Dove dormire a Trento

Capoluogo del Trentino Alto Adige, Trento è una destinazione perfetta in ogni periodo dell’anno, sia quando è avvolta nella magia del periodo natalizio che dai colori brillanti della natura durante la bella stagione. Ricca di cultura e di tradizioni artigianali e gastronomiche, a cui si aggiungono un pizzico di innovazione e atmosfere vivaci, Trento è ideale sia per un weekend che per una vacanza più lunga.

Essendo di dimensioni abbastanza ridotte, tutti i maggiori luoghi di interesse sono facilmente raggiungibili a piedi, scegliendo una sistemazione non troppo lontana dal centro. La scelta della zona dove dormire non è troppo difficile, in quanto le aree più interessanti a livello turistico sono relativamente poche e le vediamo insieme qui di seguito.

Centro storico

Non c’è miglior zona in cui dormire del centro storico: è il cuore pulsante della città, che si sviluppa attorno a Piazza del Duomo, una delle più belle d’Italia. Qui si concentrano le maggiori attrattive storiche e culturali di Trento tra cui la Cattedrale di San Vigilio, i palazzi signorili e, più in disparte, il Castello del Buonconsiglio. Vicoli storici si alternano ad ampi viali di negozi e boutique eleganti che si aprono su piazzette ricche di caffetterie e ristoranti dove assaggiare le specialità locali e fare un aperitivo alla sera. Il centro storico è anche teatro del famoso mercatino di Natale di Trento, quindi se visitate la città per fare acquisti natalizi è di certo la location ideale.

Nonostante le sistemazioni siano leggermente più costose rispetto ad altre zone, avrete una vasta scelta di alloggi, tra cui bed&breakfast, hotel moderni e strutture storiche, con il vantaggio di avere tutto a pochi passi, compresi i pub e i luoghi della movida serale.
Il centro è comodo anche per chi viaggia in treno, in quanto la stazione ferroviaria si trova nelle immediate vicinanze.

Vi consiglio questi:

Piedicastello

Piedicastello è uno dei quartieri più antichi della città assieme al centro storico, dal quale si trova separato naturalmente dal fiume Adige.  Non distante dalla stazione ferroviaria si trova la stazione della funivia che conduce al quartiere, una zona dove si respirano le atmosfere di un piccolo borgo e dove si possono ammirare alcuni degli edifici più antichi di Trento, come la Chiesa di S. Apollinare, che affianca musei e punti panoramici con splendide viste su Trento e la valle dell’Adige grazie alla posizione privilegiata del quartiere. La zona offre alcune strutture con hotel storici, B&B e appartamenti in affitto, con meno scelta rispetto al centro storico ma al tempo stesso tariffe più convenienti.

Vi consiglio questi:

Quartiere Le Albere

Il quartiere Le Albere nasce da un progetto di riqualificazione dell’area in cui sorgeva la fabbrica Michelin, firmato da Renzo Piano.

Si trova adiacente al centro storico, una posizione strategica che consente di restare comunque vicino alle principali attrazioni con il vantaggio ulteriore di alloggiare in un quartiere vivace e sicuro, con varie aree giochi e spazi verdi che di certo faranno felici famiglie e viaggiatori in cerca di un contesto tranquillo. Lo stesso quartiere ospita alcuni luoghi di interesse, come il Palazzo Le Albere e il Museo delle Scienze Muse, ed è spesso cornice di eventi, concerti, sagre e mercatini di vario genere.
La scelta di sistemazioni è più limitata rispetto al centro, ma si hanno a disposizione strutture moderne e appartamenti confortevoli a prezzi convenienti.