Sathorn Unique Tower

La sua facciata spettrale frutto di anni di totale abbandono le è valso il soprannome di “torre fantasma” e oggi, quello che doveva essere un moderno grattacielo residenziale, si è trasformato nella meta di avventurieri urbani e di fotografi, amanti del rischio o forse incuriositi dalle varie leggende che ruotano attorno a questo luogo: secondo gli abitanti sarebbe abitato dai fantasmi poiché il grattacielo fu costruito su un ex cimitero. Nonostante il divieto di accesso al pubblico e i pericoli dati dalle pessime condizioni in cui si trova il grattacielo, la Sathorn Unique Tower è un’attrazione sempre più visitata anche grazie alla splendida vista che regala sulla città.

Nelle viscere della torre fantasma

Situata nel cuore residenziale e finanziario di Bangkok, la Sathorn Unique Tower appare in evidente contrasto con i lussuosi e funzionanti grattacieli che la circondano e di fronte a questo gigante di cemento sembra di essere stati catapultati nello scenario post-apocalittico di un film.

Quando il cantiere impegnato nella costruzione della torre si fermò in seguito alla crisi finanziaria del 1997, la  Sathorn Unique Tower era quasi completa; sotto l’aspetto fatiscente si intravede ancora un magnifico gioiello architettonico, che inevitabilmente porta tutti i visitatori a fantasticare su come avrebbe potuto essere se fosse stato completato. All’ingresso c’è un addetto alla sicurezza che informa che l’accesso è vietato, ma in realtà basta pagare un piccolo importo per passare.
Salire fino in cima, oltre ad essere molto pericoloso, è anche faticoso perché l’edificio si sviluppa su 49 piani tutti da fare con le proprie gambe: non illudetevi di usare l’ascensore!

All’interno della struttura si possono facilmente distinguere i vari appartamenti e le stanze da bagno; qua e là ci sono ancora mobili e sanitari ricoperti di polvere, detriti, tubi metallici sporgenti, ma anche fotografie del re e qualche cane randagio.
Se si decide di entrare a visitare questo luogo, è bene prestare molta attenzione: nel pavimento ci sono buche profonde ed è facile tagliarsi con i cavi e i vari attrezzi e detriti lasciati in giro, perciò occorre camminare con prudenza. Indossate scarpe comode e chiuse e portate con voi una torcia perché all’interno può essere molto buio anche durante il giorno.

Inoltre non dimenticatevi la macchina fotografica: dalle balconate di ogni piano è possibile godersi un po’ di venticello e fermarsi ad ammirare la meravigliosa vista su Bangkok e sul fiume.
Ma la vera “attrazione” della Sathorn Unique Tower si trova in cima. Gli ultimi piani sono quelli meno completi e in alcuni casi mancano persino i muri esterni; questo fa sì che una volta arrivati sul tetto del grattacielo si spalanchi davanti a voi un panorama mozzafiato e libero da ogni “ostacolo”: vi sembrerà davvero di essere sul tetto del mondo. Non essendoci barriere protettive, fate molta attenzione a non sporgervi troppo! 

Come raggiungere la Sathorn Unique Tower

La torre si trova lungo la Charoen Krung Road, a circa 200 metri dalla stazione BTS skytrain Saphan Taksin.

Informazioni e mappa

Nome: Sathorn Unique Tower

Nelle vicinanze:

L'Old Custom House a Bangkok.A 893 metri
Dettaglio del colorato tempio Mariamman a Bangkok.A 1137 metri
L'ingresso del Bangkokian Museum.A 1253 metri
L'ingresso di Asiatique The Riverfront.A 1754 metri
Strada di un quartiere a luci rosse di Bangkok.A 2247 metri
Il tempio Wat Traimit.A 2322 metri

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).