Dove dormire in Madagascar

Il Madagascar è una destinazione che attira numerosi turisti appassionati di natura e animali e offre paesaggi variegati che spaziano dalle città frenetiche come la capitale Antananarivo alle isole tropicali, passando per i parchi nazionali e i piccoli villaggi diventati la location di resort di lusso. Come potrete immaginare, per quanto riguarda la zona dove dormire non avrete che l’imbarazzo della scelta e a seconda del tipo di vacanza desiderata potete optare per una soluzione a contatto con la natura, come i campeggi, un bed&breakfast in centro città oppure un resort all inclusive affacciato sul mare. Buona parte dei turisti, però, prova vari tipi di alloggio in location differenti: è il caso di coloro che effettuano un itinerario on the road che comprende varie attrattive del paese e quindi si organizzano dormendo in zone diverse. In questo articolo vediamo quali sono le località migliori dove dormire in Madagascar.

Antananarivo (Tana)

Situata a 1.400 metri di altezza su un altopiano nel cuore del Madagascar, la capitale Antananarivo, conosciuta anche come Tana, è una città frizzante e trafficata, che gode di una fresca brezza di montagna per tutto l’anno. È perfetta se non amate il mare ma preferite dedicare la vostra vacanza alla scoperta di luoghi storici e culturali, allo shopping nei mercati affollati e ad ammirare esempi architettonici tipici del periodo coloniale francese.

Da qui potete partire alla scoperta di parchi nazionali e altre meravigliose località del paese, quindi si rivela un’ottima base per una vacanza. In più, essendo la capitale, offre una vasta gamma di sistemazioni per tutte le tasche, che spaziano dai bed&breakfast alle strutture di lusso e con standard internazionali.

Ifaty-Magily

Questi due piccoli villaggi costieri adiacenti tra loro vengono spesso identificati con il solo nome di Ifaty e si trovano all’estremità sud-occidentale del paese, a circa 30 km da Toliara. Sono una meta piuttosto popolare tra i turisti grazie ai loro resort e hotel di lusso che affacciano su spiagge bianche e un mare che pullula di coralli e pesci: di fronte alla costa si estende infatti la barriera corallina ed è quindi una zona ideale per gli amanti di mare, snorkeling e immersioni. Nonostante la maggior parte degli alloggi siano resort con piscina, bungalow e tanti servizi, non mancano piccoli hotel, bed&breakfast e guesthouse.

Tulear (Toliara)

Lungo la costa occidentale si trova questa cittadina frizzante e multiculturale, dove si respirano atmosfere internazionali grazie alla presenza dell’università e di una grande comunità di expat. Da qui potete partire con escursioni guidate per fare immersioni nella barriera corallina oppure restare in città per visitare musei e giardini. La spiaggia di Toliara offre il contesto ideale per rilassarsi al sole e la cittadina è ben collegata ad altre attrattive popolari del paese, come i parchi di Ranomafana e Isalo e i villaggi di Ifaty e Magily. In quanto a sistemazioni troverete una vasta scelta: dai resort in spiaggia con bungalow e vari tipi di servizi alle guesthouse e gli hotel di lusso e le strutture storiche in centro città.

Anakao

Anakao è un grazioso e tranquillo borgo di pescatori situato nella parte sudoccidentale del Madagascar. È una destinazione turistica piuttosto popolare per le sue spiagge da cartolina e le tante attività da praticare in mare, dal nuoto alla pesca, ma in particolare Anakao è la mecca dei surfisti. Ospita alcuni tra i resort più lussuosi del paese e anche altre tipologie di alloggi, come piccoli hotel e pensioni, ma tenete presente che per accedere al villaggio l’unico mezzo possibile è il traghetto veloce in quanto non ci sono né aeroporti né strade asfaltate, quindi risulta un po’ scomoda se volete prenderla come base ed esplorare i dintorni e le attrazioni del paese.

Nosy Be

Un altro luogo popolare in cui alloggiare è la piccola isola di Nosy Be, situata poco distante dalla costa nordoccidentale e raggiungibile sia in aereo che in traghetto. Anche in questo caso è la meta ideale se amate il mare, in quanto offre tante attività, dalla pesca allo snorkeling, ma ha prezzi leggermente più alti rispetto ad altre destinazioni. L’isola è caratterizzata dalla presenza di grandi resort, ristoranti, intrattenimenti e servizi per adulti e bambini, ma tenete presente che ci sono vari villaggi, ciascuno con le proprie particolarità: Andilana è tra le cittadine più famose con la sua bellissima spiaggia e una grande varietà di alloggi, ristoranti e negozi. Sull’isolotto è inoltre presente il Parco Nazionale di Lokobe, un’area naturale che merita una visita.

Ile Sainte-Marie

Meno famosa di Nosy Be ma altrettanto bella, Ile Sainte-Marie è consigliata se cercate una destinazione di mare ma meno turistica e più economica. Si trova al largo della costa nord orientale del Madagascar e offre una vasta gamma di alloggi, con la maggior parte di questi situati nella cittadina di Ambodifotatra, lungo la costa meridionale, più bella a livello di scenario e più facilmente accessibile dall’aeroporto che serve l’isola. È un’isola piuttosto tranquilla dove potete rilassarvi praticando snorkeling, scoprendo storie di pirati e assaggiando specialità locali a base di pesce fresco.

I campeggi

Molti tour volti alla visita dei parchi nazionali comprendono una notte in campeggio presso aree attrezzate con bungalow o tende dove è possibile sperimentare una soluzione più modesta e a contatto con la natura. I campeggi che si trovano presso i parchi nazionali possono essere prenotati anche in maniera indipendente.