Quando andare in Patagonia

Estendendosi su una superficie molto ampia che occupa il suolo di due paesi (Argentina e Cile), la Patagonia è un paradiso selvaggio eccezionale che offre una vasta gamma di attività e attrattive per gli appassionati di natura e trekking. Le sue mille sfaccettature fanno sì che non esista un periodo migliore in assoluto per visitarla, ma tutto dipende da quale impronta volete dare alla vostra vacanza: vorreste fare escursioni nei migliori parchi nazionali del Sud America? Volete conoscere da vicino la fauna selvatica della Patagonia? Visitare fiordi e ghiacciai spettacolari? O cimentarvi nello sci su alcune delle piste più ambite del Sud America?

Ogni stagione mette in risalto un aspetto diverso di questa regione e offre un’esperienza differente in termini di clima, prezzi e affluenza turistica: in questa guida completa vediamo quali sono le differenze principali tra le stagioni dell’anno.

Estate (da dicembre a febbraio)

Se la vostra idea è quella di dedicarvi intensamente a trekking e campeggio, allora l’estate offre il meglio della Patagonia: potrete immergervi nella sua straordinaria natura selvaggia e coglierne le sfumature più accese. Da metà dicembre e metà febbraio troverete le condizioni ideali per le passeggiate con massime medie diurne intorno ai 20° C e minime che scendono a 10° C di notte. Mettete in valigia sia abiti pesati che t-shirt e indumenti più leggeri, tenendo presente però che può soffiare spesso un vento forte quindi una giacca antivento è sempre utile. Non dimenticate le scarpe da trekking per camminare e la protezione per il sole: occhiali e crema solare e cappellino. Le tante ore di luce durante il giorno rendono questo periodo ideale per lunghe escursioni e la stagione turistica è nel suo pieno: tutti i rifugi, i campeggi e gli hotel sono aperti, tutti i percorsi sono accessibili e praticamente è possibile praticare quasi ogni attività ed escursione.

L’incredibile quantità di fauna selvatica è inoltre facile da avvistare in estate. D’altra parte però, trattandosi di alta stagione turistica, i numeri dei visitatori raggiunge il suo picco massimo, in particolare durante le festività: questo significa anche che i prezzi di voli e alloggi sono alle stelle.

Eventi e festività principali

Semanes Musicales de Frutillar (febbraio). Un evento dedicato alla musica classica giunto ormai alla 51esima edizione. Si svolge nella cittadina culturale di Frutillar.

Primavera e autunno (febbraio-maggio e settembre-dicembre)

Se volete evitare il periodo più affollato dell’anno (da metà dicembre a metà gennaio), prendete in considerazione la possibilità di viaggiare in Patagonia durante la primavera o l’autunno. Entrambe queste stagioni offrono tanti vantaggi a coloro che non hanno intenzione di cimentarsi in escursioni troppo lunghe ed intense, al fine di acquisire altri aspetti dell’esperienza.

Ad esempio, visitare la Patagonia in primavera vi permetterà di ammirare campi variopinti in piena fioritura, mentre il periodo dopo l’estate è perfetto per fotografare il fantastico fogliame autunnale che abbellisce la regione.

Le temperature in queste due stagioni saranno comunque ideali per trascorrere del tempo all’aperto, con massime diurne che restano tra 10-20°C, ma è bene mettere in valigia indumenti un po’ più pesanti per la notte e per le giornate in cui i venti pungenti e il cielo coperto da nuvole rendono l’aria più fredda.

Un altro vantaggio è che i prezzi sono più convenienti per quanto riguarda voli, alloggi e attività, con una maggiore disponibilità che consente di prenotare più vicino alle date del viaggio. La presenza di un minor numero di turisti porta a godersi le varie esperienze in un contesto maggiormente tranquillo. È il momento migliore per avvistare la fauna selvatica, dato anche il numero di visitatori più basso crea un ambiente più silenzioso, ideale per “far uscire allo scoperto” gli animali della Patagonia.

Eventi e festività principali

  • Puerto Montt International Jazz Festival (novembre). Nato 15 anni fa, il Festival Internazionale del Jazz di Puerto Montt è diventato uno degli appuntamenti più attesi e importanti del panorama musicale cileno.
  • Fiesta de Cuasimodo (marzo-aprile). È una delle ricorrenze religiose più importanti del Cile e si celebra una settimana dopo la Pasqua in tantissime località con processioni e altri momenti di ritrovo delle comunità locali.

Inverno (maggio-agosto)

Molte parti della Patagonia cominciano ad essere innevate e ghiacciate a partire dal mese di maggio fino ad agosto e sono quindi inaccessibili, rendendo il viaggio durante questo periodo leggermente più difficile da organizzare. Questo significa anche che la maggior parte delle strutture ricettive e dei parchi chiudono poiché i sentieri non sono percorribili a piedi. Tutto ciò potrebbe far pensare che non ci sia molto da fare, ma non è proprio così, in quanto il paesaggio della Patagonia in inverno appare molto più bello, con le Ande innevate che incombono all’orizzonte.

Sebbene le opzioni di alloggio e le attività disponibili possano essere limitate in inverno, ciò che è disponibile è assolutamente mozzafiato: potete rilassarvi alle terme, prendere parte a tour di degustazioni di vini e praticare sport sulla neve. Oltre a sci e snowboard, ci sono tour a piedi con racchette di neve per ammirare i ghiacciai più belli della Patagonia. La Penisola di Valdes gode di temperature molto più calde rispetto a qualsiasi altro posto della regione con la possibilità di osservare meglio alla vita marina.

In questo periodo troverete probabilmente i prezzi più economici dell’anno su tutti gli alloggi, compresi quelli di lusso che offrono sconti e offerte di cui vale la pena approfittare. La scarsa presenza di turisti vi darà come l’impressione di avere tutta la Patagonia per voi e vi permetterà di ammirarla nella sua versione più desolata e autentica. Non dimenticate di partire preparati: indumenti e giacca invernali, guanti e sciarpa per proteggervi dal freddo sono indispensabili in questo periodo.

Eventi e festività principali

  • Fiesta Nacional de la Noche mas Larga del Año (giugno). Il solstizio d’inverno si festeggia ogni anno il 21 di giugno a Ushuaia. È una festa di origini agricole che oggi viene ancora celebrata con ristoranti, musei e attività aperte fino a tardi, spettacoli e sculture di neve.
  • Patagonia Folklore Festival (luglio). Nella città di Punta Arenas si festeggiano le tradizioni, la musica e l’arte tradizionale della Patagonia.
  • Carnaval de Invierno / Fiesta de la Nieve (luglio). Due eventi dedicati alla stagione invernale che prevedono un ricco programma con giochi e spettacoli, carri allegorici, fuochi d’artificio e prelibatezze gastronomiche.
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).