre un giardino botanico.

Il tempio Daishi

Si tratta di un tempio buddista della setta Shingon, che ospita una statua alta sei metri rappresentante Fudomyo, uno dei protettori del Buddismo.

La costa meridionale

La costa meridionale di Enoshima è composta da scogliere frastagliate che cadono ripidamente verso l’oceano sottostante, formando ampie lastre di pietra sopra le quali le persone possono sostare durante la bassa marea, per godersi il sole o per pescare. Qui approdano inoltre le piccole barche Bentenmaru che collegano l’isola con la terraferma nei fine settimana e nei giorni festivi.

Enoshima Island Spa

Per chi è alla ricerca di relax e benessere, può essere piacevole una sosta presso la Enoshima Island Spa, un resort con centro benessere costruito lungo la costa rocciosa di Enoshima, il luogo perfetto per bagni termali e relax nelle varie piscine, alcune delle quali all’interno di grotte artificiali.

Il tempio Ryukoji

Questo tempio sorge nel luogo dove Nichiren, fondatore dell’omonima setta buddista, fu sul punto di essere giustiziato: secondo la leggenda, un lampo di luce e un tuono convinsero il boia ad interrompere l’esecuzione. I visitatori possono ammirare una bella pagoda a cinque piani risalente al periodo Meiji e la grotta dove Nichiren fu imprigionato.

Acquario di Enoshima

L’Acquario di Enoshima è un grande e moderno acquario che sorge lungo la spiaggia nei pressi del ponte di Enoshima: al suo interno è possibile ammirare la vita marina che caratterizza la baia di Sagami, oltre a diversi spettacoli con pinguini e foche.


Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!