Cosa vedere a Istanbul

Per scoprire le varie sfaccettature di Istanbul certamente serve più di una visita, in quanto questa affascinante città turca regala tante meraviglie: monumenti storici, musei, moschee, vivaci bazar ed eleganti vie dello shopping.  Scegliere cosa vedere a Istanbul non è dunque così semplice e spesso si resta un po’ disorientati, soprattutto se si tratta del primo viaggio in questa città. Per aiutarvi a costruire il vostro itinerario, eccovi una lista delle attrazioni da non perdere.

Moschee

La Moschea Blu è una delle più importanti della città e tra le più belle al mondo. Costruita agli inizi del 1600, fu il regalo del Sultano Ahmet I alla grande capitale turca. Prende il nome dai suoi decori interni, realizzati con migliaia di piastrelle di ceramica turchese che spesso lasciano i visitatori senza fiato per la raffinatezza dei dettagli. Sorge a pochi passi dalla Basilica di Santa Sofia, dalla quale è separata solamente da incantevoli giardini in cui è bello passeggiare al crepuscolo ammirando queste due imponenti strutture sotto una luce più suggestiva.

Se la Basilica di Santa Sofia e la Moschea Blu sono le due moschee più famose di Istanbul, la Moschea di Solimano è però la più grande e offre un panorama sensazionale. Si adagia su una collina, dominando dall’alto il distretto di Sultanahmet, e la si raggiunge salendo piccole vie traboccanti di negozietti. Costruita tra il 1549 e il 1575, colpisce per la sua cupola imponente, che supera i 50 metri.

Basilica di Santa Sofia

Simbolo della potenza e della ricchezza dell’Impero Ottomano, la Basilica di Santa Sofia è una delle attrazioni imperdibili di Istanbul. Inserita tra i siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, fu convertita in moschea ed oggi è invece un museo. Sorge nel centro di Sultanahmet, nel cuore di Istanbul, dominando il paesaggio con le sue grandi cupole che nascondono all’interno tesori preziosi, mosaici dorati e incredibili decorazioni e capolavori d’arte bizantina. C’è sempre un po’ di fila per entrare, ma ne vale la pena.

Palazzo Topkapi

Residenza dei Sultani dell’Impero Ottomano per diversi secoli, Palazzo di Topkapi è un edificio sontuoso, dove capolavori di arte islamica e gli arredi pregiati decorano le stanze private, gli sfarzosi saloni destinati ai ricevimenti e le sale del tesoro ricche di gioielli e pietre preziose. All’esterno potrete passeggiare in bellissimi giardini curati e cortili racchiusi tra alte mura e torri, ma l’attrattiva più popolare del palazzo è l’Harem, destinato originariamente alle concubine e mogli del Sultano. Le dimensioni sono tali che servirebbe almeno una giornata per vederlo tutto, ma anche se non avete tanto tempo una visita in questo luogo è d’obbligo, anche solo per ammirare gli splendidi panorami sul Bosforo.

Palazzo Dolmabahçe

Un altro palazzo che merita di essere visitato è il sontuoso Palazzo Dolmabahçe, un edificio del 1800 in cui si mostra chiaramente l’influenza dell’architettura e dell’arte europea sull’Impero Ottomano. Costruito per volere del Sultano Abdülmecid I, è divenuto la nuova residenza dei Sultani, sostituendo così Palazzo Topkapi. Anche in questo caso resterete ammaliati dall’opulenza degli ambienti, che mescolano elementi barocchi, neoclassici e ottomani, dando vita ad un raffinato mix di dettagli dorati, lampadari di cristallo, mobili in stile francese e soffitti affrescati. I giardini non sono da meno: prati curati, distese di fiori, fontane e statue ornamentali.

Grand Bazaar di Istanbul

Il Grand Bazaar di Istanbul non è solo un luogo dove fare shopping, bensì un’attrazione e un’istituzione della città: questo grande mercato coperto fu il primo centro commerciale al mondo. Occupa quasi un intero quartiere, racchiuso tra le moschee Nure Osmanıye e Beyazıt, con undici porte di ingresso che conducono a un labirinto di vialetti su cui si affacciano negozi e bancarelle che vendono ogni genere di prodotto: tessuti colorati, souvenir, spezie, ceramiche, gioielli lavorati a mano, prodotti alimentari turchi e tanto altro ancora.

Cisterna Basilica

Nel quartiere di Sultanahmet si trova una delle attrazioni forse più sorprendenti di Istanbul. Costruita durante il Regno di Giustiniano, la Cisterna Basilica è un’ampia sala sotterranea molto elegante, tanto che sembra quasi la sala di un palazzo. Nata come una chiesa sotterranea fu poi convertita in una cisterna per fornire acqua alla città. Oggi resta il luogo più magico di Istanbul, in cui si respira un’atmosfera suggestiva, con la luce che si riflette sull’acqua, ai piedi delle oltre 300 colonne allineate lungo la sala. Per esplorare questo luogo è stata allestita una passerella in legno che conduce alle due colonne più famose, ornate con due sculture in pietra raffiguranti delle teste di Medusa.

Beyoğlu

Situato nella parte europea della città, Beyoğlu è il quartiere mondano e glamour di Istanbul. Si affaccia sul Bosforo ed è collegato alla città antica attraverso i ponti principali di Istanbul, una collocazione strategica che convince spesso i turisti a scegliere questo quartiere come base per le vacanze. Ma anche a chi non alloggia qui consiglio di visitarlo: oltre a numerosi edifici storici, musei e ambasciate, è il luogo perfetto per fare shopping nelle boutique e bere un drink nei localini affacciati sulle vie vivaci o negli skybar con vista panoramica sulla città. Comprende la famosa Istiklal Caddesi.

İstiklal Caddesi

İstiklal Caddesi (Viale dell’Indipendenza) è una strada interamente pedonale dove si affaccia una moltitudine di boutique di abbigliamento di griffe internazionali, negozi, ristoranti, pasticcerie e caffetterie. Volto della Istanbul moderna e modaiola, è animata anche alla sera per via della presenza di cinema, teatri, pub, discoteche e locali con musica dal vivo. La strada parte dal quartiere di Galata intorno alla Torre di Galata e si estende per 3 km nello storico quartiere di Beyoğlu terminando nella famosa Piazza Taksim.

Piazza Taksim

Cuore pulsante della città, Piazza Taksim è una tappa imperdibile: circondata da negozi, hotel e ristoranti è sempre vivace e affollata di turisti e persone del posto. Oltre ad essere un luogo turistico e dello shopping, è anche il punto da cui partire alla scoperta della città, grazie alla stazione della metropolitana di Istanbul che offre ottimi collegamenti a vari quartieri e attrazioni. A dominare Piazza Taksim c’è il Monumento alla Repubblica, che porta la firma dello scultore italiano Pietro Canonica.

Bosforo

Tra le attrazioni principali di Istanbul c’è senza dubbio il Bosforo, lungo le cui sponde sorgono vari palazzi e ville antiche, monumenti e quartieri tipici della città. Oltre a godervi una passeggiata a pochi passi dall’acqua, un altro modo per esplorare il Bosforo e Istanbul è una crociera, un’attività molto popolare tra i turisti e un’ottima alternativa se avete pochi giorni o volete ammirare la città da un’altra prospettiva.

Miniaturk

Se viaggiate con dei bambini o vorreste vedere altri luoghi della Turchia ma non ne avete il tempo, il luogo perfetto per voi è Miniaturk, un parco tematico in cui potrete divertirvi ad esplorare non solo Istanbul e i suoi edifici più importanti, ma anche tanti luoghi dell’Anatolia e fuori dalla Turchia che un tempo erano parte dell’Impero Ottomano, il tutto rappresentato naturalmente con oltre 100 modelli in miniatura. Il parco si trova sulle sponde nord-orientali del Corno d’Oro e nel fine settimana potrebbe essere un po’ affollato.

Musei

Istanbul conta numerosi musei, in cui scoprire la storia, la cultura e l’arte, non solo della città ma della Turchia. Tra i più visitati c’è Istanbul Modern, il museo di arte contemporanea, un luogo in cui andare alla ricerca del volto della Istanbul di oggi, attraverso bellissimi capolavori di nuovi talenti e artisti affermati, sia turchi che internazionali. La posizione invidiabile, direttamente affacciata sul Bosforo, è sicuramente un bonus in più e potete godervi splendide viste direttamente dalla terrazza del bar-ristorante del museo.

Se invece siete appassionati di storia e volete conoscere meglio il passato di Istanbul e della Turchia, vi consiglio di visitare il Museo Archeologico, che sorge a pochi passi da Palazzo Topkapi. All’interno troverete una bellissima collezione di reperti e manufatti ritrovati in Turchia e nel Medio Oriente, mostre di oggetti artigianali e ceramiche e infine una sezione dedicata a Istanbul, in cui osservare, attraverso foto, racconti e reperti, l’evoluzione della città nel corso dei secoli.

Torre di Galata

Arrivando quasi a sfiorare i 70 metri di altezza, la Torre di Galata svetta sugli edifici dell’omonimo quartiere. Costruita in pietra, fu realizzata dai genovesi nel 1300 e resta oggi uno degli edifici più riconoscibili di Istanbul, con il suo tetto conico e il panorama mozzafiato che si gode dalla terrazza all’ultimo piano, che spazia dal centro della città al Corno d’Oro e lo stretto del Bosforo. In cima alla torre hanno sede anche un ristorante e un locale notturno.

Ippodromo di Istanbul

L’ippodromo di Istanbul è un luogo molto importante, che è stato testimone silenzioso di varie pagine della storia della città. Costruito vicino alla Moschea Blu, sin dai tempi di Bisanzio, era il fulcro della vita sociale e dei divertimenti della città: qui si svolgevano corse di carri, giochi e tanti altri eventi. In origine occupava un’area molto vasta e ricca di monumenti e statue di cui oggi purtroppo non resta granché, in quanto durante le Crociate gran parte delle opere sono state distrutte o rubate. Vale comunque la pena visitarlo per ammirare alcuni resti, tra cui l’Obelisco di Teodosio e la Colonna Serpentina.

Ponte di Galata

Uno dei modi migliori per vivere la magia di Istanbul è concedersi una passeggiata lungo il Ponte di Galata, che collega la parte storica della città con quella moderna. Il ponte, pur essendo antico, è stato ricostruito più volte ed oggi sfoggia una linea semplice e contemporanea, che forse non vi colpirà, ma regala bellissime viste, in particolare al tramonto e alla sera quando la città si illumina.

Hammam Kilic Ali Pasa

Tra le attività imperdibili di Istanbul c’è assolutamente una visita in uno degli hammam storici della città, per rilassarsi tra bagni di vapore, idromassaggi, trattamenti per il corpo e massaggi. Tra gli hammam di Istanbul vi consiglio il Kilic Ali Pasa, costruito nel 1500 dall’architetto turco Mimar Sinan. Qui potrete vivere un’esperienza autentica, in un ambiente elegante dove tra vapori e profumi sarete catapultati nella vecchia Istanbul.