Dove dormire a Boston

Se avete già deciso di visitare Boston, per sfruttare al meglio la vostra vacanza è utile scegliere con attenzione il quartiere giusto, considerando vari fattori come prezzo, distanza dalle attrazioni e atmosfera. Boston non è una grande metropoli, ma vanta comunque quartieri molto diversi tra loro, alcuni meglio serviti di altri dai mezzi pubblici e quindi migliori per spostarsi più facilmente in città. A seconda poi del vostro budget e dei vostri gusti, esistono zone più indicate, per via di prezzi più economici o per una maggiore ricchezza di spunti per lo svago, come musei, parchi, negozi, ristoranti, ecc. Se siete indecisi sul quartiere in cui alloggiare, eccovi alcune delle zone migliori per una prima vacanza a Boston.

Downtown-Financial District

Downtown è il cuore di Boston, dove i grattacieli moderni che ospitano uffici e hotel di lusso affiancano edifici storici, musei e alcune tra le principali attrazioni della città, come il bellissimo parco Boston Common, l’interessante percorso turistico Freedom Trail che permette di ripercorrere le vicende storiche della città attraverso monumenti ed edifici antichi, e luoghi dello shopping come il Faneuil Hall Marketplace.

È la zona migliore per alloggiare se avete pochi giorni a disposizione, in quanto sarete a pochi passi dai luoghi di maggiore interesse e potrete comodamente esplorare l’area a piedi. Gli ottimi collegamenti e la posizione strategica permette di spostarsi facilmente verso le altre zone della città: a nord-ovest si trova la bellissima Beacon Hill, mentre a sud confina con Chinatown e il quartiere dei teatri. È una zona molto animata durante il giorno, con gli artisti di strada che intrattengono i passanti nelle piazze e nelle aree pedonali, mentre alla sera e nei weekend si rivela un po’ più tranquilla, considerato che è un quartiere frequentato principalmente da impiegati.

In quanto a sistemazioni, troverete un’ampia offerta di B&B e hotel, ma in ogni caso pernottare in questa zona è più costoso rispetto ad altri quartieri della città.

Chinatown/Theater District

È la terza Chinatown più grande del paese e tra le più antiche. Il quartiere cinese è una zona vivace,  piuttosto centrale e ben collegata a tutte le attrazioni e gli altri quartieri della città. Rappresenta di certo un ottimo compromesso per chi non vuole alloggiare troppo lontano da Downtown ma al tempo stesso preferisce una sistemazione più economica e in un contesto caratteristico, fatto di piccoli vicoli dominati da insegne variopinte, bancarelle ai lati della strada e lanterne rosse. Il viale principale di Chinatown è Beach Street, caratterizzata da un’alta concentrazione di ristoranti dai profumi asiatici e da negozietti dove fare incetta di souvenir e prodotti gastronomici. Chinatown comprende anche il Theater District, una zona che come suggerisce il nome pullula di teatri ed è molto affollata prima e dopo gli spettacoli, ma piuttosto tranquilla negli altri momenti della giornata.

The Waterfront

È di certo la zona più panoramica, dove si ha accesso ad una miriade di attrazioni e attività: in traghetto si può raggiungere il Boston Harbour Islands National Park e arrivare persino al Logan International Airport con le navette sull’acqua. Per chi vuole rimanere sulla terraferma, c’è la passeggiata panoramica Boston HarborWalk che costeggia il porto con tanti spazi verdi e piste dove  camminare, andare in bicicletta o fare jogging; sull’acqua si affacciano numerosi ristoranti e bar che propongono cucina a base di pesce. Per le famiglie ci sono l’Acquario, il Children Museum e dei tour guidati su antichi vascelli, oggi trasformati in musei.

Downtown e il distretto finanziario sorgono a ridosso di questa zona, quindi è piuttosto semplice raggiungere le altre zone della città.
Non è un quartiere economico in cui alloggiare e troverete per lo più hotel di lusso con viste panoramiche, ma non mancano soluzioni a costo più contenuto.

Back Bay e South End

L’esclusivo quartiere di Back Bay, situato lungo le sponde del Charles River, ad ovest di Downtown, è una delle zone più cariche di fascino ed eleganti di Boston: qui trovate ampi viali alberati, su cui si affacciano boutique, ristoranti con tavolini all’aperto, gallerie d’arte, dimore signorili e chiese dall’architettura particolarmente elaborata e raffinata.  Tra le attrazioni della zona ci sono la John Hancock Tower, l’edificio più alto di Boston e lo stadio di baseball Fenway. A sud Back Bay confina con South End, un altro quartiere molto chic, che ospita numerosi locali e traboccante di edifici storici e culturali: qui avrete modo di ammirare bellissime ville vittoriane, passeggiare nei giardini botanici, visitare musei dell’arte o ascoltare un concerto alla Boston Opera House.  I prezzi di queste due zone non sono proprio accessibili a tutti: molti hotel e B&B sono ospitati in eleganti edifici storici ed essendo due quartieri alla moda va da sé che i prezzi sono piuttosto alti. Ma se non avete problemi di budget e desiderate alloggiare in una zona autentica, tranquilla e meno turistica, potete optare per uno di questi due quartieri, che sono anche molto vicini al centro e comodi per visitare la città.

North End

Che sia il quartiere più antico di Boston lo si nota immediatamente: pittoreschi vicoli acciottolati e vecchi edifici caratterizzano questo quartiere che si estende davanti al porto, a nord di Downtown. E se durante il viaggio avete nostalgia di casa, questa è la zona ideale: trovandosi di fronte al porto, questo è da sempre il quartiere degli immigrati e da oltre 150 è diventata la casa della comunità italiana. I sapori del Bel Paese riempiono le gelaterie, i mercati e i ristoranti e i café con tavoli all’aperto, che si concentrano per lo più lungo Hanover e Salem Street.

È una zona che vale comunque la pena di vedere durante un viaggio a Boston ed è un’area sempre vivace e molto frequentata sia dai turisti che dalla gente del posto. Ben collegata agli altri quartieri e vicina al centro, è un’ottima soluzione per visitare la città.

Beacon Hill

A nord del parco Boston Common, sorge il piccolo ma elegante quartiere di Beacon Hill, un luogo che già di per sé è un’attrazione popolare di Boston e dove i turisti vengono anche solo a fare una piacevole passeggiata tra gli stretti vicoli acciottolati, su cui si susseguono casette a schiera, antichi lampioni a gas che riportano indietro nel tempo, botteghe di prodotti artigianali e ristorantini dall’atmosfera intima e familiare. Ha l’aspetto di un piccolo borgo di collina e la sua posizione sopraelevata lo rende ancora più affascinante. Essendo per lo più residenziale, è una zona tranquilla, particolarmente consigliata a chi non ama le aree troppo turistiche e animate. Le sistemazioni sono in gran parte appartamenti e B&B, anche se non proprio economici.

Cambridge

Sulle rive opposte del Charles River, sorge un quartiere molto rinomato: Cambridge. Considerato il cuore intellettuale di Boston, ospita università prestigiose come Harvard e il MIT, due attrazioni molto gettonate tra i turisti che sognano di vedere da vicino un vero campus universitario americano.  Essendo un quartiere universitario, si respira un’atmosfera particolarmente frizzante e per questo è consigliato ai giovani, che possono approfittare dei numerosi locali notturni della zona per divertirsi fino a tarda sera e conoscere tanti studenti del posto. Grazie agli ottimi collegamenti della metro, da Boston si arriva facilmente in centro in circa 10/15 minuti, perciò resta una base d’appoggio strategica per visitare la città. Accanto ai campus delle università, trovate hotel eleganti di piccole dimensioni, in particolare attorno a Harvard Square, oltre a tante caffetterie e librerie. Le sistemazioni non sono però molto numerose e in particolare durante la fine dell’anno scolastico, tra fine maggio e giugno, potrebbe essere più difficoltoso trovare posto per via dell’alta affluenza di parenti che vengono ad assistere alle cerimonie di laurea.

Brookline

Il quartiere di Brookline ve lo consiglio se cercate una zona economica, ma al tempo stesso elegante e ben collegata al centro. Essendo un po’ decentrata è consigliata solo a chi si trattiene a Boston per una vacanza abbastanza lunga, considerando che in metro si raggiunge il centro in circa 25 minuti.  È una zona prettamente residenziale, povera di attrazioni, ma con numerose alternative di alloggio, tra cui tanti B&B, ostelli e hotel low cost.