Cosa mangiare in Austria

La cucina austriaca vanta tantissimi piatti deliziosi, che vanno al di là dei classici “salsicce e crauti” o “strudel di mele” che vengono comunemente associati a questo paese.

La varietà della gastronomia austriaca è legata soprattutto a motivi storici: la vastità dell’impero austro-ungarico, che un tempo radunava sotto il suo dominio tanti paesi diversi tra loro, favorì lo scambio culturale tra popoli diversi e di conseguenza anche la cucina austriaca ne venne inevitabilmente influenzata.

Vienna, in particolare, divenne un crogiolo di culture, poiché qui si trasferirono molti immigrati provenienti da Polonia, Ungheria, Slovacchia, Trieste, Croazia, ecc., e ogni comunità apportò le proprie usanze gastronomiche. Scegliere cosa assaggiare durante un viaggio in Austria potrebbe quindi sembrare complicato in un primo momento e per aiutarvi vi segnalo qui di seguito alcune delle specialità tipiche che dovete assolutamente provare.

Zuppe

Le zuppe sono una parte importante della cucina austriaca e al contrario di altri paesi qui vengono servite in ogni stagione, indipendentemente dalla temperatura. Possono essere servite da sole, ma ne trovate alcune versioni con la pasta oppure con i canederli. Tra le più celebri ci  sono:

  • la Rindsuppe, una zuppa a base di carote, cipolle, prezzemolo, sedano e manzo;
  • la Frittatensuppe che invece è composta da strisce di crespella in brodo;
  • la Zwiebelsuppe, il cui ingrediente principale è invece la cipolla;
  • l’Eachtlingsuppe, più delicata ma gustosa, a base di patate, latte e uova;
  • la Topfensuppe, preparata con ricotta, panna ed erbe aromatiche, solitamente accompagnata da crostini di pane.
  • Nudelsuppe, una pasta in brodo.

Secondi piatti

Knödel (canederli)

Simili ai canederli altoatesini, i  sono una sorta di gnocchi o polpettine dolci o salate, il cui impasto è a base di pane raffermo o semola e possono essere ripieni con tanti altri ingredienti, dalla carne al pesce e le verdure. I Knödel li trovate in brodo o asciutti, e possono essere serviti come antipasto, primo piatto o secondo. Tra le varianti austriache più famose c’è lo Serviettenknödel, un grande canederlo di pane raffermo, che viene cotto a bagnomaria, avvolto in un canovaccio e poi servito a fette. Delizioso anche il Kaspressknödel,  polpettine di pane o patate con ripieno di formaggio.

Schweinebraten

Lo Schweinebraten è un arrosto di maiale che viene condito con aglio e cumino. È il piatto festivo per eccellenza e viene solitamente abbinato alle patate, ai canederli e spesso accompagnato da salse alla frutta. Una variante dell’arrosto molto popolare è lo Zwiebelrostbraten, costata di manzo al forno che viene accompagnata con della cipolla.

Tafelspitz

Il Tafelspitz è uno dei piatti principali della cucina austriaca, in particolare di quella viennese ed è  un bollito di carne di manzo servito con un po’ di brodo, verdure come patate e carote e salsa di rafano ed erba cipollina che gli conferisce un gusto particolare.

Wiener Schnitzel

È tuttora il piatto più diffuso in Austria, amato sia dai grandi che dai bambini. Simile alla nostra cotoletta alla milanese, è una fettina di carne di manzo o maiale impanata e fritta.

Rindsrouladen

È uno dei piatti della domenica in Austria, data la non facile preparazione. Si tratta di scaloppine di vitello che vengono arrotolate attorno ad un composto di pancetta, senape, cipolla e sottaceti. Il tutto viene poi cotto in padella, con della salsa di pomodoro, e sfumato con del vino bianco.

Goulash

Originario delle regioni dell’est, il goulash oggi è diventato una pietanza nazionale molto apprezzata in Austria. È un piatto povero, un semplice spezzatino di carne di manzo o vitello, ma è molto saporito grazie all’aggiunta di spezie tra cui la paprika. Come tutti i piatti a base di carne stufata richiede una cottura molto lunga e si accompagna bene a patate, polenta, riso, canederli o semplicemente del pane per fare la “scarpetta”. Oltre a trovarlo nei ristoranti il goulash è anche servito nei mercatini di Natale, spesso all’interno di un grosso pane che viene scavato all’interno e poi riempito con lo spezzatino.

Beuschel

Tra i piatti originari della cucina ebraica c’è il beuschel, uno stufato o ragù realizzato le frattaglie del vitello, cotte per un tempo abbastanza lungo con erbe aromatiche, spezie e una salsa di panna acida per dargli un sapore molto intenso.  Viene per lo più servito con canederli di pane rotondi o tagliati a fette.

Leberkäse

Anche se il nome (käse significa formaggio) potrebbe trarre in inganno, il Leberkäse è un salume dalla consistenza morbida e il colore rosato che ricorda molto la mortadella, ed è composto da un mix carne di manzo, di maiale e spezie.  Lo troverete in tutta l’Austria, nei supermercati e anche agli stand dei mercatini servito sotto forma di panino.  È un ottimo snack per spezzare la fame durante la giornata.

Dolci tipici

Torta Sacher

Impossibile lasciare l’Austria senza aver assaggiato una fetta della torta al cioccolato più famosa al mondo che nasce proprio a Vienna nel 1800. Oggi la trovate in tutti i bar e i ristoranti, ma se visitate Vienna è d’obbligo assaggiare quella dell’Hotel Sacher che, si dice, la prepari ancora secondo la ricetta originale, che naturalmente è segreta!

ApfelStrudel

Lo strudel di mele è un’altra ricetta golosissima: è un rotolo di pasta sfoglia ripieno di mele, uvetta e pinoli e insaporito con della cannella. Deliziosa merenda pomeridiana, la trovate anche nei vari mercatini natalizi ed è ancora più buona se servita calda.

Kaiserschmarn

Il Kaiserschmarrn è un dolce tradizionale austriaco a base di uova, simile ad una crêpe. Questa deliziosa frittata dolce viene solitamente servita con una spolverata di zucchero a velo e accompagnata a topping alla frutta o frutta fresca.

Knödel

I già citati canederli possono essere anche serviti dolci in tantissime varianti: ad esempio i Marillenknödel, sono gnocchetti di patate, ripieni di marmellata che vengono serviti con il burro fuso e la cannella, mentre gli Zwetschenknödel, possono essere fatti con un impasto dolce di farina o patate e sono ripieni di prugne.

Gugelhupf

Un altro dolce tradizionale è il Gugelhupf una ciambella servita a colazione ma ottime anche come merenda. La versione originale prevede l’aggiunta di uvetta e mandorle all’impasto ma oggi si trovano tante versioni anche con noci, frutta secca e candita.

Bevande tipiche

Vino e Spritz

Nonostante l’Austria non sia famosa per i suoi vini, gli austriaci amano molto accompagnare i pasti o fare un aperitivo con un bel bicchiere di vino bianco o rosso. Tra i vini bianchi locali più famosi  c’è il Grüner Veltliner, che vi consiglio di assaggiare. Se poi visitate l’Austria durante i mercatini, riscaldatevi con un buon bicchiere di vin brulè.

Lo Spritz è uno degli aperitivi più diffusi e apprezzati in Austria e pare abbia avuto origine proprio tra i soldati austriaci.

Birra

Parte importante della cultura austriaca, la birra è molto diffusa e tra le più popolari c’è la viennese Ottakring.

Almdudler

Dolce e frizzante, aromatizzata con erbe, la Almdudler è considerata la bevanda nazionale austriaca, seconda solo alla Coca Cola. Il gusto è simile al Ginger Ale.

Caffè

Il caffè in Austria nasce dall’influenza della cultura turca e le città come Vienna pullulano di caffetterie dove si va a sorseggiare uno dei tanti tipi di caffè, ci si rilassa senza fretta, si chiacchiera o si legge. Il caffè lo troverete servito in vari modi, da quello che noi chiamiamo “caffè viennese”, l’Einspänner, ovvero il caffè con la panna montata, ma anche il Melange, simile al nostro cappuccino, l’Eiskaffee, il caffè nero servito con gelato alla vaniglia e panna montata, ottimo in estate.