Cosa vedere a Trieste

L’appartenenza per diversi secoli all’Impero Asburgico e una posizione sul confine con altri paesi, rende Trieste una città con uno stile, una cultura e una storia abbastanza diversi dal resto dell’Italia. Il suo grande porto commerciale è stato sin da tempi antichi fonte di ricchezza e punto di scambi con l’esterno e oggi è ancora un brulicare di attività. La storia si riflette nel colorato mix di persone, lingue, cucine e architettura, che di certo vi sorprenderanno così come la grande varietà di attrazioni e luoghi da vedere: troverete piacevole mix di edifici storici e piazze, splendidi scorci sul mare e musei interessanti. Eccovi una guida su cosa vedere a Trieste.

Piazza Unità d’Italia

Piazza più grande della parte antica di Trieste, Piazza Unità d’Italia vanta anche una posizione privilegiata sul porto. A circondare la piazza ci sono i principali edifici amministrativi della città: sul lato nord si trova il Palazzo del Governo, mentre a sud l’imponente palazzo del Lloyd Triestino oggi sede della Regione. Sul lato est, il Palazzo del Municipio del 1876 completa l’insieme armonioso della piazza, mentre a nord-est il Teatro Verdi si affaccia sull’acqua. Il molo di fronte al teatro (Molo Audace) regala un punto panoramico perfetto sul porto e sulla città.

Castello di San Giusto

Sulla collina di San Giusto l’omonimo castello venne costruito dagli Asburgo tra il XV e il XVII secolo per ampliare una fortezza medievale veneziana. L’ingresso al castello avviene attraverso un ponte levatoio in legno sospeso su uno stretto fossato, una caratteristica singolare che dà l’impressione di tornare indietro nel tempo. Potete visitare il castello per esplorare le sue sale dove sono esposte armi dal medioevo al XIX secolo, oltre a mobili e arazzi. Salite infine sui suoi bastioni per ammirare il panorama splendido che comprende la città, il Golfo di Trieste e le colline circostanti.

Porto di Trieste

Trieste si estende attorno al suo porto come un gigantesco anfiteatro. Ampi viali corrono lungo il suo perimetro collegando i quattro moli e nella zona si susseguono grandi piazze e il Canale Grande. È il principale punto di riferimento per orientarsi in città e racchiude anche numerose attrazioni turistiche, tra cui un acquario, il museo ferroviario e il museo marittimo, e i turisti si uniscono alla gente del posto per prendere la brezza e guardare il tramonto dal lungo Molo Audace, che si estende per oltre 250 m nell’Adriatico. Da qui si possono ammirare anche splendide viste sulla città.

Canale Grande

A nord di Piazza Unità d’Italia si trova il Canale Grande, un lungo canale precedentemente utilizzato dai velieri e ora riempito di piccole imbarcazioni. I caffè fiancheggiano le ampie passerelle su entrambi i lati, ospitati in eleganti edifici splendidamente conservati. Rilassatevi seduti ad un tavolino o passeggiate in qualsiasi momento della giornata, per osservare le facciate degli edifici e le luci che si riflettono sull’acqua. La zona era una delle preferite di James Joyce, che visse a Trieste agli inizi del ‘900 ed è commemorato da una statua sul Ponte Rosso di Canale Grande, l’unico dei tre ponti originali rimasto.

Chiesa di San Spiridone

Canal Grande un tempo era più lungo, ma l’estremità interna venne riempita per creare Piazza Sant’Antonio su cui si erge l’omonima chiesa, la più grande di Trieste. Lì accanto, c’è la chiesa ortodossa serba di San Spiridione, costruita nel 1868 e che evoca le chiese orientali in stile bizantino. All’interno, insieme ad affreschi e dipinti, si possono ammirare quattro icone russe dell’inizio del XIX secolo ricoperte di oro e argento.

Cattedrale di San Giusto

La cattedrale di San Giusto fu fondata nel XIV secolo dalla fusione di due chiese, la chiesa di San Giusto e la chiesa di Santa Maria e le navate delle due chiese furono unite per formare la grande navata centrale della cattedrale. La facciata della chiesa è dominato da un rosone al centro, mentre accanto s’innalza il campanile. Entrambe le strutture sono state realizzati con pietre e reperti di epoca romana. Tanti sono i tesori che scoverete all’interno, ma l’occhio cadrà sicuramente sugli splendidi mosaici bizantini accanto agli altari.

Teatro Romano

Passeggiando dal lungomare di Trieste lungo l’ampia via del Teatro Romano si raggiunge questo anfiteatro in pietra alla base del Colle di San Giusto. Fu costruito nel I secolo d.C. per ordine dell’imperatore Ottavio e venne riportato alla luce da alcuni scavi effettuati negli anni ’30 del Novecento. Oggi potete ammirare i gradini superiori e il palcoscenico, nonché alcune delle statue che un tempo adornavano il teatro. Diverse altre attrazioni turistiche si trovano su questa collina, che rappresenta la città vecchia di Trieste, con strette stradine tortuose e storici edifici, in netto contrasto con la parte austriaca-ungherese della città sottostante.

Museo della Riseria di San Sabba

Ricordi toccanti e spesso strazianti, documenti e fotografie che ricordano gli orrori dell’occupazione nazista di Trieste riempiono questo ex stabilimento di lavorazione del riso che divenne un campo di concentramento durante la Seconda Guerra Mondiale.

Castello di Miramare

Questo palazzo da fiaba (foto in alto) dagli esterni bianchi fu costruito per l’arciduca Massimiliano d’Austria e sua moglie Charlotte. Sorge sul mare, con viste incorniciate ad arte dalle finestre delle sue sontuose stanze. Insieme agli interni, visitate i meravigliosi giardini di alberi e piante esotiche che avvolgono il castello, dove si passeggia su sentieri tranquilli tra fontane e aiuole curate. Dai giardini si hanno viste ancora migliori sull’Adriatico.

Piazza e palazzo della Borsa

Situata vicino a Piazza Unità Italia, Piazza della Borsa è altrettanto interessante ed è un ottimo posto per godersi la vita locale e l’architettura straordinaria di Trieste. Durante il 1800, questa piazza era il centro degli affari della città, come testimonia il Palazzo della Borsa Vecchia, uno storico edificio in marmo in stile neoclassico che domina la piazza, oggi sede della Camera di Commercio. 

Sulla piazza ci sono diversi ristoranti e negozi e si tengono regolarmente mercati e fiere che rendono questo spazio perfetto per fare shopping e rilassarsi.

Museo Sveviano

Dedicato allo scrittore triestino Italo Svevo, il Museo Sveviano raccoglie alcuni oggetti personali e opere del romanziere. Visitando il museo avrete modo di guardare da vicino alcuni dei suoi scritti, le bozze, le fotografie e lettere, ma anche i volumi della sua libreria, le penne con cui scriveva e molto altro. Attraverso i vari oggetti e ricordi il museo racconta non solo la carriera ma anche la vita di Svevo.

Faro della Vittoria

Il Faro della Vittoria sorge sul colle di Gretta, a 60 metri sopra il mare, sulle fondamenta di un vecchio forte. Commissionato nel 1927 per facilitare la navigazione notturna nel Golfo di Trieste, è anche un monumento commemorativo che ricorda i marinai caduti in battaglia durante la Prima Guerra Mondiale.

Il faro è alto 70 metri e presenta una statua della Vittoria alata in cima. Passeggiando nella zona del faro avrete una vista mozzafiato sul Golfo di Trieste.

Museo del Mare

Gran parte delle mostre del Museo del Mare è costituita da modelli di navi, molte delle quali sono delle vere e proprie opere d’arte in sé. Si tratta perlopiù di navi a vela e imbarcazioni da pesca delle quali si vede l’evoluzione attraverso i secoli, ma ci sono anche alcune delle navi da crociera più prestigiose della storia, una collezione di antichi strumenti di navigazione e una sala dedicata a Guglielmo Marconi.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).