Kagoshima

Spesso definita la “Napoli dell’Oriente” per il clima mite, la bellezza del mare e del suo cielo azzurro e soleggiato, ma soprattutto per la presenza di un vulcano a dominare la città, Kagoshima è il capoluogo dell’omonima provincia di Kagoshima, centro economico e culturale dell’intera parte meridionale dell’isola di Kyushu, di cui occupa proprio l’estremità sudoccidentale.
La maggior parte della città sorge su un terreno collinare, quasi al 100% di origine vulcanica. La città gode inoltre di un clima subtropicale con temperature miti, che la rendono piacevole da visitare nella maggior parte dell’anno. A 4 Km di distanza dal centro sorge il vulcano attivo di Sakurajima, che domina la città e ne è diventato il simbolo indiscusso, così come il Vesuvio per Napoli: nel corso dei secoli si sono succedute oltre trenta grandi eruzioni, la più recente nel 1914, in seguito alla quale l’isola di Kyushu si è geograficamente congiunta con l’attuale penisola Ōsumi, nel momento in cui la lava fuoriuscita dal cratere ha riempito lo stretto che separava l’isola dalla penisola.
In virtù della straordinaria somiglianza con la città partenopea, nel 1960 è stato sancito un gemellaggio ancora oggi attivo e molto sentito da entrambe le parti. L’amministrazione di Kagoshima ha dedicato a Napoli alcuni tram e persino una strada, la Napori dōri (viale Napoli), situata nei pressi della nuova stazione di Nishi-Kagoshima. Napoli ha dal canto suo dedicato una strada alla città giapponese, ossia Via Kagoshima, che sale per 300 metri sulla collina del Vomero con una pendenza del 10%. Nel 2012, in occasione delle celebrazioni per il cinquantesimo anniversario del gemellaggio, l’area del Centro Direzionale di Napoli compresa tra gli edifici C1 e B5 è stata intitolata “Largo Kagoshima“.

Cosa vedere

Imperdibile il Sengaku-en, meraviglioso esempio di giardino giapponese, concepito nel 1658 come villa del signore feudale allora al potere. Dal giardino si gode di un’ottima vista sul golfo di Kinko e sul vulcano Sakurajima sullo sfondo.
All’intero del giardino, sorge lo Shoko Shuikesan, sede di un museo che espone monete e documenti storici relativi ai 700 anni di regno dei feudatari Shimizu.
Poco distante dal centro urbano, il bosco di Shiroyama offre suggestive vedute sulla città, oltre ad essere stato teatro della battaglia finale della ribellione di Kagoshima, il luogo dove l’eroe nazionale Takamori Saigo si tolse la vita insieme ai suoi compagni.
Il Museo d’Arte della città di Kagoshima ospita una grande collezione di lavori di pittori della prefettura di Kagoshima, oltre ad opere di artigianato locale e utensili tradizionali.
Il Reimeikan, ossia il Museo storico della Provincia di Kagoshima, racconta cultura e storia della città, con l’ausilio di supporti audiovisivi e vari schermi multipli.
Il Parco memoriale di San Francesco Saverio e l’omonima chiesa furono realizzati nel 1949 per celebrare il quattrocentesimo anniversario dell’arrivo di san Francesco Saverio a Kagoshima, ossia il primo missionario che introdusse il cristianesimo in Giappone.
Tappa imperdibile è sicuramente l’acquario di Kagoshima, uno dei più grandi di tutto il Giappone, dove si possono ammirare esemplari di lontre marine e delfini.
Il Museo della Restaurazione Meiji si trova nel quartiere di Kajiya-machi, luogo d’infanzia di Takamori Saigo: il materiale esposto illustra il periodo della Restaurazione Meiji, grazie a ricostruzioni rese possibili grazie ad avanzate tecnologie.
Il parco Minato Odori si estende dal palazzo municipale fino al lungomare ed è ricco di fontane e monumenti, un luogo molto amato e frequentato dai locali.
Infine la Board walk è una piacevole passeggiata che si estende lungo tutto il lungomare di Kagoshima, dalla quale si può ammirare il porto, la spiaggia e i traghetti in partenza per il vulcano.

Come arrivare

Il miglior periodo per visitare Kagoshima è certamente in primavera o in autunno. Chi volesse raggiungere la città partendo da Tokyo può utilizzare i treni Tokaido e Sanyo Kyushu Shinkansen, per una durata complessiva di circa 7 ore di tragitto. In alternativa si può optare per i voli di linea dalla capitale, che permettono di raggiungere Kagoshima in circa due ore: il Kagoshima Airport si trova a un’ora di bus dal centro urbano.

Foto







Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!