Visitare Bologna

Città universitaria, dell’arte e della gastronomia, Bologna sfoggia tantissime sfaccettature che si possono scoprire anche in sole 24 ore. Una giornata è un tempo sufficiente per cogliere l’essenza della città e visitarne i luoghi principali che si concentrano in un’area limitata, comoda da esplorare a piedi. In questo articolo vi propongo dunque un itinerario di un giorno a Bologna che potete poi personalizzare in base ai vostri gusti oppure integrare con altre attrazioni qualora vi fermaste più tempo. In aggiunta troverete suggerimenti su dove mangiare e come arrivare in città.

Arrivare e Parcheggiare

Bologna si può raggiungere facilmente con vari mezzi. Essendo attraversata dalle principali autostrade è comodo arrivare in auto da qualunque parte d’Italia. All’uscita dell’autostrada vi immetterete sulla tangenziale da cui uscire poi per Bologna Centro. L’unica difficoltà è rappresentata dal parcheggio, in quanto il centro storico è zona a traffico limitato. I parcheggi più vicini al centro sono a pagamento, ma se avete solo 24 ore è talvolta la soluzione migliore per risparmiare tempo.  Il parcheggio di Piazza VIII Agosto è aperto 24h con tariffa oraria e dista pochi minuti a piedi da Piazza Maggiore.

Comodo è anche il servizio ferroviario, con varie linee nazionali che fermano in città. La stazione si trova inoltre vicinissima al centro, per cui è possibile poi spostarsi a piedi.

Per chi abita lontano, una soluzione rapida è l’aereo: l’Aeroporto Guglielmo Marconi è servito sia da compagnie internazionali che low cost e dista circa 6 km dal centro, con collegamenti in navetta.

Al mattino: cosa vedere

Parco della Montagnola e/o Via dell’Indipendenza

A pochi passi dalla stazione ferroviaria si trova il Parco della Montagnola, che vi consiglio di visitare se andate a Bologna di venerdì o sabato, quando si svolge un mercatino delle pulci caratteristico e piuttosto popolare. Altrimenti inaugurate la vostra giornata a Bologna  incamminandovi lungo Via Indipendenza, la strada dello shopping costeggiata dai pittoreschi portici che conduce direttamente a Piazza Maggiore.

Lungo la via passerete anche accanto a bellissimi edifici come il teatro Arena del Sole e la cattedrale di San Pietro.

Se dovete fare colazione vale la pena fare una piccola deviazione da Via dell’Indipendenza per fare una sosta nella storica Pasticceria Gamberini oppure provare una colazione dai sapori orientali al Naama Cafè, dove si servono anche caffè turco o arabo speziati e accompagnati da dolcetti mediorientali

Piazza Nettuno e Sala Borsa

Via dell’Indipedenza termina in Piazza Nettuno sulla quale si affaccia Sala Borsa, uno splendido centro culturale che ospita la biblioteca pubblica, mostre, sale private e spazi per socializzare. Piazza Nettuno è dominata dall’omonima fontana, un’opera d’arte elegante e ricca di dettagli, nonché luogo di ritrovo popolare tra i giovani bolognesi. In pochi passi potete raggiungere Piazza Maggiore, il cuore pulsante della città.

Piazza Maggiore

La piazza è sempre animata e offre una cornice pittoresca, con i suoi portici che si snodano sotto palazzi sfarzosi dove un tempo risiedevano i nobili, tra cui Palazzo del Podestà, e le varie caffetterie e i negozi. Sulla piazza si affaccia anche la Basilica di San Petronio, dedicata al patrono cittadino e famosa per la sua facciata incompleta. Val la pena entrare per una visita.

Quadrilatero

Lasciandovi alle spalle Piazza Maggiore, addentratevi nella zona del Quadrilatero, nata da un mercato medievale dove avvenivano i maggiori scambi commerciali; oggi l’area è dedicata allo shopping gastronomico ed è una delle attrazioni principali di Bologna. Se avete fame è un ottimo luogo dove fermarsi ad assaggiare le specialità bolognesi e anche per acquistare souvenir golosi. Nei vicoletti del Quadrilatero si trovano ancora storiche botteghe artigianali, mercerie e farmacie dalle atmosfere senza tempo.

Pranzo

Se invece di pranzare nel Quadrilatero volete fermarvi in qualche trattoria, osteria o ristorante, troverete varie alternative in ogni angolo del centro dove provare i piatti migliori della cucina emiliana, come le tagliatelle al ragù alla bolognese, i tortellini in brodo,  le tigelle da accompagnare a salumi locali tra cui la mortadella e infine l’immancabile lasagna. Per un pranzo veloce e gustoso nel centro della città vi consiglio:

  • Tigelleria Tigellino. Un locale specializzato in tigelle a pochi passi da Piazza Maggiore, con menù degustazione per assaggiare diverse varianti di questa sfiziosa specialità.
  • Drogheria della Rosa. In un viale tranquillo vicino al centro, un locale che ha mantenuto le atmosfere e le sembianze di una drogheria, per assaggiare le specialità della tradizione in un ambiente retrò.
  • Sfoglia Rina. Da una piccola bottega di pasta fresca degli anni ’60 è nato questo locale situato in centro, che porta in tavola i classici della tradizione bolognese.
  • Botanica Lab. Un ristorante-bistrot in centro specializzato in cucina vegana e crudista a prezzi vantaggiosi.

Pomeriggio: cosa vedere

Le Torri degli Asinelli e della Garisenda

Dalla zona del Quadrilatero è sufficiente una breve passeggiata per raggiungere le due Torri degli Asinelli e della Garisenda, divenute simbolo della città. Se quest’ultima è famosa per la sua notevole pendenza, la Torre degli Asinelli è la meta fissa dei neolaureati e di chiunque desideri ammirare la città dall’alto.

Piazza Santo Stefano e le Sette Chiese

Scesi dalla Torre degli Asinelli, incamminatevi verso Piazza della Mercanzia per poi proseguire in direzione di Piazza Santo Stefano, un angolo tranquillo di Bologna. Racchiusa da palazzi antichi, la piazza è dominata dal Complesso delle Sette Chiese che dà vita alla Basilica di Santo Stefano, uno splendido gioiello architettonico che vi consiglio di visitare.

Corte Isolani e Strada Maggiore

Da uno dei portici di Piazza Santo Stefano si accede alla bellissima Corte degli Isolani, su cui si affacciano vetrine di boutique, atelier artigianali, piccole gallerie d’arte e ristorantini. È uno dei luoghi preferiti dagli appassionati di shopping. Prende il nome dal sontuoso Palazzo Isolani, una dimora storica arricchita da opere d’arte e mobili d’epoca che circonda la corte. Uscite dalla Corte degli Isolani per incamminarvi lungo Strada Maggiore, caratteristica via bolognese con i portici che ospitano negozietti e caffetterie.

Finestrella di Via Piella

Dirigetevi verso Via Piella, passeggiando lungo le stradine acciottolate e passate sotto Porta Govese per raggiungere la celebre Finestrella sul Canale delle Moline, un pittoresco e romantico angolo della città noto come “la piccola Venezia“. È un ottimo luogo in cui osservare il tramonto.

Aperitivo/Cena

Dato che ormai sarà quasi sera, non vi resta che scegliere un posto per un aperitivo o una cena. Oltre ai locali del centro, vi consiglio Via Zamboni, la storica via dell’Università di Bologna: è un susseguirsi di pub, pizzerie, trattorie storiche, locali per aperitivi e ristorantini multietnici a prezzi economici, meta di giovani studenti.  Eccovi alcuni locali e ristoranti per trascorrere una piacevole serata a Bologna:

  • Enoteca al Risanamento. Una chicca in zona universitaria per gli amanti del vino, che si accompagna a deliziose proposte gastronomiche.
  • Osteria dell’Orsa. Un’istituzione a Bologna, è una trattoria frequentata da universitari che propone piatti genuini e tradizionali in ambienti dallo stile “anni ’70”.
  • Lestofante. Autentico e ricercato, è perfetto per chi desidera provare un tipico aperitivo bolognese, con prodotti esclusivamente emiliani.
  • Mercato delle Erbe. Per un aperitivo o una cena diversa dal solito, uno storico mercato ortofrutticolo dove oltre alle bancarelle di specialità trovate spazi adibiti a locali e ristorantini.
  • Trattoria da Vito. Un locale storico, frequentato dagli artisti di Bologna più famosi, ma che ha conservato il suo spirito semplice, raccontando anche attraverso il menù la Bologna più genuina.

Cosa Comprare a Bologna

Bologna è famosa soprattutto per la sua gastronomia, che include salumi come la mortadella e la pasta fresca che potete acquistare nelle varie botteghe disseminate per la città. Per gli amanti del vino, impossibile resistere ai sapori dei vini dei Colli Bolognesi, tra cui l’apprezzato Pignoletto, mentre per i più golosi la città riserva alcuni dolci tradizionali come la torta di riso o il biscotto zuccherino.

Bologna vanta anche una lunga e rinomata tradizione artigianale, con prodotti in pelle, cappelli e calzature che hanno contribuito a rendere il Made in Italy famoso in tutto il mondo.

Negozi

Tra botteghe artigianali, negozi d’alta moda e mercati, Bologna offre l’imbarazzo della scelta in tema di acquisti. Per fare shopping le zone più gettonate sono quella del “quadrilatero”, che comprende l’elegante Via D’Azeglio con le sue boutique di marche prestigiose. Un altro riferimento per l’alta moda è Galleria Cavour, dove troverete i negozi di Armani, Yves Saint Laurent, Versace e tanti altri. Via dell’Indipendenza è invece adatta a tutti i budget, con catene come Calzedonia, Kiko e Zara. Non mancano poi centri commerciali e outlet situati in posizione decentrata. Tra i negozi più particolari e storici di Bologna, vi segnalo:

  • Antica Cappelleria Malaguti. È una delle più antiche della città, da visitare anche se non amate i cappelli.
  • Arteggiando. Nell’ex Ghetto Ebraico si trova un originale negozio di prodotti artigianali e made in Italy.
  • Furla. Uno storico negozio degli anni ’20 divenuto famoso nel mondo per la sua collezione di borse e accessori.
  • Disco d’Oro. Per i nostalgici non può mancare una tappa nel tempio del vinile, aperto dagli anni ’70.
  • Libreria Nanni. Tra le più antiche librerie di Bologna, si distingue per le sue bancarelle ricolme di librii di seconda mano che evocano atmosfere parigine.
  • Castel Guelfo The Style Outlets Un villaggio dello shopping con oltre 100 negozi di marchi prestigiosi e spazi che ospitano mostre d’arte ed eventi.

Card, info e sconti utili

Bologna Welcome Card è il pass turistico che permette di accedere gratuitamente ai principali musei e attrazioni, con riduzioni su eventi e mostre temporanee, shopping e altri servizi, come visite guidate e bus turistici. Ne esistono 2 versioni, per 48 o 72 ore, al prezzo rispettivamente di 20 e 30 euro. La Card può essere acquistata online o nei punti Bologna Welcome in Piazza Maggiore e in aeroporto. Non dimenticatevi però che se visitate la città la prima domenica del mese una buona parte dei musei sono gratis grazie all’iniziativa nazionale “Domenica al Museo”.

Il City Red Bus è il servizio di bus turistico che ad un prezzo di 15 euro per gli adulti permette di esplorare il centro storico e altre zone periferiche scendendo e salendo alle fermate a proprio piacimento con un pass valido per un’intera giornata. Un’ottima soluzione per le famiglie con bambini o per chi ha difficoltà a camminare.

Se avete 2 o più giorni…

Qualora decidiate di trascorrere un intero weekend o più giorni a Bologna troverete tante altri luoghi e attrazioni interessanti da visitare, ad esempio:

Quartiere Storico del Pratello

Attraversato dalla caratteristica via del Pratello, con i portici che si snodano per tutta la sua lunghezza nascondendo locali e trattorie storiche decorate da opere di street art.  Centro dei movimenti studenteschi degli anni ’60, il quartiere è ancora ritrovo dei giovani in particolare alla sera e nei weekend.

Collina di San Luca

Se avete tempo per una gita fuori porta dirigetevi verso la collina di San Luca, dominata dal santuario della Madonna di San Luca: da qui lo sguardo si perde su tutta la città di Bologna e sui verdi colli bolognesi.

Giardini Margherita

I Giardini Margherita sono il parco pubblico più amato di Bologna e luogo ideale per picnic e passeggiate nella bella stagione.

MAMbo

È il museo di arte moderna di Bologna e uno dei principali della città. Ospita una collezione permanente di opere di artisti bolognesi affiancata da diverse mostre temporanee. Non mancano eventi speciali durante tutto l’anno.

Casa di Lucio Dalla

Se siete fan del cantautore italiano più famoso di Bologna, durante i weekend della bella stagione la casa dove ha vissuto viene aperta al pubblico.

Dove dormire

Se avete un weekend o più giorni a disposizione potete godervi Bologna e le sue attrazioni al meglio, approfittandone anche per esplorare quartieri autentici e le splendide campagne bolognesi. In questo caso avrete necessità di prenotare un alloggio nella giusta zona dove dormire: se volete maggiori consigli, leggete l’articolo “dove dormire a Bologna”.