10 giorni in Oman

Questo paese del Medio Oriente offre un’incredibile varietà di esperienze: dalle splendide coste ai deserti e canyon fino alle spettacolari montagne dell’Hajar orientale e occidentale, non esistono due giorni uguali in un viaggio in Oman. In questo itinerario di 10 giorni in Oman ho messo insieme un percorso perfetto per un viaggio in auto attraverso il paese che includa i luoghi più belli e interessanti dell’Oman. Avendo strade in ottime condizioni e buoni standard di guida, l’Oman è il paese perfetto per un viaggio on the road con arrivo e partenza nella capitale Muscat.

Giorno 1: arrivo a Muscat

La capitale dell’Oman vi sorprenderà con l’ampia varietà di cose da vedere e da fare. Dopo l’arrivo all’aeroporto di Muscat, dirigetevi in hotel per lasciare i bagagli e preparatevi a trascorrere un paio di giorni visitando la città.

Giorno 2: Muscat

Dedicate la giornata alla visita di Muscat. Tra le principali attrazioni di Muscat ci sono la Grande Moschea del Sultano Qaboos, un luogo di culto grandioso e opulento, dove vi meraviglierete di fronte a dettagli incredibili come il tappeto persiano da 21 tonnellate tessuto a mano che decora il pavimento della sala di preghiera, e il lampadario di 600.000 cristalli che scende al centro. Prendetevi del tempo anche per passeggiare nei giardini della moschea.

Un altro luogo da non perdere è Muttrah, la zona che costeggia il mare con la sua Corniche, una passeggiata costeggiata da bar, ristoranti e chioschi. Dopo una passeggiata lungo la corniche, preparatevi a contrattare al Muttrah Souk, uno dei mercati arabi più antichi del mondo. È facile perdersi nelle stradine dell’antico souk, dove si vende di tutto, dall’oro e l’incenso ai magneti da frigo. Terminate la giornata salendo al Muttrah Fort per una vista sul quartiere, particolarmente incantevole al tramonto.

Giorno 3: da Muscat a Sur tramite Bimmah Sinkhole e Wadi Shab

Dirigendovi a sud da Muscat sulla strada principale 17, la vostra prima fermata sarà a Bimmah Sinkhole (un’ora e mezza circa). Partite molto presto per evitare la folla di turisti. Ci sono dei gradini che scendono nella dolina dove potete nuotare nell’acqua limpida e salata. La dolina è circondata da un parco, completo di tavoli da picnic e servizi igienici.

Wadi Shab

Proseguite per altri 38 km a sud sulla strada 17 e seguite le indicazioni per lo stretto canyon di Wadi Shab, uno dei luoghi più pittoreschi di tutto l’Oman. Qui potete cimentarvi in diverse attività. Fare un breve giro in barca sull’acqua o un’escursione a piedi che porta in cima sul canyon e permette di raggiungere la piscina principale. Da qui si può nuotare attraverso una stretta fessura nella roccia per raggiungere una grotta nascosta e una piccola cascata.

Sur

Proseguite verso sud sulla strada 17 fino a Sur (50 km), una pittoresca città costiera famosa per la sua storia marittima e la produzione di dhow (barche da pesca in legno). È una località molto tranquilla, perfetta per trascorrere una serata passeggiando al tramonto accanto al mare.

Giorno 4: Viaggio da Sur a Ras Al Jinz

Al mattino del quarto giorno, prendetevi tutto il tempo per vagare per le strade silenziose di Sur, il porto e il distretto di Al Ayjah. Qui vedrete un pittoresco faro e tre torri di guardia alle estremità opposte della baia curva.

Ras Al Hadd

Da Al Ayjah, proseguite verso est sulla strada costiera. Fermatevi alla laguna di Khawr Jirama per una passeggiata, quindi dirigetevi verso Ras Al Hadd (40 km). Questa zona è il punto più orientale della penisola arabica e troverete una piccola cittadina e una spiaggia che abbraccia la costa.

Ras Al Jinz

Dopo aver esplorato Ras Al Hadd, dirigetevi a sud sulla strada principale, seguendo le indicazioni per Ras Al Jinz. L’intera area è compresa nella Riserva delle Tartarughe di Ras Al Jinz, una riserva protetta dove migliaia di tartarughe nidificano ogni anno sulle spiagge. La Riserva delle tartarughe organizza visite guidate per vedere le tartarughe; se siete fortunati vedrete le piccole tartarughe che si lanciano verso l’oceano.

Giorno 5: da Ras Al Jinz a Wahiba Sands

Da Ras Al Jinz tornate indietro fino a Sur, quindi dirigetevi a sud sulla strada 23 seguendo le indicazioni per Wahiba Sands. La maggior parte dei visitatori dell’Oman desidera trascorrere almeno una notte nel deserto e Wahiba Sands è il deserto più vicino a Muscat e Nizwa.

Ammirare le dune di sabbia al tramonto è una di quelle cose che non dimenticherete mai e per viverla al meglio potete optare per un pernottamento in un campeggio beduino. Cercate di arrivare intorno all’ora di pranzo, in quanto ciò vi consentirà di rilassarvi per qualche ora prima del tramonto.

Molti degli alloggi offrono attività come passeggiate in cammello, tour in jeep o quad bike ed esperienze culinarie tra le dune.

Giorno 6: Nizwa

Svegliatevi presto e lasciate Wahiba Sands per andare verso ovest fino a Nizwa (180 km). Questa è la città più grande della regione e un tempo era la capitale dell’Oman. È un luogo affascinante, con un centro che racchiude un forte, il souq e la moschea di Al Qala’a. Vi consiglio di trascorrere qui un paio di notti per riposare e approfittarne per scoprire meglio questa città e i dintorni.

All’arrivo potete fermarvi a visitare il souq, uno dei più antichi e suggestivi dell’Oman. È perfetto per passeggiare e acquistare qualche souvenir. Accanto al souq c’è il forte di Nizwa, con la sua imponente torre. È stato magnificamente restaurato ed è uno dei siti storici più preziosi dell’Oman. Il panorama dall’alto è meraviglioso, con vista sulla città, sulle montagne e sulla splendida cupola e sul minareto della vicina Moschea di Al Qala’a.

Giorno 7: dintorni di Nizwa

Nel settimo giorno di questo itinerario di 10 giorni in Oman potete esplorare siti significativi e punti panoramici intorno a Nizwa, tra cui due forti restaurati (Bahla e Jabrin), il villaggio abbandonato di Tanuf e la suggestiva città vecchia di Manah dove vedere case tradizionali.

Giorno 8: Jebel Shams

Preparati per un fantastico viaggio in montagna e panorami indimenticabili! Jebel Shams, a circa 3000m è una delle montagne più alte del Medio Oriente e dista circa 90 km da Nizwa. Lungo la strada potete fare una sosta la piccolo villaggio Misfat Al Abriyeen, nascosto tra palme da dattero e montagne.

In cima alla montagna Jebel Shams potete fermarvi presso il piccolo villaggio di Al Khitaym, per ammirare il panorama. Da qui potete anche intraprendere un sentiero a piedi chiamato Balcony Walk, che vi porterà ad una piattaforma panoramica sopra il canyon Wadi An Nakhur. È un percorso di andata e ritorno di 7 km relativamente facile.

Giorni 9 e 10: Ritorno a Muscat e partenza

Moschea del sultano Qaboos a Muscat.
Moschea del sultano Qaboos a Muscat.
300 km separano Muscat da Jebel Shams quindi prendetevi la nona giornata dell’itinerario per far ritorno nella capitale in tutta calma. Nelle ultime ore trascorse in città prima del volo di ritorno approfittatene per riposare, fare gli ultimi acquisti e gustarvi le migliori specialità dell’Oman.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).