Venditori al mercato galleggiante Damnoen Saduak.

Mercato galleggiante di Damnoen Saduak

Se amate curiosare tra le bancarelle dei mercati in cerca dei prodotti tipici del luogo che state visitando, nel distretto di Damnoen Saduak avrete l’occasione di visitare un curioso ed insolito mercato: il mercato galleggiante.

Ogni giorno in questo distretto situato nella provincia di Ratchaburi, il canale di Damnoen Saduak è attraversato da centinaia di piccole barche a remi o a motore sulle quali sono esposte i prodotti agricoli in vendita. Questo tradizionale mercato si è trasformato nel tempo in una delle attrazioni più amate dai turisti che affollano le rive del canale non solo per acquistare i prodotti tipici, ma anche per scoprire una tradizione molto antica risalente ai tempi di Rama IV che ci permette di conoscere le abitudini e la vita quotidiana degli abitanti di questo luogo. In realtà il mercato galleggiante è costituito da tre mercati: Ton Khem, Hia Kui, Khun Phithak.

La storia del canale

Il canale Damnoen Sadauk fu realizzato durante il regno di Rama IV quando gli abitanti delle provincie di Rajburi, Samutsakorn e Samutsongkram, aiutati dai militari, si misero all’opera per scavare questa via d’acqua necessaria per il trasporto e per irrigare i campi. Il canale Damnoen Sadauk permise di collegare il fiume Ta Chin e il fiume Mae Klong favorendo così il trasporto su acqua delle merci; questo permise di dare una spinta e sostenere la crescita economica della regione,   da sempre grande preoccupazione del re Rama IV. Nel corso degli anni gli agricoltori si sono insediati lungo le sponde del canale e ancora oggi vivono in abitazioni costruite l’una accanto all’altra su entrambe le rive del fiume Damnoen Sadauk. Oltre a rappresentare un efficiente e rapido mezzo di trasporto, il canale fornisce l’acqua necessaria ad irrigare i campi in ogni periodo dell’anno grazie anche ai circa 200 piccoli canali che collegano Damnoen Sadauk ai numerosi terreni agricoli.

Navigando tra le bancarelle

Una volta giunti al mercato, potete camminare lungo le rive del canale e perdervi tra i profumi invitanti delle merci e scoprire la grande varietà di frutta e verdura prodotta dagli agricoltori locali; le merci vengono vendute ai turisti o ad altri agricoltori ed è anche molto diffusa la pratica del baratto che permette ai commercianti di scambiarsi i prodotti. Potete anche provare l’ebrezza di navigare sul canale Damnoen Sadauk affittando un’imbarcazione: il modo migliore per sperimentare in prima persona questa tradizione locale; vi consiglio di accordarvi sul prezzo prima di salire sulla barca per evitare spiacevoli sorprese! Se avete più tempo a disposizione approfittatene per combinare la visita al mercato con un tour al meraviglioso Giardino delle Rose o al grande chedi di Nakhon Pathom.

Come arrivare

Il mercato è raggiungibile in due ore da Bangkok.
Se arrivate in macchina da Bangkok dovete prendere l’autostrada n. 4 e al km. 80 svoltare sulla strada Bangpae-Damnoen Saduak Rd.
In alternativa potete prendere un autobus dal Southern Bus Terminal; durante la giornata sono disponibili numerose corse con un intervallo di circa 40 minuti tra l’una e l’altra.
Il mercato si tiene tutti i giorni dalle 08.00 alle 11.00.

Galleria Foto


Informazioni e mappa

Nome: Mercato galleggiante di Damnoen Saduak

Nelle vicinanze:

Venditori al mercato galleggiante Amphawa.A 10483 metri
Treno in arrivo, nel binario che passa in mezzo al mercato Maeklong.A 13307 metri
Il Phra Pathom Chedi.A 35024 metri
Il suggestivo ingresso del tempio Wat Bowonniwet.A 50081 metri
By: nniceA 56168 metri
By: Paul_the_SeekerA 60787 metri

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).