Portare cibo in aereo

Per gli italiani il cibo è molto di più che del semplice cibo e ogni anno si assistono a scene apocalittiche, con orde di passeggeri in procinto di prendere il volo con al seguito bagagli carichi di prosciutto, parmigiano e formaggi di ogni tipo, pasta, ecc. Alcuni partono per andare a trovare un amico che risiede all’estero ed è in perenne astinenza da cibo italiano, altri si avventurano in un lungo viaggio o risiedono loro stessi all’estero e non vogliono rinunciare a portare con sé un goloso ricordo del Bel Paese in caso di nostalgia e c’è poi chi invece per esigenze di salute o personali non può mangiare il cibo servito sugli aerei e necessita o preferisce portarsi uno spuntino da casa.

Ma è davvero possibile portare il cibo in aereo o ci sono delle limitazioni al riguardo?

In stiva e nel bagaglio a mano

Portare con sé del cibo italiano nel bagaglio può essere un’ottima idea per avere a disposizione uno spuntino o un pranzo sano in alternativa a quello offerto dalla compagnia aerea, ma anche per regalare un souvenir simpatico e gustoso (e molto apprezzato) a chi vi ospiterà o agli amici che incontrerete. Per quanto riguarda gli alimenti trasportati nel bagaglio a mano vigono le stesse restrizioni che riguardano i liquidi, quindi non sono ammesse confezioni di formaggi freschi come mozzarelle e formaggio spalmabile (anche se è possibile portare un panino con questi prodotti all’interno), yogurt, creme (nutella, crema pasticcera, ecc.), confetture e salse di vario genere, che però possono essere trasportati nel bagaglio in stiva. Si possono invece portare a bordo prodotti secchi, come la pasta, crackers, i biscotti, il formaggio stagionato, ecc. ovviamente in quantità ragionevoli; i prodotti devono essere sigillati e trasportati nella confezione originale.

Recipiente recipiente per cibo

Un set pratico e funzionale, completo di borsa termica porta pranzo con due scomparti, 3 contenitori a chiusura ermetica e una borraccia con interno refrigerato. La tracolla rende ancora più comodo il trasporto ed è una soluzione ottimale per chi desidera pranzare in maniera sana ed ecologica fuori casa, al lavoro o in viaggio. Il design è semplice ed elegante, perfetto per chi cerca un prodotto più classico.

Amazon.it: €37.50
Compra ora

Ma anche per i prodotti secchi è necessario fare una distinzione a seconda del paese in cui ci si reca: se all’interno della Comunità Europea non ci sono particolari restrizioni in alcuni paesi, come l’Australia, vigono leggi rigide sulla quarantena per tutelare l’ambiente e il settore agricolo, che impediscono di importare diversi prodotti tra cui in particolare frutta (anche secca), salumi, verdura, erbe, spezie e semi non solo provenienti da paesi esteri, ma a volte anche da altri stati all’interno dello stesso paese. In questo caso è importante quindi non solo evitare di portare questi prodotti, ma nel caso di trasporto di alimenti (anche nel bagaglio a stiva) dichiararne il possedimento in anticipo per non incorrere nella confisca e in pesanti multe.

Alcuni paesi potrebbero inoltre non consentire l’accesso di prodotti di origine animale (carne, salumi, ecc.) in quanto possono trasportare agenti patogeni portatori di malattie. Prima di partire quindi è sempre opportuno consultare il sito governativo del paese in cui ci si sta recando e leggere attentamente tutte le restrizioni doganali; in ogni caso è sempre bene, in qualunque paese si vada, dichiarare il trasporto dei generi alimentari, sia di quelli imbarcati in stiva che di quelli nel bagaglio a mano per viaggiare più tranquilli e non incorrere in sanzioni.

Pranzo al sacco in aereo: un’alternativa salutare

Per chi deve seguire un particolare regime dietetico o per chi semplicemente vuole mangiare in maniera sana, i pasti serviti dalle compagnie aeree non sono certo la soluzione ideale. Perché allora non portarsi il pranzo da casa o anche soltanto degli spuntini se il viaggio è breve? A volte basta anche mettere nel bagaglio a mano un semplice panino con verdure grigliate e formaggio, dei cracker, un paio di biscotti, della frutta (anche secca) ed ecco che arriverete a destinazione molto più leggeri e senza un eventuale (e fastidioso) mal di stomaco. L’unica accortezza in questo caso è quella di evitare prodotti dall’odore molto intenso, come alcuni tipi di formaggio, per non infastidire i vicini di posto e prodotti ricchi di condimenti, come il tonno, che potrebbero causare fuoriuscite di olio e salse e sporcarvi il bagaglio. Per limitare i danni, assicuratevi di trasportare i generi alimentari in un contenitore o borsa separati all’interno del bagaglio a mano: una volta arrivati a destinazione potrete svuotarli, lavarli se necessario, e avrete a disposizione un contenitore in cui mettere alcuni snack o un sano pranzo al sacco da portare con voi durante le escursioni!

Se invece non volete portarvi dietro il pranzo da casa potete sempre acquistarlo in aeroporto: ci sono tanti punti vendita che vendono snack, barrette, insalate e panini già pronti che potete tranquillamente portare in aereo. L’unico svantaggio è forse in termini monetari, ma di sicuro ne guadagnerete in salute!

Scatole in acciaio Inossidabile

Una soluzione elegante, pratica e conveniente per chi vuole portare il pranzo al lavoro, a scuola o in viaggio. Si tratta di un'alternativa ecologica, perché al contrario dei contenitori in carta, può essere lavato e riutilizzato. I manici laterali permettono di trasportarlo comodamente e all'interno il cibo si mantiene fresco e sano.

Amazon.it: Disponibile a breve.
Guarda

Giostyle Buon Appetito Lunch Box

Ermetico e con un'ottima capienza, questo contenitore colorato è l'ideale per pranzare in maniera sana anche fuori casa, al lavoro o in viaggio. È dotato di un set di posate e di una seconda vaschetta interna per separare le pietanze. Pratico, comodo e di ottima qualità è realizzato in materiale resistente che può essere utilizzato in lavastoviglie e microonde.

Amazon.it: Disponibile a breve.
Guarda

Luckies - Borsa per il pranzo Brown Paper Bag

Con un design semplice e originale, questa borsa termica per il pranzo è un'ottima soluzione per chi pranza fuori casa, al lavoro o in viaggio, e deve mantenere il cibo caldo o fresco durante la giornata. Capiente e resistente è anche molto pratica proprio per la sua forma che le permette di rimanere comodamente in piedi.

Amazon.it: Disponibile a breve.
Guarda

Scatole per il pranzo originali

Questo simpaticissimo set per il pranzo è un'idea originale e pratica, perfetta per gli amanti dello stile giapponese. In un unico prodotto avete una borsa pranzo e un contenitore dotato di separatori per diversi cibi. Funzionale e di dimensioni compatte è consigliato per un piccolo pasto fuori casa o in viaggio.

Amazon.it: €19.04
Compra ora

Bento borsa per il pranzo

Pensata per le donne che non vogliono rinunciare ad un tocco di eleganza, questa borsa per il pranzo è all'apparenza una normale borsa dal design grazioso e accattivante, ma l'interno termico e isolante permette di conservare i cibi freschi e sani. È l'ideale per chi necessita di pranzare fuori casa, al parco, al lavoro o in viaggio e i manici rendono comodo e pratico il trasporto. All'occorrenza può essere riutilizzata come una classica borsa.

Amazon.it: €7.80
Compra ora