Dove dormire a Milano

La capitale economica dell’Italia è sempre stata considerata poco affascinante dal punto di vista turistico, ma in realtà è ricca di tesori artistici e culturali, viali dello shopping e zone romantiche dove respirare atmosfere d’altri tempi. I principali quartieri della città, e quelli più interessanti e comodi per i turisti, si estendono tutt’intorno al Duomo, offrendo paesaggi, ritmi e sistemazioni differenti. In questa guida scopriremo nel dettaglio i migliori quartieri in cui dormire durante una vacanza a Milano.

Centro storico (zona Duomo)

Se avete pochi giorni a disposizione o se semplicemente volete alloggiare nel cuore della città, spostandovi a piedi tra le principali attrazioni, il centro storico, dominato dalle imponenti guglie del Duomo, simbolo di Milano, è la zona migliore. In questa zona si concentra tutta Milano: vedrete passeggiare turisti, residenti, uomini d’affari e personaggi famosi, in un continuo via vai di gente. Il Duomo è solo uno dei tanti luoghi di interesse turistico della zona: accanto si trova l’elegante Galleria Vittorio Emanuele II, meta degli appassionati di shopping per le sue boutique di lusso, il famoso Teatro alla Scala, Palazzo Reale, il Museo del ‘900 e nelle vicinanze il Quadrilatero della Moda, quartiere delle grandi griffe. Nel cuore di Milano troverete di tutto: arte, cultura, luoghi dello shopping e non mancano naturalmente bar e ristoranti. La metro che serve la zona permette inoltre di spostarsi velocemente verso gli altri quartieri della città.

Gli svantaggi di alloggiare in centro sono senza dubbio i costi perché qui si trovano gli hotel e i ristoranti più costosi di Milano, ma se non avete problemi di budget, amate stare in mezzo alla folla e volete concedervi una vacanza di lusso, questa è la zona migliore per una prima vacanza a Milano.

Brera

A nord del Duomo si trova l‘elegante e creativo quartiere di Brera, strategico perché si inserisce tra il centro e Parco Sempione, con il Castello Sforzesco. Ma Brera è conosciuto soprattutto per le sue boutique e i negozietti di stilisti indipendenti dove andare a caccia di pezzi unici e le meravigliose gallerie d’arte esclusive, tra cui c’è la Pinacoteca di Brera, che espone i capolavori di artisti del calibro di Raffaello e del Mantegna.  È una zona molto animata sia di giorno che alla sera, grazie alla presenza di numerosi bar dove gustarsi un happy hour e locali trendy ed esclusivi. Pur essendo vicinissimo al centro il quartiere ha un’atmosfera meno turistica e potrebbe essere indicato a chi vuole rimanere in una posizione privilegiata ma senza troppi turisti intorno. Come per il centro, anche qui le sistemazioni sono per lo più di lusso e costose.

Parco Sempione

A nord di Brera e del centro, si estende una delle aree verdi più grandi e famose di Milano, nonché una delle più eleganti. Dominato dal maestoso Castello Sforzesco, Parco Sempione è un luogo in cui natura, arte e storia si mescolano in un contesto tranquillo, molto lontano dal trambusto e dalle atmosfere turistiche del centro. All’interno di Parco Sempione si trova la Torre Branca, con il suo osservatorio da cui godersi uno straordinario panorama della città.  Nelle vicinanze del parco sorge la Chiesa di Santa Maria delle Grazie dove è conservato il capolavoro di Leonardo da Vinci,  l’Ultima Cena. Questa zona è consigliata alle famiglie e a chi predilige una zona silenziosa, ma non troppo distante dal centro. La vicina Stazione Cadorna offre ottimi collegamenti per l’aeroporto e  gli altri quartieri della città.

Navigli

Se amate le atmosfere romantiche e divertirvi alla sera, il quartiere che fa al caso vostro è i Navigli, a sud-est del centro. Grazie al recente rinnovamento, questa zona ha subito una grande trasformazione divenendo il cuore della movida notturna milanese e uno dei luoghi dove le coppie vanno a passeggiare al tramonto, gli sportivi praticano jogging e gli appassionati di shopping si ritrovano a curiosare tra le bancarelle del mercatino delle pulci che si tiene ogni mese.

Le piccole gallerie d’arte alternative e il paesaggio pittoresco che contrasta con le atmosfere metropolitane di Milano; dopo il tramonto milanesi e turisti si riversano ai Navigli per una cena o un aperitivo nei locali della zona, rendendola certamente un po’ rumorosa, quindi poco adatta se volete riposare.  Pur essendo vicino al centro, tenete presente che alloggiando qui dovrete prendere i mezzi per raggiungere alcune attrazioni della città.

Porta Nuova – Porta Venezia – Stazione Centrale

A nord del Duomo, compresa tra Parco Sempione, la Stazione Centrale e Città Studi, c’è un’altra area da non sottovalutare, soprattutto se volete restare nei pressi della stazione centrale di Milano per usufruire degli ottimi collegamenti con  l’aeroporto e le altre città italiane. In questa zona, soprattutto attorno alla stazione, si trovano hotel e pensioncine a prezzi più vantaggiosi. È un’area dall’aspetto bon ton, ricca di incantevoli aree verdi come i Giardini Pubblici Indro Montanelli che ospitano il Planetario e il Museo di Storia Naturale, ed è anche l’ideale per un pomeriggio trascorso a fare acquisti grazie ai numerosi negozi, in gran parte concentrati su Corso Buenos Aires, il viale dello shopping più lungo di Milano, che però propone brand low cost accessibili a tutti. Un’altra attrazione della zona è Porta Venezia, tappa che non può mancare nel vostro itinerario.

Porta Nuova è il quartiere d’affari emergenti di Milano e si sta trasformando in un’area sempre più elegante, ma resta anche il punto di riferimento principale per gli amanti della movida: nei dintorni infatti si trovano le migliori discoteche di Milano tra cui l’Hollywood. Data la vicinanza dei campus universitari, l’atmosfera è giovane e vivace, i prezzi sono in media più bassi e si trovano tanti birrifici, locali e ristorantini economici.