Cosa vedere a Roma

Roma è una città ricchissima di storia, cultura e opere d’arte che la rendono una delle capitali più belle al mondo. Ogni angolo della Città Eterna cela aneddoti da raccontare e va da sé che scegliere cosa vedere risulta piuttosto complicato, soprattutto se si tratta del primo viaggio o se si ha a disposizione un tempo limitato.  Se volete qualche consiglio per programmare il vostro itinerario, eccovi le attrazioni assolutamente da non perdere a Roma.

Colosseo

Simbolo di Roma conosciuto in tutto il mondo, il Colosseo è una tappa imperdibile. Un classico intramontabile dalla storia millenaria, cornice di sanguinose lotte tra gladiatori e belve feroci raccontate anche nel celebre film americano “Il Gladiatore”.  Il suo nome originale è Anfiteatro Flavio e fu la più grande arena dell’Impero Romano, in grado di ospitare fino a 50.000 persone divise in vari settori. Gran parte della struttura si è conservata praticamente intatta e oggi resta l’attrazione più popolare di Roma, visitata ogni anno da 4 milioni di persone. Vi consiglio di comprare il vostro biglietto in anticipo per poter saltare la fila che è sempre piuttosto corposa. È disponibile anche un pass combinato che include il Foro Romano e il Palatino, situati nelle immediate vicinanze.

Foro Romano

Incastonato tra il Campidoglio e il Palatino, il Foro Romano era il centro della vita politica, sociale, economica e religiosa dell’Antica Roma e qui si concentravano i principali edifici religiosi e pubblici del tempo.  Risale al 500 a.C. ed è il luogo ideale per fare un salto indietro nel tempo e immaginare com’era la capitale dell’Impero: oggi è un enorme sito archeologico, dove potete passeggiare tra le rovine della Roma Imperiale,  tra cui ci sono la Colonna di Traiano, l’Arco di Settimio Severo e l’Arco di Tito.

Campidoglio

Con la sua vista panoramica su Via dei Fori Imperiali e su alcune rovine del Foro Romano, il Campidoglio è uno dei luoghi più visitati dai turisti. Pur essendo il più basso dei sette colli di Roma, è forse quello più legato alla storia della città, in quanto fa parte del nucleo più antico della capitale e qui si svolgevano le maggiori attività politiche e religiose. Vi si accede attraverso un’imponente scalinata, la Cordonata, ornata da sculture ed il cuore di questa zona è l’elegante Piazza del Campidoglio, progettata da Michelangelo. Su di essa si affacciano bellissimi palazzi, tra cui Palazzo dei Conservatori e Palazzo Nuovo, i Musei Capitolini e il Palazzo Senatorio, sede del Comune di Roma.

Circo Massimo

Non lontano dal Colosseo e dal Foro Romano, racchiuso tra l’Aventino e il Palatino, si trova il Circo Massimo, che oggi appare semplicemente come un’ampia area verde dove i romani si recano a fare sport o a portare a spasso i cani, ma in origine era uno stadio destinato alle competizioni sportive e alle corse di carri. Era lo stadio più grande della città, in grado di ospitare fino a 300.000 persone, ma oggi resta purtroppo poco, eccetto una sezione degli spalti.

Piazza Navona

La vivacità e la Dolce Vita romana sono rappresentate al meglio dalle piazze della capitale, luoghi dove ritrovarsi a bere un caffè sotto il sole e ammirare le meraviglie architettoniche della Città Eterna. Tra le più popolari c’è senza dubbio Piazza Navona, che nel pieno centro storico della città sfoggia incredibili gioielli d’arte e architettura barocca, basti pensare alla Fontana dei Quattro Fiumi del Bernini e alla Chiesa di Sant’Agnese in Agone. Lungo il suo perimetro ovale si avvicendano gelaterie, bar con tavolini all’aperto, negozietti e splendidi edifici tra cui Palazzo Braschi che oggi ospita il Museo di Roma.

Campo de’ Fiori

Piazza storica di Roma, Campo de’ Fiori deve il suo nome al fatto che qui, in origine, si estendevano prati fioriti e orti. In un certo senso la piazza ha conservato le sue radici in quanto oggi Campo de’ Fiori è la cornice di uno dei mercati ortofrutticoli più popolari di Roma. Le bancarelle occupano una parte della piazza ogni mattina, contribuendo a rendere l’atmosfera particolarmente animata, ma anche alla sera Campo de’ Fiori resta un vivace teatro della vita quotidiana romana, grazie a vari locali e ristorantini che incorniciano la piazza, divenuti ritrovo di tanti giovani. La piazza è raggiungibile con una breve passeggiata da Piazza Navona.

Piazza di Spagna e Via Condotti

Altra piazza imperdibile della capitale è Piazza di Spagna, famosa per la scalinata di Trinità dei Monti, una cornice resa nota da sfilate di moda e scene di film. Salendo la scalinata arriverete alla Chiesa di Trinità dei Monti e dall’alto potrete godervi uno splendido panorama della piazza e della fontana che sorge al centro, la famosa Barcaccia del Bernini. Oggi Piazza di Spagna è un popolare punto di ritrovo per turisti e romani che si fermano a sedere sugli scalini ammirando il vivace via vai di persone. Da Piazza di Spagna parte Via Condotti, la leggendaria via dello shopping di Roma dove si concentrano boutique di griffe prestigiose, come Dior, Gucci, Armani, ecc.

Villa Borghese

Da Piazza di Spagna si raggiunge con una breve passeggiata Villa Borghese, un edificio che conquista già dall’esterno con il suo profilo barocco. Ospita all’interno la Galleria Borghese, con una ricca collezione di opere di artisti quali Canova,  Bernini e il Caravaggio. La villa è immersa in un enorme parco che regala paesaggi fioriti nella bella stagione. Qui potete passeggiare nei sentieri tra alberi di arance e laghi e se viaggiate con i bambini potreste approfittarne per visitare lo zoo ospitato nella stessa area verde.

Pincio

Sia da Villa Borghese che da Piazza del Popolo si accede facilmente alla passeggiata del Pincio che conduce proprio in cima al colle. Qui troverete un bellissimo piazzale da cui godere di una vista mozzafiato su tutta la città, spaziando dalla vicina Piazza del Popolo fino al Tevere e il Cupolone di San Pietro; vi consiglio di arrivarci al mattino presto o al tramonto per avere una vista ancora più suggestiva.

Palazzo del Quirinale

Non molto distante dal Foro Romano e dal Campidoglio, Palazzo del Quirinale sorge sull’omonimo colle e dal 1946 è la residenza del Presidente della Repubblica Italiana, ma prima di questa data fu la dimora di papi e re. Oltre ad essere un edificio importante dal punto di vista politico e storico, Palazzo del Quirinale è un vero gioiello architettonico e artistico, realizzato da alcuni dei più grandi artisti e architetti italiani del ‘500.

Musei Vaticani

Lo Stato del Vaticano si estende sulla sponda opposta del Tevere rispetto al centro storico e probabilmente una giornata non è sufficiente per esplorarne tutte le meraviglie, ma tra i luoghi da non perdere ci sono sicuramente i Musei Vaticani, una delle maggiori attrattive di Roma e tra i musei che vantano la più ricca collezione di opere al mondo. Troverete esposti capolavori preziosi  di artisti quali Picasso, Van Gogh, Raffaello e Caravaggio, giusto per citarne alcuni. Fiore all’occhiello è senza dubbio la Cappella Sistina di Michelangelo. Nel percorso del museo potete visitare anche gli appartamenti papali affrescati da Michelangelo e Raffaello.

Basilica di San Pietro

L’imponente cupola della Basilica di San Pietro spicca in mezzo allo skyline della città ed è visibile da vari punti in tutto il suo splendore. Non è solo un simbolo di cristianità, ma anche uno dei capolavori architettonici più apprezzati al mondo. La prima basilica fu realizzata per volere di Costantino sulla tomba di San Pietro nel 349 d.C., ma fu poi sostituita nel 1600 da quella attuale, molto più grande ed elaborata. La bellezza incomparabile della Basilica non è solo nei suoi dettagli architettonici, come la cupola progettata da Michelangelo e il portico colonnato ad opera del Bernini, ma anche all’interno dove si ritrovano i capolavori dei due artisti: l’altare (il Baldacchino) del Bernini e la famosa Pietà di Michelangelo.

Fontana di Trevi

Simbolo indiscusso della Dolce Vita e di Roma, la Fontana di Trevi è una tappa imperdibile di Roma: qui un selfie è d’obbligo, così come tentare la fortuna lanciando una monetina nella fontana. Naturalmente è sempre affollata durante il giorno, perciò vi consiglio di andarci al mattino presto o alla sera, quando le luci riflesse nell’acqua rendono questo luogo ancora più romantico. La fontana, progettata da Nicola Salvi, fu costruita nel 1700 e cattura lo sguardo per l’elaborata scenografia sullo sfondo, dominata al centro da una statua in marmo di Oceano, circondato da tritoni e da altre statue raffiguranti figure allegoriche e divinità.

Pantheon

Altro simbolo di Roma, il Pantheon sorge nel cuore storico della città, con il suo colonnato classico che domina la facciata principale e una meravigliosa cupola che per secoli fu la più grande al mondo.  Costruito su volere dell’imperatore Adriano tra il 118 e il 125 d.C., il Pantheon, come suggerisce il nome, venne realizzato come tempio pagano dedicato a tutte le divinità, per poi diventare una basilica e infine luogo sepolcrale di re e altre importanti figure, tra cui l’artista Raffaello Sanzio. Oltre ad essere uno dei monumenti meglio conservati della Roma Imperiale, il Pantheon è famoso per l’oculo, un’apertura circolare realizzata nella cupola che permette l’illuminazione dell’ambiente interno.

Ponte Milvio e Tevere

Il Ponte Milvio è uno dei ponti più famosi di Roma, nonché uno tra i più antichi. Collega il quartiere Parioli al quartiere Tor di Quinto, offrendo bellissimi scorci sul Tevere. Per alcuni anni è stato il ponte preferito dagli innamorati che erano soliti appendere un lucchetto sul lampione centrale del ponte per poi gettare le chiavi nel fiume. Seppur oggi i lucchetti siano stati rimossi, Ponte Milvio resta la tappa preferita dalle coppie per una romantica passeggiata.

Trastevere

Trastevere è un pittoresco quartiere che si colloca, come suggerisce il nome, al di là del Tevere. Giunti qui vi ritroverete a passeggiare in un labirinto di vicoli acciottolati pervasi da un’atmosfera bohemienne e vintage, dove curiosare tra le piccole boutique di gioielli, profumi e artigianato locale. Alla sera Trastevere diventa il principale centro della vita notturna romana, grazie alla moltitudine di trattorie tradizionali dove assaggiare le specialità gastronomiche locali, che affiancano pub e bar in cui fermarsi a fare un aperitivo o a bere un cocktail nel dopocena.

Galleria Alberto Sordi

Costruita nel 1922, la Galleria Alberto Sordi è uno dei luoghi più belli ed eleganti in cui fare shopping. Concedetevi qualche ora di svago per fare acquisti nei negozi de La Rinascente o nelle boutique di marche prestigiose, per poi fare una pausa caffè ammirando i meravigliosi dettagli decorativi della galleria: pavimenti decorati da mosaici e soffitti in vetro dipinto.