Quanti giorni in Oman

Quanti giorni servono per visitare l’Oman? Non esiste una risposta unica e adatta a tutti ma è necessario considerare una serie di fattori, tra cui i vostri interessi, cosa volete vedere e fare durante il viaggio e il budget a disposizione. Sebbene l’Oman appaia piuttosto grande sulla mappa, dovete tener conto che gran parte del paese è disabitato, quindi nella realtà non vi servono tanti giorni per visitare i luoghi principali e farvi un’idea del paese, ma al tempo stesso è spesso necessario aggiungere dei giorni in più per via delle distanze enormi tra un luogo e l’altro. In generale si consiglia circa una settimana per visitare l’Oman, un tempo sufficiente per vederne le attrattive principali e immergersi nelle sue atmosfere a metà tra lusso e tradizione. Se poi avete più tempo, ancora meglio: due settimane sarebbero perfette in quanto vi permetteranno di fare molte escursioni diverse e scoprire i vari aspetti di questo paese senza troppa fretta.

Quali fattori incidono sulla durata di un viaggio in Oman

Oltre al costo della vacanza (l’Oman non è proprio una meta economica) due fattori strettamente correlati tra loro e da considerare sono ciò che volete vedere e il mezzo di trasporto utilizzato per gli spostamenti. Ad esempio se volete semplicemente limitarvi al classico “triangolo” di Muscat-Sur-Nizwa, piuttosto che volare verso Salalah o Musandam avrete bisogno di meno tempo.

Dovrete considerare infatti che la distanza tra Muscat e Salalah è di 1.000 km, quindi se volete esplorare il paese in auto avrete bisogno di un tempo maggiore. La buona notizia è che ci sono solo tre città principali nel paese, vale a dire Muscat, Sohar e Salalah, tra cui Muscat e Salalah sono particolarmente note tra i turisti anche per le opportunità che offrono a livello di escursioni: da lì si possono facilmente raggiungere villaggi e piccole città. Queste due città sono collegate da voli interni della durata di un’ora e mezza circa, quindi se avete poco tempo potete prendere l’aereo.

Una settimana in Oman

In generale, direi che una settimana in Oman è un buon punto di partenza per riuscire a vedere i luoghi principali del paese: questo vi permetterà di trascorrere una notte a Muscat, un’intera giornata in auto per arrivare a Sur e diversi giorni esplorando il porto di Sur, le dune del Quarto Vuoto, l’antica città di Nizwa e l’imponente Jebel Shams, la cima più elevata del paese, prima di rientrare nella capitale.

Da dieci giorni a due settimane in Oman

Se volete visitare anche Salalah aggiungete alcune giornate alla permanenza portando il viaggio ad una durata di 10 giorni. In alternativa potete anche attenervi all’itinerario descritto sopra gustandovi il viaggio con una maggiore calma e dedicando più tempo ad ogni visita. Due settimane in Oman sono perfette se volete vedere anche la penisola di Musandam, con i suoi fiordi, oltre ad altri luoghi meravigliosi dell’Oman.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).