Cosa vedere a Cordoba (in Argentina)

Seconda città più grande dell’Argentina, Cordoba una personalità diversa e un’atmosfera più rilassata rispetto alla grande metropoli di Buenos Aires. Cordoba vanta un’affascinante miscela di vecchio e nuovo, con rovine gesuite del 1600 accanto a gallerie d’arte moderna e un’enorme popolazione studentesca che rende la città vivace e aperta alle nuove tendenze. Cordoba è sede della più antica università del Paese e i meravigliosi paesaggi naturali che la circondano offrono numerose attività avventurose come il parapendio e l’equitazione. In questa guida vediamo nel dettaglio le cose migliori da fare e da vedere a Cordoba

Plaza De San Martin

La piazza centrale della città è un ottimo posto da cui iniziare la visita di Cordoba. Al centro si erge una statua del famoso generale Jose de San Martin, il liberatore dell’Argentina mentre tutt’intorno sorgono alcuni degli edifici più importanti della città. Per gli appassionati di architettura c’è la Iglesia Catedral, la Cattedrale di Cordoba e un edificio coloniale del 1600 che un tempo era la sede della polizia cittadina mentre oggi ospita un centro di informazioni turistiche dove richiedere mappe e consigli. Potete fermarvi a prendere un caffè nei bar attorno alla piazza e osservare il via vai di persone che ogni giorno affollano questo luogo.

Paseo De Las Artes

Luogo ideale per lo shopping o semplicemente per una passeggiata, questo mercatino del fine settimana è consigliato agli appassionati di oggetti d’artigianato originali, souvenir, abiti e accessori vintage. Il mercato comprende un gran numero di bancarelle distribuite su diversi isolati nel quartiere di Güemes. Non mancano anche stand di street food e artisti di strada che intrattengono i passanti, inoltre il mercato è circondato da ottimi ristoranti, caffè, bar e gallerie d’arte.

Iglesia De Los Capuchinos (Chiesa dei Cappuccini o Chiesa del Sacro Cuore)

Situata nel quartiere Nueva Córdoba, questa magnifica chiesa sorprende per la sua facciata esterna elaborata in stile neogotico. Progettata tra gli anni ’20 e ’30 del Novecento dall’architetto italiano Augusto Ferrari, entrate all’interno per ammirare gli innumerevoli tesori che custodisce, tra cui affreschi e opere d’arte religiose. Il fiore all’occhiello è il soffitto, decorato con un dipinto di un cielo notturno stellato.

Paseo del Buon Pastore

Paseo del Buen Pastor a Cordoba.
Paseo del Buen Pastor a Cordoba.
Il Paseo del Buen Pastore, nel quartiere di Nueva Cordoba, fu originariamente costruito nel 1901 per servire da cappella, monastero e prigione femminile. Oggi invece è stato trasformato in un centro culturale e uno spazio per spettacoli che offre di tutto, dalla musica dal vivo alle mostre d’arte di artigiani e creativi locali. È inoltre un luogo di ritrovo sociale: il complesso si sviluppa attorno ad un patio centrale con bar e tavolini all’aperto dove sedersi a bere un caffè.

Blocco gesuita (Manzana Jesuitica)

La strada Obispo Trejo a Cordoba.
La strada Obispo Trejo a Cordoba.
Il blocco gesuita è un vecchio complesso religioso diventato patrimonio mondiale dell’UNESCO che comprende l’Università di Cordoba, una chiesa, una scuola e diversi edifici residenziali in varie zone della città costruiti dai Gesuiti nel 1600 per scopi religiosi ed educativi. Il blocco gesuita nel centro di Cordoba è un’opera di architettura in stile spagnolo ed è tra le strutture meglio conservate della città. Alcuni di questi edifici ospitano biblioteche e musei interessanti sulla vita dell’epoca.

Capilla Domestica Compania de Jesus

Parte del Blocco Gesuita, questa cappella è stata la culla della missione dell’Ordine dei Gesuiti nel Paese argentino. Progettata da Padre Philippe Lemaire, la facciata dell’emblematico edificio cristiano, mostra un modesto stile romanico ed è costruita a forma di croce latina con una cappella su ogni lato. Particolare è il tetto di cedro sotto forma di scafo di una nave rovesciata. Sebbene vi siano dubbi sulla data esatta di inizio della costruzione della chiesa, si stima che i lavori furono completati intorno al 1670.

Cattedrale di Cordoba

Situata in Plaza San Martin, la Cattedrale di Cordoba è la sede dell’arcidiocesi cattolica romana della provincia ed è anche la chiesa più antica dell’Argentina ancora attiva. Le sue origini risalgono attorno al 1600 sebbene la cattedrale sia stata modificata e ristrutturata negli anni donandole un mix di stili, che emerge ad esempio dal portico neoclassico inserito nella facciata barocca. Questo edificio storico nazionale presenta affreschi dipinti da artisti argentini come Emilio Caraffa e Manuel Cardeñosa, nonché una cripta in cui sono sepolti molti personaggi storici significativi.

Museo Palacio Ferreyra (Museo delle Belle Arti Evita)

Quella che un tempo era la lussuosa residenza privata dell’aristocratico medico e uomo d’affari Martin Ferreyra, è oggi uno splendido museo d’arte nel centro della città che vanta una collezione di 500 opere di artisti argentini e spagnoli illustri come Picasso e Goya che hanno reso il museo un importante riferimento nella scena artistica del paese. La collezione è distribuita nelle eleganti sale del palazzo, quindi è un’ottima occasione per ammirare una dimora aristocratica d’altri tempi, che vanta anche un’imponente scalinata nell’atrio di ingresso, un giardino di sculture e un caffè con terrazza.

Patio Olmos

Galleria commerciale Patio Olmos di notte, a Cordoba.
Galleria commerciale Patio Olmos di notte, a Cordoba.
Per un po’ di shopping e svago, fate tappa a Patio Olmos, un popolare centro commerciale di Cordoba che ospita diversi negozi sia di marchi locali che internazionali, una food court, una pista da bowling e un cinema. Anche se non siete interessati allo shopping, il design di questo edificio merita uno sguardo più ravvicinato: nei primi anni del ‘900 venne costruito come scuola media per ragazzi per poi essere trasformato negli anni ’90 in un centro commerciale.

Parque Sarmiento

Parque Sarmiento è il più grande parco pubblico della città ed è piacevole passeggiare qui, esplorando i vari giardini tematici, il roseto e fermandosi lungo le rive del lago ad ammirare il paesaggio. Il parco è situato in posizione centrale ed è un luogo amato dai residenti che giocano, praticano sport o semplicemente passeggiano. Il parco ospita anche uno zoo e un anfiteatro con occasionali esibizioni dal vivo durante la bella stagione.

Los Gigantes

Questo spettacolare gruppo di formazioni rocciose, 80 km a ovest di Cordoba, sta rapidamente diventando la meta principale argentina degli appassionati di arrampicata, trekking e montagna in generale. Le due vette più alte sono i giganti di granito di Cerro de La Cruz (2.185 m) ed El Mogote (2.374 m) e nella zona ci sono diversi percorsi di trekking di diversi livelli di difficoltà che portano verso le cime dei monti permettendo di ammirare lo scenario montuoso e la fauna che vive nella zona tra cui numerosi condor andini.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).