Cosa vedere a Milano

Capitale italiana della moda e della finanza, Milano offre tantissime cose da vedere e da fare durante una vacanza in città. Il suo mix di architettura storica, arte, moderni grattacieli e angoli romantici affascina i visitatori e la rende una delle città indubbiamente più apprezzate anche all’estero. Se avete in programma un viaggio nella città della Madonnina e volete qualche consiglio su cosa vedere, eccovi una lista dei luoghi da non perdere a Milano.

Piazza del Duomo

Cuore pulsante di Milano, Piazza del Duomo è un vasto spazio pubblico da sempre luogo di incontro e cornice dei maggiori eventi della città. È incorniciata da incredibili gioielli architettonici tra cui il Duomo e Palazzo Reale, mentre il centro della piazza è dominato dal monumento equestre di Re Vittorio Emanuele. Tutt’intorno si inseriscono bar, boutique e ristoranti dove fermarsi a pranzo o per un caffè e ammirare il vivace via vai di persone nella piazza.

Duomo

Simbolo della città di Milano, il Duomo è un vero gioiello architettonico, per il quale sono stati necessari oltre 600 anni di lavori. La costruzione è infatti iniziata nel lontano 1386 e completata solo negli anni ’60 del Novecento, ma il frutto di questo enorme sforzo è una delle cattedrali più belle al mondo, sintesi perfetta dello stile gotico italiano, con la sua facciata in marmo bianco rosato sormontata da un intricato sistema di guglie e pinnacoli, statue e dettagli finemente elaborati. Sulla guglia maggiore è collocata la celebre Madonnina. Non perdetevi gli interni altrettanto preziosi, arricchiti con opere d’arte, ampie vetrate decorate e statue. Per chi lo desidera, è possibile salire in cima alle terrazze del Duomo, tramite scale o ascensore, per ammirare la città dall’alto.

Teatro alla scala

Nel cuore di Milano, a nord del Duomo e ad est del Castello Sforzesco, il Teatro alla Scala è tra i più prestigiosi teatri in Italia e al mondo. Sul suo palcoscenico si sono esibiti grandi artisti, compagnie di ballo e orchestre internazionali tra le più rinomate, oltre naturalmente alla compagnia della scuola di ballo dell’accademia del teatro. Assistere ad uno spettacolo è il modo migliore per immergersi nella magia di questo teatro e apprezzarne gli opulenti dettagli architettonici e l’eccellente acustica. Per chi non potesse assistere ad uno spettacolo, c’è comunque la possibilità di visitare la Scala grazie a dei tour guidati.

Galleria Vittorio Emanuele

Sotto la cupola in vetro della Galleria Vittorio Emanuele troverete boutique eleganti di firme prestigiose quali Prada, Versace e Louis Vuitton, caffetterie storiche e ristoranti di lusso. Realizzata nel 1877, la Galleria Vittorio Emanuele si inserisce tra le gallerie commerciali più antiche al mondo e una delle più eleganti, dove ogni giorno si viene avvolti da un tripudio di profumi, colori e rumori: milanesi e turisti non mancano mai di passare di qua o di darsi appuntamento vicino al famoso mosaico del toro. Se volete provare ad attirare la fortuna, ruotate per tre volte su voi stessi con il tallone destro fisso sulle parti intime del toro.

Castello Sforzesco

Non serve allontanarsi molto dal centro di Milano per scoprire uno degli edifici storici più importanti e imponenti della città. Risalente al 1300, Castello Sforzesco fu costruito come roccaforte militare e nelle sue stanze private abitarono, tra gli altri, Beatrice d’Este e Ludovico il Moro.  Si trattava di una vera e propria cittadella, con un ampio cortile interno e bellissimi giardini, che oggi è diventata una “città della cultura”: al suo interno ospita infatti numerosi musei, tra cui uno dedicato alla storia del castello e di Milano.

Pinacoteca di Brera

Situata in prossimità del Duomo e di Palazzo Sforzesco, la Pinacoteca di Brera è la tappa ideale per gli amanti dell’arte italiana. Nata nel 1700 dapprima come convento, oggi è diventata un museo che ospita una vasta gamma di capolavori provenienti da collezioni private di politici e figure illustri, firmate da artisti quali Raffaello, Picasso, Rubens, Correggio e tanti altri.  Tra le opere più importanti che potrete ammirare ci sono “Lo Sposalizio della Vergine” di Raffaello, “Il Bacio” di Hayez, “L’Ultima Cena” di Rubens e “L’Adorazione dei Magi” di Correggio.

Quartiere di Brera

Brera è il quartiere degli artisti di Milano sin dal passato, e il suo fascino bohemien e creativo è alimentato dalle accademie e dalle gallerie d’arte che costellano il quartiere assieme a negozietti indipendenti e di antiquariato. Ogni mese il quartiere ospita anche un noto mercatino delle pulci dove acquistare articoli vintage e d’antiquariato. Il quartiere di Brera estende a nord del Duomo ed è una tappa ideale per una passeggiata lungo viali acciottolati, tra palazzi eleganti e una sfilza di ristoranti e bar dove fermarsi per un pranzo o un aperitivo.

Quadrilatero della Moda e Via Montenapoleone

Come suggerisce il nome, il Quadrilatero della Moda è il distretto dello shopping per eccellenza di Milano. Questa area è delimitata da quattro grandi viali dominati da boutique di lusso delle grandi griffe: via Montenapoleone, via Manzoni, via della Spiga e Corso Venezia. Via Montenapoleone è indubbiamente quella più famosa. Sebbene i negozi non siano proprio alla portata di tutti, vale la pena fare una passeggiata in questa zona elegante per lasciarsi ammaliare dalle bellissime vetrine di design e ammirare i palazzi storici che caratterizzano l’area. Il Quadrilatero della Moda ospita anche alcuni musei interessanti, tra cui uno dedicato proprio alla storia della moda all’interno di Palazzo Morando.

Navigli

Questo dedalo di canali nato nel Medioevo come via di trasporto e di rifornimento idrico della città, è oggi una delle zone più romantiche di Milano e il cuore della movida: qui milanesi e turisti si ritrovano per scattare foto lungo i canali e passeggiare tra negozietti, ristorantini e locali che punteggiano l’area e alla sera è il posto preferito dai giovani per un aperitivo o un drink nel dopocena. Il canale più famoso è il Naviglio Grande, che parte da Porta Ticinese e scorre per circa 50 km, sfociando nel fiume Ticino.

Corso Buenos Aires

Sebbene non sia la via più lussuosa dello shopping, Corso Buenos Aires, è di certo la più grande strada dei negozi di Milano. Si estende da Porta Venezia a Piazzale Loreto e la sua notevole lunghezza permette di ospitare oltre 350 attività, tra cui grandi magazzini, bar, gelaterie, negozi di catene internazionali e tanto altro. È decisamente più alla portata di tutti rispetto alle vie del Quadrilatero della Moda, in quanto qui si trovano anche brand low cost o comunque più accessibili.

Non mancano anche edifici di interesse architettonico lungo il corso, tra cui il Teatro Elfo Puccini, costruito agli inizi del ‘900.

Parco Sempione

È il polmone verde di Milano, un enorme parco che abbraccia il Castello Sforzesco. Nato sul finire dell’800 offre un bellissimo spazio naturale per rilassarsi nel verde, lontano dal traffico e dai rumori del centro. I sentieri che serpeggiano tra giardini fioriti, sculture e fontane, offrono un contesto perfetto per una passeggiata a piedi o in bicicletta, ma non mancano anche alcune attrattive, tra cui un museo e la Torre Branca. Quest’ultima risale agli anni ’30 e dispone di una grande piattaforma di osservazione che regala viste panoramiche sulla città; nei giorni in cui il cielo è limpido si riescono a scorgere anche le cime delle Alpi.

Stadio Giuseppe Meazza

Conosciuto come San Siro, lo stadio Giuseppe Meazza è uno dei più famosi al mondo. Nato nel 1926, è in grado di ospitare oltre 80 mila spettatori ed è un simbolo importante della città, in quanto sede delle due squadre milanesi Inter e Milan. Il modo migliore per immergersi nelle atmosfere magiche dello stadio è assistere a una partita, ma se non vi è possibile potete sempre visitare San Siro con un tour guidato che prevede l’accesso al museo dedicato alla storia delle squadre Inter e Milan, e ad altri ambienti tra cui spogliatoi, sala conferenze, ecc.

Chiesa di Santa Maria delle Grazie (Cenacolo)

Non è tra le chiese più conosciute, eppure la Chiesa di Santa Maria delle Grazie merita di certo una visita in quanto ospita all’interno del suo refettorio uno dei capolavori dell’arte più famosi al mondo: “L’Ultima Cena” di Leonardo da Vinci, nota anche come il Cenacolo, un affresco che da anni appassiona gli studiosi dell’arte per la sua tecnica innovativa.  La Chiesa, posizionata su Corso Magenta, risale alla fine del ‘400 ed è uno splendido esempio di architettura rinascimentale  ed è stata inserita nella lista dei siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore

Dietro la sua facciata un po’ anonima, la Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore conserva alcuni dei tesori più belli di Milano. Resterete davvero incantati di fronte alle sue decorazioni: pareti e soffitto sono interamente ricoperti di affreschi e dipinti realizzati nel ‘500 da Bernardino Luini. Nel ciclo di affreschi vedrete santi, scene della Bibbia e della vita di Cristo arricchiti da elementi originali e dettagli elaborati che di certo terranno impegnato il vostro sguardo per un po’.

La chiesa nasce in relazione al vicino convento del Monastero Maggiore di San Maurizio, il quale oggi ospita il Museo Archeologico di Milano, al cui interno avrete modo di approfondire la storia della città attraverso reperti, dipinti e documenti; tra le sezioni ci sono anche interessanti collezioni di ceramiche e armature.

Cimitero Monumentale

Potrà sembrare insolito inserire un cimitero tra le attrazioni di Milano, ma in questo luogo riposano alcuni dei maggiori esponenti della vita politica, culturale e artistica della città: Alessandro Manzoni, Giuseppe Verdi, Salvatore Quasimodo, Giuseppe Meazza, Alda Merini, e tanti altri ancora. Non molto distante dal centro della città, il  Cimitero Monumentale è considerato un museo a cielo aperto: progettato nell’800 da Carlo Maciachini, racchiude sculture e strutture architettoniche che mescolano vari stili, dal gotico al bizantino.